Perché sorridere? Ecco 9 buoni motivi

«Un giorno senza un sorriso è un giorno perso», Charlie Chaplin.

Sorridere è molto più che il semplice piacere che ne consegue o una forma per esternare il nostro stato d’animo. Questo gesto è un vero e proprio toccasana che, oltre a rendere la vita più allegra ci regala moltissimi benefici. E poi è gratis e davvero contagioso.

Già nell’antichità si conosceva il potere benefico del ridere, non a caso i maestri di scuola tibetana ridono e fanno ridere i loro allievi. Per il buddismo Zen quindici minuti di risate equivalgono a sei ore di meditazione e, nella medicina tradizionale cinese, lo Xiao (il ridere) è la corrispondenza del suono al meridiano principale del cuore il cui movimento psichico è la gioia. (Yoga della risata)

Sorridere è il più grande regalo che possiamo fare a noi stessi e agli altri

Basta osservare i visi delle persone per notare che nessuno sorride, che tutti hanno perso il senso dell’umorismo.  Cosa succederebbe se sorridessimo un po’ di più? Non abbiamo nulla da perdere, in ogni caso i nostri problemi continueranno ad esserci, ma se sorridiamo, di sicuro riusciremo a vederli in un’altra prospettiva.

Sorridere rende sereni, allunga la vita, fa bene all’umore, alla pressione, al cervello, ci fa sentire vivi e capaci di apprezzare la vita nonostante le difficoltà. Inoltre tiene alla larga stress e malattie. Insomma, non solo fa bene sorridere ma può letteralmente trasformare la nostra giornata. Infatti, sono numerosi gli studi in ambito psicologico che risaltano i benefici del sorriso.

Perché sorridere? Ecco 9 buoni motivi

Il sorriso migliora la nostra qualità di vita e la nostra salute e ha effetti positivi sia fisici sia psicologici. Pensate che esiste una vera e propria scienza, la gelotologia, che studia la risata e le emozioni positive in funzione di prevenzione, riabilitazione e formazione. Impariamo dunque a sorridere, se vogliamo vedere la vita da un punto di vista diverso, molto più gradevole e salutare.

1) Sorridere per rafforzare l’autostima

Il sorriso aiuta a rafforzare la nostra l’autostima. Se amiamo noi stessi, siamo in grado di accettare i nostri difetti e i nostri pregi e di mettere da parte l’importanza che diamo alle opinioni degli altri.

2) Sorridere per apparire più affidabili

Un sorriso genuino trasmette un messaggio molto chiaro: “mi sento bene e sono disponibile a cooperare”. Una ricerca condotta nel 2001 ha dimostrato che le persone che sorridevano risultavano il 10% più affidabili.

3) Sorridere per ottenere indulgenza e perdono

Quando ci rendiamo conto di avere fatto qualcosa di sbagliato o inadeguato, spontaneamente osserviamo gli altri sorridendo. Perchè? Secondo una ricerca realizzata nel 1995 sorridere dopo avere infranto una regola può aiutare a ottenere indulgenza e perdono; sia che si tratti di un sorriso falso o meno. La ragione sottostante è sempre quella che tendiamo a valutare più affidabili le persone che sorridono.

4) Ridere per minimizzare il dolore

Anche se può sembrare un controsenso, ridere di fronte a una situazione che ci causa dolore (soprattutto emotivo), ci aiuta a ridimensionare il malessere. Una ricerca  sulla teoria della retroalimentazione facciale, affermerebbe che quando il nostro cervello percepisce un sorriso (anche quando questo è falso), è come se sentisse che tutto va meglio e, a sua volta, emette segnali di recupero. Insomma, il sorriso sarebbe come un piccolo trucco per ingannare il cervello che alla fine ci fa sentire meglio.

5) Sorridere per vincere nell’insight

Quando siamo nervosi la nostra attenzione si riduce, smettiamo di percepire adeguatamente la realtà circostante e ci chiudiamo in noi stessi. L’ansia non è una buona compagna della creatività , dato che non ci permette di concentrarci sulle idee periferiche del problema. Tuttavia, secondo uno studio realizzato nel 2010, sorridere aumenta la nostra capacità a livello di attenzione, la nostra flessibilità mentale e la capacità di pensare in modo olistico (completo).

6) Sorridere per allungare la vita

Un curioso studio ha mostrato che quelli che ridono di più sono anche i più longevi. Una ricerca di Abel & Kruger ha analizzato le foto di 150 giocatori di baseball che giocavano negli anni Cinquanta: viene preso come parametro di riferimento il sorriso di Duchenne, il più autentico di tutti, quello che coinvolge sia le labbra che i muscoli intorno agli occhi. I risultati mostrano che i giocatori che non sorridevano hanno vissuto in media 72 anni, quelli che sorridevano invece in media 80 anni.

6) Sorridere per preservare la salute del cuore

Lo psicologo José Elías, esperto di risoterapia in Spagna, ha evidenziato che ridere rafforza il cuore, perché quando ridiamo muoviamo 420 muscoli del nostro corpo, tra cui il cuor.  Ridere, inoltre, riduce la pressione arteriosa perché aumenta le dimensioni dei vasi sanguigni e favorisce la respirazione perché la ventilazione aumenta significativamente. Le persone che sorridono spesso hanno meno probabilità di sviluppare patologie cardiache e godono di uno stato di salute migliore.

7) Sorridere per essere più comunicativi

Sorridere è un potente mezzo di comunicazione, una calamita per attirare le persone. Chi si  avvicinerebbe a una persona col broncio? E’ più facile interagire con gli altri siamo noi per prima a sorridere e a predisporci ai rapporti sociali e questo è vero in tutto il mondo. Il sorriso è il simbolo della felicità, capace di sormontare ogni barriera linguistica o culturale.

8) Sorridere per migliorare l’umore

Sorridere rilascia endorfine. E le endorfine aiutano a loro volta il cervello a sorridere. Di nuovo. Già, si tratta di una’droga’ completamente naturale: pensa che un sorriso produce un’attivazione cerebrale che è di 2mila volte più efficace di una tavoletta di cioccolato.

9) Sorridere per rafforzare il sistema immunitario

Sorridere aiuta il corpo a rilassarsi. Il relax permette al sistema immunitario di reagire in modo più rapido ed efficace di fronte alle minacce. Se il nostro sistema immunitario funzionerà meglio, ci ammaleremo di meno e il nostro stato di salute ne guadagnerà.

George Eliot diceva “Indossa un sorriso e avrai amici, indossa un broncio e avrai le rughe”.  Certo, non si tratta di avere sempre il sorriso stampato sul volto, ma di ricordare che la serenità va cercata interiormente.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la Psiche. Puoi anche iscriverti alla nostra newsletter. Puoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.


© Copyright, www.psicoadvisor.com – Tutti i diritti riservati. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

E’ vietata la copia e la pubblicazione, anche parziale, del materiale su altri siti internet e / o su qualunque altro mezzo se non a fronte di esplicita autorizzazione concessa da Psicoadvisor.com e con citazione esplicita della fonte. E’ consentita la riproduzione solo parziale su forum, pagine o blog solo se accompagnata da link all’originale della fonte.  E’ altresì vietato utilizzare i materiali presenti nel sito per scopi commerciali di qualunque tipo.

 


Dottoressa in psicologia, esperta e ricercatrice in psicoanalisi. Admin del sito

Nessun commento.

Lascia un commento