Allontana chi non sa apprezzarti davvero

Quant’è difficile rinunciare a una persona? Davvero tanto risponderai…eppure vi sono dei casi nei quali non si può continuare ad andare avanti, casi nei quali è decisamente opportuno rinunciarvi. Quando? Quando queste persone non ti ritengono più realmente importante.

Rinunciare alle persone che non ti ritengono importanti è semplice quando i soggetti in questione sono di poco conto ed il legame è superficiale. Quando invece si tratta di persone che sono per te importanti la situazione si complica, tuttavia rimanere attaccati a qualcuno che non sa apprezzarti può solo farti star male, corroderti dall’interno.

Rinunciare a qualcuno? Fa parte della vita

Nel corso della vita avrai sempre a che fare con una miriade di persone (almeno che non vivi come eremita). Donne, uomini, bambini, anziani…tanta di quella gente che ad un certo punto avrai difficoltà ad avere un ricordo nitido di ognuno di loro. Vi sono però persone che ricorderai per sempre, con le quali si era creato un legame sincero, profondo.

Persone importanti, che ti hanno supportato per lungo tempo. Ad un certo punto però capita che qualcuno prenda le distanze, che si allontani, che decida di non voler più far parte del tuo percorso di vita. Per coloro che hanno deciso di non appartenere più alla tua vita (quasi sicuramente) tunon sei più importanti e quando non sei più importanti per qualcuno allora è il caso di rinunciare.

Il Valore dell’autostima

Autostima significa letteralmente avere stima di sé stessi, amarsi, rispettarsi.  Nel momento in cui continui a tenerti accanto persone che non ti ritengono importante ti auto-flagelli l’anima, e, se non hai rispetto e amore per la tua stessa persona, in pratica non saprai più cos’è il vero amore, non sarai più in grado di amare e di vivere in maniera serena.

Cosa succede se non allontani le persone che non ti apprezzano

Quando qualcuno non ti ritiene importante probabilmente il suo interesse nei tuoi confronti è calato,  forse ha altre attrattive….insomma i motivi possono essere molteplici. Fatto sta che se non ti ritiene importante allora non merita la tua attenzione! In qualunque tipo di relazione (sia amorosa che a livello di amicizia) è necessario che sia presente una sorta di equilibrio, un dare/avere. Altrimenti? Ti autodistruggerai! Per capire di cosa stiamo parlando molto utile è la metafora della rana bollita che potete leggere nell’articolo di approfondimento Sopportate fino a bruciarvi? Conoscete il principio della rana bollita?

La metafora della barca

Ogni relazione può essere paragonata ad una traversata in barca a remi. Nel corso del viaggio puoi anche remare da sola ma ad un certo punto perderai la rotta a causa dello sbilanciamento, l’imbarcazione inizierà a barcollare e rischierai di farti davvero male!

Come accorgersi che non sei più importante per qualcuno?

Quando alcune persone si allontanano non sempre lo capisci in maniera automatica. Non è detto infatti che chi non ti considera più importante ti abbandoni. Talvolta ti è accanto fisicamente ma è lontano col cuore.

I segnali ti dicono che è il momento di rinunciare a qualcuno

  • L’altro è preso da altre cose, ha cambiato i suoi obiettivi e dunque l’interesse e le attenzioni che aveva nei tuoi confronti non ci sono più.
  • Ad un certo punto a causa dell’atteggiamento distaccato dell’altra persona ti senti spenta e abbandonata. Senti che qualcosa non va, la luce nei suoi occhi quando ti guarda è cambiata.
  • L’altro fa “orecchie da mercante” pur ascoltando ciò che hai da dire lo ritiene di poco conto e si comporta come se il tuo punto di vista fosse del tutto inutile.
  • Ti senti mortificata e negativa, in particolar modo a causa dell’atteggiamento critico e distaccato dell’altro. Inizi a non star bene (ma hai difficoltà ad accettare la cosa).

Ricorda sempre….La vita è troppo breve e preziosa per trascorrere del tempo con persone che non ti fanno stare bene.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la Psiche. Puoi anche iscriverti alla nostra newsletter. Puoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.

I commenti sono chiusi.