Atteggiamenti che separano più della distanza

“L’atteggiamento è una piccola cosa che fa una grande differenza”Winston Churchill

Certi atteggiamenti possono influenzare negativamente le relazioni con gli altri? Ovviamente sì! E’ il modo in cui decidiamo di relazionarci con le persone che fa la differenza; e questo vale per qualsiasi tipo di relazione. Una delle caratteristiche più importanti in una relazione è, infatti, il concetto di vicinanza-lontananza relazionale, pertanto, la modulazione delle distanze aiuta a costruire qualsiasi tipo di rapporto.

La capacità di interagire in modo assertivo con le persone non è un’abilità innata

Come ben sappiamo, nei nostri rapporti sociali e affettivi quello che conta, a prescindere dalle parole, è la capacita di relazionarsi. Quando iniziamo un rapporto tutto sembra andare bene, ma poi, con il passare del tempo dopo una lunga convivenza arrivano i problemi. Se non si è attenti, inizia pian piano ad alzarsi un muro virtuale che rende tutto più difficile…che complica la comunicazione.

Può essere un familiare, un amico, un collega o il partner ad innalzare muraglie, turbando inevitabilmente l’ambiente in cui si vive.

Perché permettiamo che ciò accada?

Il modo di relazionarsi con le persone dipende in parte dal proprio temperamento e in parte da come sono state affrontate le proprie esperienze di vita, soprattutto quelle collegate ai vissuti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Gran parte del nostro apprendimento avviene tramite “modellamento”; ciò significa che impariamo anche attraverso l’osservazione e l’imitazione del comportamento degli altri. Se quando si è piccoli, i propri genitori (o le persone con le quali si trascorre più tempo) esprimono difficoltà nei contesti relazionali, da adulti non si avrà modo di osservare e quindi di imparare modalità efficaci di interazione affettiva o sociale.

5 atteggiamenti che non facilitano un legame affettivo

Il legame affettivo ci consente di instaurare un rapporto d’amore dove non ci aspettiamo nulla in cambio se non il benessere di coppia. Se non abbiamo più tante risorse da investire oppure ne stiamo investendo davvero tante ma senza godere del meritato benessere di coppia, il legame affettivo si sta affievolendo.

Di conseguenza, gli atteggiamenti a volte assumono un carattere conflittuale, creando distanze a volte incolmabili. Succede perché si adotta un atteggiamento difensivo; perchè si è resistenti al cambiamento o magari perchè le interazioni si basano sui pregiudizi o sull’egoismo. Ecco i chiari sintomi della distanza affettiva.

1) Non facciamo più nulla insieme

Può sembrare una banalità, ma la verità è che la maggior parte delle coppie che si rivolgono agli psicologi in cerca di aiuto hanno seguito un percorso comune che li ha portati al punto di rottura: hanno smesso di fare le cose insieme. Ognuno si è immerso nel proprio lavoro e nella sua cerchia di amici, lasciando sempre meno spazio per l’altro. Come risultato, condividono appena una serie di abitudini in ambito familiare, ma hanno smesso di godere delle attività veramente gratificanti che svolgevano insieme.

Cosa fare? E’ essenziale fare le cose insieme per mantenere vivo il rapporto di coppia, e non mi riferisco ad un viaggio o una cena, ma apportare dei piccoli cambiamenti alla routine quotidiana per includere l’altro. La chiave è quella di tornare a riscoprire il piacere di impegnarsi nelle attività fatte insieme, condividendo lo spazio e le emozioni di essere pienamente presenti per l’altro.

2) Non incoraggiamo il contatto fisico

La maggior parte delle persone non lo notano perché è un cambiamento che avviene gradualmente, ma con il passare del tempo nella coppia il contatto fisico diminuisce. Non intendo il sesso, ma il semplice fatto di stare vicini l’uno all’altro.

Cosa fare? E’ importante ricordare che gli abbracci, le carezze, le coccole o stare semplicemente vicini, ci rende felici, così che non dovremmo mai trattenerci dal mostrare l’amore attraverso questi piccoli atteggiamenti. Il tatto è uno dei modi più primitivi e viscerali di conoscere qualcuno ed è fondamentale nel rapporto di coppia.

3) Trascuriamo i dettagli

Ci sono persone più romantiche di altre, ma prestare attenzione ai dettagli non ha nulla a che fare con il romanticismo, ma significa stare attenti alle esigenze della coppia.

Cosa fare? Chiedigli spesso come si sente, aiuta l’altro a risolvere i suoi problemi anche se sembrano poco importanti. Puoi anche sorprendere il tuo partner con dettagli che lo rendano felice. Sono tutti modi per comunicare il nostro amore e mantenere una connessione emotiva.

4) Non condividiamo gli stessi interessi

Ogni persona è diversa ed è inevitabile che alcune delle cose che piacciono al tuo partner non ti interessino. Tuttavia, se sai che una determinata passione è importante per lui o per lei, di tanto in tanto puoi mostrare un poco di interesse.

Cosa fare? Non Bisogna fingere, ma piuttosto comprendere la sua passione e fargli/le capire che ti interessa ciò che fa. Questo aumenterà il vostro livello d’intimità e di compromesso, contribuirà ad avvicinarvi e consoliderà il vostro legame. Ovviamente, il tuo partner deve anche essere disposto a fare lo stesso per te

5. Non ridiamo più

Ridere permette di rilasciare endorfine, degli ormoni che agiscono come un calmante naturale favorendo un piacevole stato di rilassamento e di tranquillità. Inoltre, attraverso la risata ci sintonizziamo con l’altro, catturiamo la sua attenzione e facciamo in modo che questa persona provi piacere a starci vicino. Infatti, se ci guardiamo alle spalle, noteremo che all’inizio del rapporto ridevamo molto di più insieme, il che significa che ci si sforza di più per rendere felice l’altro.

Cosa fare? E’ semplicissimo, basta mantenere quello spirito.

PER CONCLUDERE

Confrontatevi quotidianamente; sforzatevi di entrare in contatto con le vostre emozioni, assicurandovi che entrambi capiate i bisogni dell’altro. Ascolta senza interromperlo/a; mettiti in discussione; tollera le differenze di opinioni e accetta il confronto, anche sulle questioni più serie e potenzialmente negative. Ricorda sempre…una coppia unita deve saper affrontare tutto.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la Psiche. Puoi anche iscriverti alla nostra newsletter. Puoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.


© Copyright, www.psicoadvisor.com – Tutti i diritti riservati. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 


Dottoressa in psicologia, esperta e ricercatrice in psicoanalisi. Admin del sito

Nessun commento.

Lascia un commento