Massaggiare le orecchie per risollevare corpo e mente

Tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo sofferto o soffriremo di stress; è qualcosa di assolutamente naturale, qualcosa con cui conviviamo ogni giorno. Ciò che però deve essere compreso è il livello di stress che possiamo vivere ogni giorno.

Lo stress nasce da una discrepanza tra quello che noi possiamo fare e ciò che percepiamo come le richieste dell’ambiente esterno.  In questo senso lo stress è strettamente connesso alla nostra percezione, ciò che noi percepiamo di noi stessi e dell’ambiente che ci circonda.

Primo livello di attivazione dello stress

Ad un primo livello lo stress è naturale e utile, perché ci permette di trovare nuove risorse, nuove energie, di attingere quello che in realtà è il nostro potenziale.

Il nostro sistema mente-corpo si attiva per far fronte alle richieste esterne, aumenta il battito cardiaco, la pressione arteriosa e a livello cognitivo aumento per esempio l’attenzione, la memoria, riusciamo a essere maggiormente focalizzati su ciò che dobbiamo compiere.

Secondo livello dello stress

Il problema sta nella continuità di questo, nel momento in cui ci troviamo giorno dopo giorno, settimana dopo settimana o ancora di più a dover fronteggiare situazioni che percepiamo come eccessivamente richiedenti rispetto alle nostre risorse (secondo stadio).

Terzo livello dello stress

Ecco che il nostro organismo inizia a affaticarsi, per cui vengono secreti ormoni che a lungo andare possono arrivare anche a danneggiare il nostro organismo stesso, fino a arrivare a un terzo stadio di esaurimento, a questo livello lo stress può generare problematiche che devono essere affrontati con interventi più specialistici.

L’auricoloterapia come medicina alternativa per alleviare ansia e stress

Come già accennato, lo stress, può comportare problemi di salute  con un grande impatto sulla nostra vita. Per esempio, lo stress causa gravi mal di testa, ansia, tremori, sudorazione, dolori muscolari, problemi digestivi, nausea, bisogno costante di urinare, ecc.

E’ necessario evitare che lo stress diventi uno stile di vita o qualcosa che comprometta la nostra vita quotidiana.  Esistono molti rimedi contro lo stress e l’ansia. Non sono in molti a conoscere una tecnica orientale in grado di ridurre immediatamente lo stress; consiste nel massaggiare un punto specifico dell’orecchio.

Mi riferisco all’auricoloterapia, una tecnica poco conosciuta e diffusa. Vediamo come metterla in pratica per utilizzarla la prossima volta che ci sentiamo sopraffatti dallo stress.

L’auricoloterapia è una medicina alternativa scientificamente comprovata da studi e sperimentazioni. E’ completamente basata sulla riflessoterapia dell’orecchio.

Il padiglione auricolare è considerato la “zona riflessa” capace di veicolare stimoli nervosi all’intero organismo umano.

Le prime tracce di auricoloterapia si incontrano nella medicina orientale e risalgono a più di 3.000 anni fa; questa pratica medica alternativa avrebbe, dunque, percorso una lunghissima strada, dagli Egizi ai Cinesi sino agli studi del Dottor Paul Nogier che dedicò le sue attenzioni scientifiche al padiglione auricolare a partire dal 1950 e che garantì all’auricoloterapia crisma scientifico.

Sicuramente molti di voi si sorprenderanno degli effetti positivi che un semplice massaggio all’orecchio possa avere sulla salute. Questa zona, che di solito ignoriamo, può generare effetti curativi in tutto il corpo in base al tipo di massaggio che si pratica.

Attraverso la digitopressione sull’orecchio, il tuo corpo ne beneficerà tantissimo

Nell’orecchio ci sono molti nervi facilmente stimolabili: è proprio questo meccanismo manuale che ci permetterà di rilassarci.

Gli esperti di riflessologia, hanno riconosciuto nel padiglione auricolare un ottimo punto riflesso poiché esso è irradiato da importanti nervi cranici, tra cui il cosiddetto nervo vago che permette agli impulsi nervosi di raggiungere punti lontani e profondi del corpo,  riflettendosi su molteplici centri nervosi deputati al controllo di importanti funzioni vitali.

Il punto dell’orecchio da massaggiare è noto nella cultura cinese come Shen Men o “Porta del Cielo”, proprio perché è un punto antistress che aiuta a:

  • combattere la tensione
  • aumentare il flusso d’energia
  • migliorare il benessere del nostro corpo

Il punto Shen Men, in grado di ridurre lo stress e i dolori, si trova al centro del terzo superiore dell’orecchio.

Immaginate anche voi, come fece il Dottor Nogier, di sovrapporre al padiglione auricolare la sagoma di un feto con la testa rivolta verso il basso ovvero in corrispondenza del lobo, vi renderete conto che in quest’ottica l’orecchio esterno riproduce tutto il corpo di un essere vivente:

 

Volto e testa trovano corrispondenza nel lobo, gli organi del torace e dell’addome cadono nella conca, mentre la schiena, le braccia e le gambe corrispondono all’area compresa tra i due archi più sporgenti dell’orecchio, che in medicina prendo i nomi di antelice e elice.

Pertanto la stimolazione corretta dell’orecchio può portare benefici in relazione a differenti patologie, tra le altre le malattie respiratorie come l’asma, le cefalee, la lombo-sciatalgia, ma anche  l’ipertensione, la stipsi e persino la dismenorrea.

Come combattere lo stress massaggiando l’orecchio

Ecco alcuni dei consigli dati dagli esperti di questa tecnica, per sfruttare al meglio questo punto di pressione e sentirsi più rilassati e privi di stress:

  1. Massaggia delicatamente questo punto dell’orecchio con l’aiuto di un cotton fioc
  2. Esercita pressione e massaggia frequentemente, facendo molta attenzione
  3. Fai dei respiri profondi e ascolta il tuo corpo
  4. Continua con gli esercizi di respirazione, guarda a sinistra mentre inspiri e a destra mentre espiri.

Bastano pochi minuti e noterai una sensazione di sollievo nel corpo e nella mente. L’importante è concentrarsi. Puoi anche massaggiare questo punto dell’orecchio usando le dita.

Usa questo rimedio ogni volta che sei stressato o soffri di dolori causati dalla tensione. Puoi usare questa tecnica tutte le sere prima di andare a dormire.

 

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la Psiche. Puoi anche iscriverti alla nostra newsletter. Puoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.

loading...