Domande curative per superare i momenti di sconforto

Tutti noi possiamo avere momenti di sconforto: non sentirsi all’altezza delle aspettative, perdere un genitore, perdere la persona che ami, aver paura di rimanere per sempre senza legami affettivi.

Quei maledetti giorni in cui ci svegliamo privi di forze e di energia per affrontare la giornata

Sono quei momenti in cui la tristezza ci avvolge e ci soffoca con il suo manto di debolezza… quei momenti in cui ci si sente senza forze e senza alcuna motivazione per alzarsi dal letto.

Cosa fare in quei momenti di sconforto?

La tristezza si combatte poco a poco e con piccole conquiste quotidiane! Si suol dire “il buongiorno si vede dal mattino”: se vuoi davvero stare bene con te stessa devi alzarti dal letto in maniera propositiva; basta svegliarsi già con l’idea che la giornata sarà noiosa o faticosa. Devi alzarti con uno spirito positivo e rallegrarti per le cose piacevoli che di sicuro potranno accaderti. Esempio: “oggi sarà una bella giornata” oppure “oggi mi sento in forma e vincente”

“La vita va vissuta, non è fatta per piangere o per arrendersi. Tu vali molto di più di quella tristezza che vuole farti credere altro”

Oggi sai che ti aspetta una giornata nera, magari piove o la collega di lavoro ti sta antipatica, ma otterrai qualcosa lamentandoti in casa? Assolutamente no, anzi rischi solo di peggiorare ulteriormente la giornata.

“Se il giorno non ti sorride, sorridigli tu per primo”

Non importa se il cielo è grigio, se oggi hai più occhiaie del solito o se non hai più al tuo fianco la persona che ti rendeva felici. È il momento di trovare un nuovo entusiasmo, di intraprendere nuovi progetti. L’entusiasmo si alimenta ogni giorno attraverso piccole idee che possono a loro volta portare a grandi possibilità.

Quando ti svegli, pensa a qualcosa che ti piacerebbe fare durante la giornata: passeggiare nel parco, fare acquisti, chiamare un’amica che non senti da tempo, leggere un libro nuovo, provare una nuova acconciatura o un nuovo taglio, iscriverti a quel corso che ti interessa tanto.

“Qualsiasi cambiamento farai oggi diventerà parte di un nuovo ponte in costruzione per la felicità del domani. Vale la pena provarci”

Domande curative per superare i momenti di sconforto

Per evitare di cadere nella trappola dello sconforto, aiutati con queste domande-antidoto:

1) Posso migliorare la mia giornata?

2)Lamentarmi migliorerà la mia giornata?

3) Sono davvero sicura che ho motivo per stare male?

4) Proprio tutti nella vita mi hanno delusa?

5) Sto esagerando per qualcosa che in realtà non merita tanta attenzione?

6) Sono davvero sicura che non ho alternative per migliorare il mio stato attuale?

7) Sto provando a scappare dai miei problemi?

8) Sono troppo aggrappata al mio passato?

9) Pensare male degli altri rende la mia vita migliore?

10) Aggrapparmi a qualcuno mi renderà felice?

La vita è un cambiamento continuo,  accetta che a volte bisogna mettere da parte il passato per guardare al futuro

È difficile distaccarsi da chi amavi fino a poco fa, è difficile affrontare la vita se ci si sente demotivati e sfiduciati, è difficile lasciarsi dietro i ricordi per concentrarsi sul presente.

Dunque, come si può fare? Come lasciare andare quello che eri e che avevi prima?

Con coraggio, con entusiasmo e con una buona autostima. Pensa che la vita è come una grande sala piena di porte verso cui puoi incamminarti. Non ha senso rimanere intrappolata in un baule di ricordi.

Quanto ti ami?

La vita non si ferma ad aspettare che la tua tristezza svanisca! Anzi, la tristezza diventa molto più pericolosa se rimani immobile…se resti in casa senza uscire, senza voglia di parlare con nessuno e cercando riparo nelle lacrime.

Sappi che ogni sforzo che farai per vincere la disperazione ti salverà dal cadere in depressione. Devi concentrarti sul fatto che tutti meritiamo di essere felici, e tu più di ogni altro.

Cerca la tua vera identità, fai quello che ti sei sempre proposta di fare e che non hai mai avuto il coraggio di intraprendere. Un viaggio da sola? Cercare lavoro in un’altra città? Chiedere gli alimenti al tuo ex? Vivere significa accettare le sfide.

“Non arrenderti, per favore, non cedere, anche se il freddo punge, la paura morde, il sole si nasconde e il vento tace. C’è ancora fuoco nella tua anima, c’è ancora vita nei tuoi sogni” Mario Benedetti

C’è bisogno di coraggio per combattere e vincere la tristezza. Ma io ti assicuro che puoi farcela….devi solo convincerti di meritare la felicità che cerchi.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la Psiche. Puoi anche iscriverti alla nostra newsletter. Puoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.

loading...