10 regali emotivi da fare a se stessi

La cura di sé è l’investimento più importante che possiamo fare nella nostra vita. Insomma… non possiamo percorrere 100 mila chilometri in auto se ogni tanto non ci fermiamo per un cambio d’olio… Quindi come possiamo pretendere di vivere una vita soddisfacente se non ritagliamo del tempo da investire per curare la nostra sfera emotiva? 

Avere cura di sé non deve essere associato all’ennesimo dovere da svolgere, al nuovo compito da aggiungere alla nostra lista di cose da fare. Ricorda che la cura di sé può consistere in qualsiasi azione o attività che ti aiuta a ristabilire il contatto con te stesso.

10 regali emotivi da fare a se stessi

Un regalo emotivo consiste in tutto ciò che ti aiuta a essere più gentile con te stesso, più profondo e più autoconsapevole. In questo paragrafo non ti chiederò di dedicare più tempo alle attività che ami, questo dovrebbe essere scontato….

In questo articolo ti chiederò di fare a te stesso dei regali che ti stravolgeranno il modo di vivere la tua vita quotidiana, a prescindere da ciò che fai!

1. Ascolta le tue emozioni.

Se, a fine giornata, ti senti frustrato e insoddisfatto senza sapere un perché… probabilmente c’è qualche verità emotiva che continua a negare a te stesso.
Tutti noi, purtroppo, tendiamo a negare le emozioni piuttosto che viverle, accoglierle, elaborarle e conferire il giusto peso. Impara a vivere senza filtri emotivi, impara a farlo almeno con te stesso. In questo modo riuscirai a capire ciò che davvero ti fa star male.

2. Lascia andare il passato.

Lasciare andare il passato non significa “soprassedere”, significa piuttosto accettare ciò che è stato e soprattutto perdonare se stesso qualora ci fosse qualcosa da perdonare.

3. Sii buono con te stesso.

Non essere severo con te stesso, l’autocritica aiuta solo se costruttiva. Coltiva l’indulgenza. Inizia a essere indulgente con te stesso e vedrai che anche i rapporti con il prossimo miglioreranno.

4. Esplora ciò che c’è dentro di te.

Poniti delle domande e impara a farlo con le giuste domanda. Chiedi a te stesso “come ti senti” e cosa ti fa sentire in un determinato modo. Interrogati su cosa puoi fare per cambiare la situazione. Chiediti perché delle emozioni insorgono in determinati momenti… Non smettere mai di esplorare ciò che c’è dentro di te!

5. Esplora il mondo che ti circonda 

Non aver paura dai uscire dalla tua zona di comfort, non temere di sperimentare esperienze inedite e affacciarsi a nuovi orizzonti. Anche chi è più avanti con l’età può farlo.

Esci dalla tua zona di comfort, spezza la tua routine e concediti di più: ricorda, tu meriti sempre qualcosa di extra e sta a te prenderlo!

6. Opera dei piccoli cambiamenti, giorno dopo giorno.

E’ cattiva abitudine cercare di adattarsi a tutti i costi senza pensare che dei piccoli cambiamenti, operati su base quotidiana, possono migliorare di molto la qualità della nostra vita.

Per operare qualsiasi cambiamento, però, bisognerà prima accettarsi e imparare a credere nelle proprie risorse, imparare a credere in se stessi.

7. Credi in te stesso.

Per uscire dalla propria zona di comfort e per essere in grado di accettare o operare cambiamenti è necessario credere in se stessi. La stima di sé si acquista con la consapevolezza e con l’auto-indulgenza.

Se sei troppo severo con te stesso, tenderai a sabotare ogni tuo tentativo.

Al contrario, se inizi a essere accomodante e a trattarti in modo gentile (proprio come faresti con una persona amata!) inizierai a comprendere le tue reali risorse.

8. Un’occasione nuova, ogni giorno

Concediti una nuova opportunità, un’occasione nuova ogni giorno. Ogni giornata che vivi dovrebbe essere, per te, un’altra opportunità che vale la pena di esplorare. Una nuova manciata di tempo da sfruttare per capire te stesso e per esplorare l’ambiente che ti circonda.

Ogni giorno puoi imparare a conoscerti un po’ di più, entrare in contatto con la tua sfera emotiva instaurando un legame profondo.

Un’occasione nuova, ogni giorno, da vivere con entusiasmo e vigore. Certo, questo “regalo” non ti cancellerà le giornate difficili ma le trasformerà in una concreta opportunità di apprendimento.

9. Vivi il presente. 

Non c’è nessuna frase più banale e scontata di questa: “vivi il presente“; eppure continuiamo ad affannarci per il futuro e a torturarci per obiettivi mancati nel passato. Vorrà dire che questo concetto sarà può banale ma difficile da fare proprio.

Impara a godere la vita momento dopo momento, a partire da quando?
Adesso!

Quando è stata l’ultima volta che hai rallentato il tuo pensiero per focalizzarti effettivamente su ciò che stavi facendo? Ormai siamo tutti multitasking e questo fa veramente male alla salute emotiva. Concediti, adesso, la possibilità di mettere a fuoco e di fare chiarezza su ogni punto che leggi di questo testo. Se sei una persona bramosa di futuro e piena di incertezze… la prima sensazione che sentirai sarà una leggera ansia, quasi uno stato di allerta… non respingerlo, è solo il primo passo per mettere davvero a fuoco il tuo sentire, momento per momento.

10. Pratica la gratitudine.

L’apprezzamento dovrebbe essere un qualcosa di spontaneo, naturale… ma solo per chi impara a vivere nel presente. Per chi è ancora arrugginito, gli esercizi di gratitudine possono essere utili a migliorare la qualità della propria vita.

La gratitudine ci rende davvero consapevoli del nostro potenziale, di ciò che abbiamo e di ciò che possiamo fare sfruttando le nostre risorse. Se sei interessato agli esercizi di gratitudine atti a sfruttare a pieno il tuo potenziale, leggi il mio articolo 5 minuti al giorno per costruirsi una vita felice.


Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci su Facebook:
sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la PsichePuoi anche iscriverti alla nostra newsletterPuoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.


Anna De Simone, life e mental coach, scrittrice e admin di psicoadvisor.com

I commenti sono chiusi.