Cosa si nasconde dietro le coppie felici su Facebook

Ogni giorno, su Facebook, assisti a un gran numero di effusioni e smancerie. Alcune coppie fanno di tutto per farti sapere quante volte vanno a cena fuori, i fiori che si regalano, i nomignoli che usano, quanti regali si scambiano, cosa hanno fatto per l’ultimo anniversario… e non mancano dediche, poesie e frasi struggenti.

Wow!
Sembra quasi che lei voglia farti sapere che è la ragazza più fortunata del mondo e lui voglia mostrare a tutti quanto è innamorato (o viceversa!).

Se hai uno spirito irrimediabilmente romantico, potresti trovare tutto questo molto dolce ma in realtà non lo è affatto. A dare la sentenza sono stati diversi studi, in primis quello del team di ricerca dell’Albright College, in Pennsylvania.

L’overshering delle “coppie felici” su Facebook è indice di insicurezza e instabilità emotiva dei componenti della coppia.

Il team di ricercatori, esperto in dinamiche relazionalipsicologia e comportamenti sui social network ha condotto un’indagine chiara.

Per questo studio, i partecipanti (coppie dal post facile) sono stati invitati a completare, individualmente, un sondaggio. Le domande vertevano sul comportamento adottato su Facebook e le motivazioni che inducevano a postare determinate cose. I ricercatori si sono soffermati soprattutto su tratti delle personalità individuale piuttosto che sulle dinamiche di coppia.

Con i sondaggi hanno rilevato che le coppie più in vista su Facebook sono anche le meno solide. Chi manifesta il suo amore su Facebook, in modo esagerato, incarna tratti di personalità ansiosa, insicura e che più facilmente tende a scoraggiarsi.

I ricercatori hanno concluso che queste coppie utilizzano Facebook per diminuire le paure e le insicurezze che nutrono all’interno del rapporto.

Una seconda sentenza arriva dalla sessuologa Nikki Goldstein, esperta in dinamiche nei rapporti di coppia. Per la sessuologa:

«Condividere troppi post ‘di coppia’ potrebbe nascondere dei problemi. Spesso, infatti, chi esagera con certi contenuti lo fa solo perché poco convinto, o turbato, dalla propria relazione sentimentale, e quindi cerca l’approvazione degli altri sui social media»

Questo atteggiamento, stando alla sessuologa, sarebbe legato a una scarsa autostima. Tale insicurezza di fondo, per essere superata, necessita dell’approvazione altrui. Con i Like e i commenti, l’individuo riceve i consensi necessari per sopravvivere all’interno della coppia, superando così i dubbi che nutre  sulla scelta del partner.

Altri fattori da considerare

Le ricerche hanno concluso che le coppie più in vista su Facebook sono le meno solide nella vita privata ma questa generalizzazione è pericolosa. In realtà, anche dai sondaggi si capisce che l’instabilità non riguarda necessariamente la coppia ma il singolo individuo. Una instabilità emotiva può essere legata a tanti altri fattori e non indica necessariamente che la coppia è poco unità.

L’oversharing potrebbe essere legato alla paura di essere abbandonato, di non essere all’altezza della relazione, potrebbe celare sfumature narcisistiche e tanti altri fattori di natura compensatoria. Insomma, generalizzare è impossibile.

Per chiarezza, riporto alcuni esempi.

#1 Ecco l’esempio di una coppia unita, che nella vita quotidiana vive le gioie delle piccole cose ma che, nonostante questo, sente il bisogno di consolidarsi su Facebook.

In questo contesto, uno o entrambi i componenti della coppia può aver avuto un vissuto difficile in cui i genitori  non si amavano e vi erano costanti screzi. In questo caso, uno dei componenti della coppia potrebbe sentire il bisogno di mostrarsi felice su Facebook. Niente di così instabile: è un modo per dimostrare al proprio inconscio che non commetterà l’errore dei suoi genitori.

Si tratta di una compensazione inconscia molto comune tra chi ha genitori divorziati o è consapevole di tradimenti tra gli stessi genitori.

#2. Ecco l’esempio di una coppia unita, molto complice nella vita quotidiana, ma che comunque sente il bisogno di consolidarsi su Facebook per altri meccanismi compensatori.

In questo scenario, la coppia usa la sua felicità per compensare  altre mancanze della vita. Magari, uno o entrambi i componenti della coppia non sono soddisfatti della vita lavorativa o della situazione socio-economica e così compensa mostrando quanto invece la sua via sentimentale sia ben consolidata.

E’ anche vero che è luogo comune pensare che l’amore vince su tutto. Quindi questa potrebbe essere usata come strategia anche da coppie non innamorate, per compensare la mancanza di complicità. Insomma, come premesso le generalizzazioni sono impossibili e ogni caso ha una storia a sé!


Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci su Facebook:
sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la PsichePuoi anche iscriverti alla nostra newsletterPuoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.

© Copyright, www.psicoadvisor.com – Tutti i diritti riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.


Anna De Simone, life coach, scrittrice e admin di psicoadvisor.com

Nessun commento.

Lascia un commento