Aiuto, ho una crisi d’ansia: cosa faccio?

L’ansia è come una sedia a dondolo: sei sempre in movimento, ma non avanzi di un passo. (Jodi Picoult)

Gli stati di ansia possono avere intensità variabile, da un lieve senso di irrequietezza e di indefinito malessere generale a uno stato di tensione interno fino a forme acute di panico.

Nelle forme più lievi, ci si sente a disagio, inquieti, tesi, insoddisfatti…un senso di tensione che non si riesce a giustificare. Nelle forme più gravi, l’ansia assume risvolti piuttosto complessi fino a scatenare un’attacco di panico.

Il panico è la forma più acuta, più intensa e più nettamente delimitabile temporalmente dall’ansia

Ha spesso la caratteristica della crisi nel senso di una insorgenza rapida e improvvisa. Si perde il controllo del proprio corpo. Si manifestano sintomi come:

  • Tachicardia
  • Sudorazione e brividi
  • Sensazione di soffocamento
  • Oppressione sul petto
  • Giramenti di testa, nausea o mal di stomaco
  • Paura o panico.

In genere, i sintomi si manifestano molto rapidamente; non si ha il tempo di razionalizzare ciò che sta accadendo. Senza un apparente motivo cosciente ci si ritrova in un loop di pensieri e stati fisici particolarmente stressanti per il proprio benessere psico-fisico. Come intervenire tempestivamente per alleviare l’ansia?

“L’ansia non ci sottrae il dolore di domani, ma ci priva della felicità di oggi” (Charles H. Spurgeon)

Pensieri di soccorso per sconfiggere l’ansia

Prima di affrontare la situazione che produce ansia, bisogna considerare quelli che possiamo chiamare “fattori di soccorso”. Che cosa si deve andare a cercare?

Creare un diversivo

Quando si è già nel mezzo di una situazione critica e l’ansia sta aumentando, sarà opportuno mettere in pratica la tecnica della “diversione”: concentrarsi su vari dettagli che non hanno nessuna relazione con l’ansia. Non è facile come sembra concentrare l’attenzione su qualcos’altro. Distrarsi vuol dire concentrarsi attentamente sui particolari. La persona che si distrae dovrà essere particolarmente pignola.

Di fronte ad un esame, si leggerà la marca di una penna o saranno osservati i vari tipi di scarpe dei vari studenti. In una situazione sociale, saranno studiati i tipi di tessuto, lo stile dei mobili, l’abbigliamento delle persone e fatte fantasie sulle loro vite, sui loro interessi, etc.

Controllare la respirazione

La respirazione è fondamentale in qualsiasi situazione di crisi, poiché è in grado di peggiorarne i sintomi molto velocemente.

Per questo motivo, è fondamentale concentrarsi sulla propria respirazione appena sentiamo che inizia ad accelerare. Siditi e cerca di respirare in modo lento e profondo, riempiendo l’addome e poi il petto. Puoi anche mettere le mani sul petto per riuscire a seguire i movimenti con più facilità.

A tal proposito può esserti molto d’aiuto l’articolo “Gli esercizi di respirazione per gestire le emozioni negative

Oli essenziali

Diversi oli essenziali hanno proprietà terapeutiche che possono aiutare ad alleviare l’ansia. Alcuni aromi riescono, infatti, a influenzare positivamente o negativamente il nostro stato d’animo, profumando le case di buono. Basta scegliere oli essenziali dalle proprietà rilassanti e riequilibranti, quelli più consigliati sono:

Olio essenziale di Lavanda

E’ un olio essenziale particolarmente versatile che può essere utilizzato per trattare disturbi anche molto diversi tra loro, tra cui gli stati ansiosi.
L’ospedale di St. Paul, nel Minnesota, ha scoperto che usando ogni volta l’olio essenziale di Lavanda prima di un intervento chirurgico, i pazienti erano molto meno preoccupati e ansiosi annullando la tipica tensione preoperatoria.

Olio essenziale di Bergamotto

Nel 2011 uno studio condotto dal Centro Nazionale delle Biotecnologie Americane ha dimostrato che l’olio essenziale di Bergamotto agisce attivamente per ridurre le risposte ormonali allo stress e all’ansia.
Questo olio è noto per stimolare la mente e per regalare un effetto di bilanciamento e di equilibrio sul sistema nervoso.

Olio essenziale di Incenso

E’ un olio essenziale sedativo, utilissimo per rilassare la mente e le emozioni.
Aiuta le persone che soffrono di ansia stimolando la respirazione profonda, riducendo la pressione sanguigna e favorendo la calma fisica e mentale.
E’ molto efficace da usare  in forma preventiva e quindi prima di una situazione particolarmente stressante.

Olio essenziale di Patchouli

Questo olio ha un ottimo effetto riequilibrante. Come l’olio essenziale di Incenso, anche questo è sedativo e quindi favorisce il rilassamento emotivo. Può essere usato come rimedio dopo che si è vissuta una situazione che ha causato agitazione e irrequietezza.

Questi oli essenziali possono essere diffusi nell’ambiente con gli appositi diffusori (5-6 gocce) oppure versati su un fazzoletto e annusati profondamente per qualche minuto e più volte al giorno (3-4 gocce).

Gli oli essenziali possono essere usati come profumi oppure con diffusori elettrici.

Bagni di magnesio

Il magnesio è un minerale che ha un importante effetto equilibrante sul sistema nervoso. Il modo più diffuso di assumerlo è sotto forma di integratori. Nonostante ciò, se si vuole ottenere un effetto più rapido, è possibile preparare un bagno di sali di solfato di magnesio.

Aggiungere una tazza di sali di magnesio (100 g) nella  vasca da bagno, con acqua calda, e immergersi dentro per 20 minuti. Questo bagno ti aiuterà a rilassarti e a rivitalizzarti senza dover ingerire nessun integratore.

Il jogging

Il Jogging è più efficace dei farmaci ansiolitici, ma senza alcuno degli effetti collaterali. Gli studi hanno confrontato il jogging (ed esercizio fisico più intenso) ai farmaci scoprendo risultati che sono altrettanto forti, con nessun rischio di effetti collaterali.

Abbiamo sempre associato il jogging come un’attività per la cura della salute fisica; non tutti sanno che fare jogging offre immediatamente ottimi risultati anche per la salute mentale. Il Jogging rilascia endorfine (neurotrasmettitori che migliorano l’umore), rilassa i muscoli, brucia l’ormone dello stress (cortisolo), migliora il sonno, e fornisce le distrazioni mentali. La prima cosa da fare quindi è correre.

Stimolazione sensoriale

In generale, “la tecnologia crea più ansia”. Fissare luci in movimento, come quelle delle discoteche, guardare le cose stressanti in TV, giocare con il tuo iPhone – incrementa moltissimo l’ansia.

Ma la tecnologia non è sempre una cosa negativa. L’ansia può effettivamente diminuire a seguito di una stimolazione sensoriale. Quanto più ci circondiamo di distrazioni mentali, meno la mente è in grado di concentrarsi sull’ ansia….e quando diventiamo ansiosi, la mente è il nostro peggior nemico.

Il miglior tipo di stimolazione sensoriale e fare attività sane con i nostri amici, come l’escursionismo. Ma supponendo che si sta a casa propria e magari i nostri amici non sono disponibili, possiamo vedere qualche film divertente, ascoltare musica rilassante, lavorare su un puzzle o parlare al telefono con qualcuno che amiamo.  Sono tutti modi efficaci per rendere molto più difficile il pensare alla nostra ansia.

La regola dei 2 minuti

Questo strumento è molto efficace per risolvere le cose immediatamente. Se trovi una cosa che devi fare, chiediti se la puoi realizzare in 2 minuti. Se sì, falla e se ci metti più tempo, chiediti se davvero è importante farla. In questo modo, imparerai a risolvere le cose nell’immediato e non lasciarle per il futuro, evitando situazioni di ansia.

Altri suggerimenti li puoi trovare nell’articolo “Tecniche fai da te per calmare l’ansia in pochi minuti

Molte persone contrastano il problema dell’ansia in maniera sbagliata

Molte persone credono di risolvere il problema o di attenuarlo, ma realtà lo stanno solo peggiorando, perché si attuano strategie che inconsapevolmente inibiscono la capacità della mente di affrontare lo stress. A tal proposito vi rimando all’articolo “Gli errori più comuni che facciamo per combattere l’ansia

La maggior parte delle persone cerca in tutti i modi di gestire la propria ansia. Ma perché gestire l’ansia quando si può curare? Vorrei concludere con un’aforisma di Fabrizio Caramagna “La vita è un vaso invisibile e tu sei ciò che vi getti dentro. Getta invidia, insoddisfazione, cattiveria e traboccherà ansia. Getta gentilezza, empatia e amore e traboccherà serenità

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la Psiche. Puoi anche iscriverti alla nostra newsletter. Puoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.

loading...