Gli uomini amano poco

“Gli uomini amano poco” … ”Gli uomini amano poco” … “Gli uomini amano poco” …Ho sentito ripetere questa frase folle, furiosa, depressiva …. questa frase definiva, sconcertante e odiosa … l’ho ascoltata così tante volte in psicoterapia che ho intitolato così il mio libro su amore, coppia e dipendenza.

In oltre quindici anni di psicoterapie, mille donne e uomini diversi mi hanno detto: “Gli uomini amano poco”, persone di ogni età, estrazione sociale, cultura ed esperienza. Hanno pronunciato queste quattro parole con gli accenti più diversi, in un’infinità di toni e di punteggiature.

Le hanno sussurrate con rassegnazione, le hanno ringhiate o singhiozzate, sempre diverse eppure sempre identiche, con la forza di un proclama in angosciosa sinfonia. Allora, intitolare il libro “Gli uomini amano poco. Amore, coppia, dipendenza” è diventato necessario quanto dichiarare in sottotitolo il tema di fondo: spezzare gli schemi psicologici della dipendenza affettiva.

Infatti, per confutare una convinzione così pericolosa e disfunzionale occorre innanzitutto comprenderla, inseguire la sua eco nella sfera più intima, oltre il maschile e il femminile, e raggiungerla nella sua essenza: la relazione e le sue declinazioni non numerabili, uniche, eppure soggette alla rigidità degli schemi universali del “mal d’amore” più che alla fluidità meravigliosa di esistenze che si evolvono, che co-evolvono, al di là del sentimento del possesso, della manipolazione, del sospetto e della gelosia patologica.

Sotto il titolo “Gli uomini amano poco. Amore, coppia, dipendenza”“, racconto decine di storie di dipendenza affettiva e di liberazione, ma soprattutto presento un saggio psicologico sull’amore rivolto a chi si interroga sulla natura della propria relazione e non è più disposto a soffrire per preservarla.

Così, il libro delinea non solo i vissuti e i profili de “gli uomini che amano poco”, ma descrive sette identità di “donne che amano poco” e mostra come gli uni e le altre si aggrovigliano nella psicopatologia, sino a distruggersi a vicenda a qualunque costo, in spregio di quello stesso amore idealizzato – e per questo impossibile – che dovrebbe invece emanciparli e promuovere la loro evoluzione di essere umani.

“Gli uomini amano poco. Amore, coppia, dipendenza”, per metà affronta il tema della dipendenza affettiva e delle relazioni “malate”, per metà esplora i dinamismi degli amori “sani” e propone un confronto necessario tra due esperienze immensamente differenti che sembrerebbero nascere da presupposti uguali … ma è un’impressione erronea e pericolosissima, come ogni lettrice e ogni lettore scopriranno.

Per 202 pagine, non parlo d’altro se non di come come sentire e reinterpretare, comprendere e cambiare, ri-vivere, mettersi in salvo e risolvere l’enigma di unioni originariamente impossibili, o che lo sono diventate.

Pubblicato nel 2012, dopo quattro ristampe nel solo formato cartaceo, “Gli uomini amano poco. Amore, coppia, dipendenza”, esce totalmente rinnovato in cartaceo e in digitale, con contenuti e capitoli inediti. È insieme un prologo e una continuazione de “I narcisisti perversi e le unioni impossibili” che, dato il successo in Italia, è in traduzione in inglese, spagnolo e portoghese per la distribuzione globale. “Gli uomini amano poco” è disponibile nelle migliori librerie e online su Amazon.

Autore: Enrico Maria Secci, Blog Therapy

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sugli argomenti che salvaguardano la tua crescita emotiva, puoi seguire Psicoadvisor sulla sua pagina facebook ufficiale: “Psicoadvisor.

Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze? Iscriviti al gruppo di Psicoadvisor Dentro la psiche

Per ricevere ogni giorno i nuovi contenuti sulla tua posta elettronica, iscriviti alla news letter di Psicoadvisor: clicca qui per l’iscrizione.

Nessun commento.

Lascia un commento