Paura di lasciarsi andare nei rapporti d’amore

La fiducia dovrebbe essere la base di ogni rapporto amoroso, eppure, proprio a causa della mancanza di questo ingrediente, le coppie sono costrette ad affrontare numerosi problemi relazionali e intimi.

Se nelle relazioni passate e ancora oggi fatichi a dare fiducia al partner di turno, significa che in te ci sono ferite passate non ancora rimarginate. E’ banale dire “sono rimasto scottato troppe volte eppure una ferita recente (magari il tradimento o l’abbandono improvviso di un ex) può aver riaperto una ferita ancora più antica, che giaceva lì fin dalla tua infanzia.

La realtà è chiara: è impossibile avere relazioni stabili, felici e durature se manca la fiducia nel partner, è estremamente difficile, con questo limite, poter raggiungere la vera intimità.

Superare i problemi di fiducia nella coppa è difficile: non riesci a lasciarti andare, a fidarti completamente perché sei mosso dalla paura di essere tradito, umiliato, lasciato o addirittura manipolato… temi che qualcosa “accada di nuovo”.

Il rischio che percepisci nel lasciarti completamente andare diventa schiacciante e invalidante per la coppia.

Come nascono i problemi di fiducia

problemi di fiducia nascono da esperienze di vita passate, anche se molti pensano che si tratta di una storia finita male, durante l’adolescenza o l’età adulta, nella maggior parte dei casi queste esperienze hanno origine nell’infanzia.

Questo ti fa capire perché alcune persone hanno un rapporto pro-attivo con il tradimento, mentre altri aberrano alla sola idea. I problemi di fiducia si presentano come un meccanismo di difesa del tutto naturale ma completamente disfunzionale per la coppia e la genesi di rapporti intimi.

I problemi di fiducia nascono da una vecchia ferita… allora perché è così difficile guarire? Perché quella ferita innesca una sorta di pregiudizio: se è successo una volta mi succederà ancora!

Il pregiudizio (o la credenza) arriva davvero a “pre-giudicare” ogni relazione, perché ti fa pensare continuamente che le persone, in qualche modo, finiranno per ferirti nell’orgoglio e nell’emotività.

Dal pregiudizio all’ipervigilanza

Dalla credenza che “se sono stato ferito una volta, mi capiterà ancora” scatta una vita vissuta sulla difensiva che crea solo distanza nella coppia o peggio, sospetto e ipervigilanza.

L’ipervigilanza nasce come una forma di auto-tutela ma, dato che è mossa dall’emotività e non dalla razionalità, finirà col diventare una forma di auto-sabotaggio della coppia.

In pratica, con l’ipervigilanza finirai per cercare i segni di un tradimento. Certo, qualcuno può affermare che la fiducia ai tempi dei social network è più difficile da concedere ma non è così per tutti. Chi è incline alla diffidenza sarà mosso dalla paura di essere tradito/soggiogato e così inizierà una sorta di inquisizione per prevenire un eventuale tradimento, questo non farà altro che amplificare i problemi di fiducia nella coppia… ecco che si arriva all’auto-sabotaggio, alla distanza, al distacco e alle inevitabili fratture. Il partner potrebbe addirittura sentirsi legittimato a tradirti: ti può sembrare assurdo ma è un meccanismo frequente.

Per superare i problemi di fiducia devi vedere le cose in modo diverso

Ti direi che per superare i tuoi problemi di fiducia dovresti individuare la tua ferita ancestrale e guarirla, proprio come dovrebbe fare una partner evitante… Non tutti, però, hanno il tempo e le risorse per affrontare un cammino di analisi, per questo ti darò qualche suggerimento applicabile fin da subito.

Inizia a vedere i tuoi sospetti come qualcosa che non riguarda il partner ma solo te stesso. Inizia a vedere la tua mancanza di fiducia come un meccanismo di auto-difesa del tutto disfunzionale. Questo non è necessariamente semplice: sei portato a mettere in dubbio l’operato del prossimo e non certamente te stesso, il dolore che hai vissuto in passato è ancora lì, da qualche parte a lavorare in background e a invalidarti l’esistenza: per te, esiste la possibilità di essere di nuovo ferito ed è inaccettabile. Come venirne fuori? Sollevando il partner da ogni responsabilità e iniziando a guardarti dentro. Pensa alla tua vita e vai a ritroso soffermandoti su tutti gli episodi in cui ti sei sentito ferito, tradito e abbandonato. Elabora e convalida quel dolore, è solo tuo e il tuo attuale partner e tutte le relazioni future… non hanno nulla a che fare con quello che hai vissuto.

La relazione non è “in o out”, so che spesso ti senti così: vulnerabile se ti lasci andare al partner e incompleto o insoddisfatto se non lo fai. La verità è che tu puoi lasciarti andare, se dovesse arrivare la fine di una storia, hai tutte le risorse per rialzarti… in più non è detto che la fine debba necessariamente arrivare!

Ricorda queste semplici regole, sono universali e funzionano per tutti:

  1. La fiducia va guadagnata
    Se il partner non ti dà elementi oggettivi, la tua mancanza di fiducia è inappropriata.
  2. La fiducia si dà a chi la merita
    A volte succede qualcosa di contorto, cioè non ti fidi di chi è degno di fiducia ma tendi a fidarti di chi ha più possibilità di tradirti, questo per innescare la “profezia che si autoavvera”, cioè inconsciamente vai a ricreare quella situazione in cui tu ti senti tradito per poi essere nuovamente legittimato a non dare fiducia. Ecco perché ti ricordo di nuovo il punto 1, la fiducia non va regalata a chiunque ma va guadagnata.
  3. Condividi ciò che ti senti di condividere
    Se non ti fidi, non forzarti, concediti il tuo tempo e nel frattempo, ricorda di rispettare il partner che, se motivato, capirà i tuoi ritmi e proseguirà la storia con più calma. Per esempio, non è detto che dopo un mese di relazione il partner debba sapere tutto di te!
  4. Puoi impegnarti emotivamente
    Non vuoi attaccarti a qualcosa che puoi perdere, anzi, che già sai che perderai…. Sappi che puoi impegnarti emotivamente senza perdere nulla di te stesso. La tua integrità personale cammina su un binario diverso dal dualismo di coppia.
  5. Non amplificare gli errori del partner
    Impara anche a vedere la realtà per ciò che è, ciò significa che devi mitigare i tuoi giudizi e tollerare le imperfezioni del partner e non vedere tutto come se fossero degli affronti alla tua persona, al tuo orgoglio e alla tua fiducia. Se è in ritardo, non ti sta nascondendo qualcosa e tantomeno non ha considerazione di te, se fa tardi a lavoro, non significa necessariamente che non vuole vederti o che ti sta rifiutando… cerca di essere razionale nei tuoi ragionamenti mettendo da parte i pregiudizi.

Chi ha problemi a lasciarsi andare tenderà, inevitabilmente, a instaurare relazioni superficiali… ciò non significa che tu sei superficiale! Puoi avere pensieri profondi e una forte emotività contornata dalla paura di essere ferito, con le relazioni superficiali ti stai solo proteggendo, per questo potresti iniziare relazioni sbagliate in partenza (con uomo o una donna già impegnati, con persone inaffidabili o nate da incontri occasionali…), intraprendere relazioni leggere non ti salverà da “minacce esterne”, non stai facendo altro che procrastinare il tuo vero problema.

Come ti vedono gli altri

Gli altri potrebbero descriverti come un ipocrita, una persona impossibile da accontentare… questo perché i tuoi problemi a lasciarti andare riguardano solo te e non sempre sono compresi. Gli altri ti vedono come una “persona difficile” e sarai portato a doverti difendere da diverse accuse… non puoi biasimare chi ti addita, ricorda che la tua paura di essere ferito non ti autorizza a mancare di rispetto al prossimo.

L’unica cosa che puoi fare è lavorare sui tuoi problemi a fidarti del prossimo, a lasciarti andare… non è come camminare sui vetri rotti, ma richiede una grossa dose di coraggio e soprattutto fiducia in sé, alla propria capacità di affrontare le emozioni.

Imparare a fidarsi di qualcuno comporta anche la responsabilità di accettare dei rischi, il rischio di soffrire. Fai introspezione e impara a esplorare la coppia, come funziona la fiducia per il partner e come funziona la vita in due. Le persone non sono perfette, fanno scelte che non sempre sono in linea con le tue aspettative, impara a tollerarlo: la chiave, nel tuo caso, non è evitare il dolore emotivo ma imparare ad accettarlo.

Nota bene: l’articolo è dedicato a chi ha problemi a lasciarsi andare nella coppia e quindi massimizza le conseguenze di ogni minimo errore del partner.

Illustrazione: Tess Emily


Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci su Facebook:
sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la PsichePuoi anche iscriverti alla nostra newsletterPuoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.

© Copyright, www.psicoadvisor.com – Tutti i diritti riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.


Anna De Simone, life e mental coach, scrittrice e admin di psicoadvisor.com

1 Commento a “Paura di lasciarsi andare nei rapporti d’amore”

  1. Luigi Casada

    Mag 29. 2018

    un bell’articolo che finalmente indica come poter intervenire e migliorarsi nei propri ambiti senza scaricare colpe e responsabilità sui presunti lupi cattivi che ci circondano.
    Finalmente qualcosa di costruttivo

    Reply to this comment

Lascia un commento