Uomini affettivamente immaturi

Molti uomini, seppur adulti da un punto di vista anagrafico, vivono in una propria dimensione infantile che li induce a comportarsi in maniera immatura sia con se stessi che con gli altri. Sono prevalentemente gli uomini, ma di recente anche le donne. Ma chi sono questi uomini che, seppur adulti, assumono un atteggiamento immaturo?

Parliamo di uomini che fondamentalmente riescono a pensare solo a se stessi, attuano una forma di egoismo per poter agire al di fuori delle conseguenze,  per divertirsi o semplicemente per fare ciò che viene in mente. Il loro agire, anche se immaturo e inopportuno, è più importante delle conseguenze che tali comportamenti provocano nell’ambiente circostante: nel lavoro, in famiglia, nella vita di coppia.

Uomini che si comportano dunque come ragazzini e donne che si ritrovano davanti ad un compagno da accudire: insicuro, dipendente, giocherellone e assolutamente inaffidabile.

L’origine dell’atteggiamento immaturo

La tendenza a comportarsi da immaturo è evidente in tutte le azioni quotidiane. Quello che in genere caratterizza la persona immatura è un atteggiamento psicologico di rifiuto di mettersi in gioco nella vita, di affrontare le avversità o qualunque impresa implichi un investimento di forze, energia, sacrificio di sé.

Da cosa dipende? Probabilmente dal rapporto con una madre iperprotettiva che fa da scudo a qualunque problema o avversità. Questo atteggiamento materno fa sì che difficoltà e ostacoli rimangano sconosciuti ai bambini che crescono nella convinzione che la vita sia priva di preoccupazioni e contrarietà, di momenti bui e difficili.

Quando il fanciullino scopre da solo come è la vita vera, subisce uno shock tale da provocare un blocco della crescita. A questo punto regredisce e torna al periodo spensierato dell’infanzia, in cui tutto era perfetto.

L’immaturità nella relazione

Quando si ama qualcuno, subentra la voglia di vivere insieme. All’inizio sembra di stare in una favola. Ma una volta passata l’euforia iniziale, subentra la routine ed… ecco che ci accorgiamo che il nostro partner rivela la sua natura nascosta: è un eterno adolescente, che lascia in giro la sua biancheria, non sparecchia dopo cena, non si cura di pagare le bollette…Tanto, ce ne occupiamo noi… che per loro siamo quasi una seconda mamma!

L’invalidazione della relazione

Con un partner immaturo diventa difficile affrontare le reali e naturali problematiche conseguenti alla vita coniugale. Ma come fare a capire se il nostro partner è una persona immatura? Ecco alcuni segnali da non sottovalutare

  • Gioca sul senso di colpa: le persone emotivamente immature tendono a dare la colpa sempre a qualcun altro per tutto ciò che va male nella loro vita o nel rapporto di coppia
  • I tuoi sentimenti non contano e vengono puntualmente messi da parte
  • E’ egocentrico: pretende che tu faccia delle cose per lui senza offrirsi  mai di ricambiare
  • Non condivide: è geloso delle sue cose, dal suo computer al semplice oggetto
  • Non sbaglia mai: pensa di avere sempre ragione e di non sbagliare mai, sia nel rapporto di coppia che nella vita di tutti i giorni
  • Mamma-dipendente: tende a correre a casa di sua madre per ogni piccola necessità
  • Tende a sminuirti: per rafforzare ulteriormente il suo Ego, non esita a sminuire qualsiasi tua azione, facendola apparire magari come poco importante.
  • Condividere la propria vita con un partner immaturo non significa soltanto prendersene cura, ma non poter fare affidamento su di lui, non poter prendere decisioni importanti. Non solo il pensiero di un figlio, per esempio, ma anche l’organizzazione del week end può essere troppo impegnativa: tranne poi subìre i suoi frequenti capricci perché le cose non sono andate come lui si aspettava.

    Generalmente, l’uomo immaturo costringe la coppia a non crescere, a non progredire: nella maggior parte delle coppie discorsi come convivenza, matrimonio e figli sono banditi dagli argomenti di conversazione.

    IN CONCLUSIONE….

    Chi si trova a vivere una storia sentimentale con un “eterno bambinone” deve scegliere: o tenersi un soggetto anche simpatico, allegro e burlone ma profondamente inaffidabile o lasciarlo andare! Inutile attaccarlo, stimolarlo o, peggio, ricattarlo: non cambierà se non è lui a voler cambiare e quindi mettersi in discussione. In tal caso una psicoterapia di coppia potrebbe essere di grande aiuto per entrambi

    Ma se l’altra persona non è disposta a riconoscere il suo comportamento e adottare dei provvedimenti per cambiare, c’è poco da fare. Può essere molto difficile per una persona che tende a vivere i rapporti in modo infantile capire che deve cambiare, dato che il segno distintivo dell’immaturità emotiva sta nell’incolpare le altre persone o le circostanze quando si sbaglia

    Quindi, in sostanza, o si accetta un ruolo di partner-madre-compagna di giochi o, se invece le prospettive di vita sono molto più adulte, meglio lasciar perdere. Come ho già detto, arrabbiarsi, minacciare non servirà a nulla, solo ad alzare il muro del silenzio….per poter continuare nella sua relazione immatura.

    Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la Psiche. Puoi anche iscriverti alla nostra newsletter. Puoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.


    © Copyright, www.psicoadvisor.com – Tutti i diritti riservati. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

     

     

     


Dottoressa in psicologia, esperta e ricercatrice in psicoanalisi. Admin del sito

2 Commenti a “Uomini affettivamente immaturi”

  1. Mario Sarri

    Mar 08. 2018

    sembravi più serena e meno misandrica ultimamente
    hai di nuovo preso una batosta sentimentale???

    ahaha, si fa per sdrammatizzare eh 😀

    Reply to this comment
  2. amelia

    Mar 08. 2018

    Troppo bello se fosse almeno simpatico e ironico.. ma è nato narcisista patologico ..con i suoi silenzi punitivi o permalosi che ormai incupiscono solo lui .. Tutto questo non è più affar mio..quindi il silenzio è d’obbligo..e allontanarsi indispensabile.. Buona vita !

    Reply to this comment

Lascia un commento