Voglio una vita bella dentro, non fuori

Anche se in modo inconsapevole, siamo soliti commettere diversi errori o acquisire abitudini che ci impediscono di vivere come davvero vorremmo. E di certo non mi riferisco agli errori del passato ma ad alcuni comportamenti che ci impediscono di vivere serenamente ed in pace con noi stesse.

Quante volte abbiamo sprecato tempo prezioso per pensare alle apparenze: piaccio come vesto? I miei colleghi sparlano di me? I vicini hanno notato che ho discusso con il mio partner? Cosa penserà mia madre se decido di cambiare casa?

Conosci il tuo ruolo nella vita

In tantissime occasioni, siamo condizionati da ciò che gli altri pensano o dicono su di noi.  Sembra che piacere a tutti o magari apparire come persone migliori siano i nostri obiettivi principali. Questo comportamento per lo più è inconscio e spesso arriva dal passato: nell’infanzia si è appreso che con un comportamento accattivante si ottiene di più, oppure si è rimasti fissati in un narcisismo adolescenziale che chiede conferme continue al mondo esterno, senza che nessuna di queste però sedimenti in una vera autostima.  E questo bisogno di piacere a tutti i costi a volte si trasforma in una vera e propria ossessione.

Vivere costantemente con questa preoccupazione può rivelarsi davvero deleterio e sfiancante; fingere di essere chi in realtà non siamo, di certo non ci aiuta ad accettarci e a superare le nostre insicurezze, anzi! Questa sorta di sopravvivenza emotiva ci porta a sacrificare la qualità della nostra vita. Eppure possiamo fare qualcosa di concreto per uscire da questa situazione disfunzionale. In fondo si tratta di togliere una maschera che, a ben vedere, non ci ha mai dato risultati positivi.

Proviamo ad osservarci più da vicino e, con grande onestà, cerchiamo le motivazioni che ci stanno allontanando dalla vita che vorremmo

A volte, a forza di adattarsi alle esigenze degli altri, finiamo per non sapere più quali sono le nostre. Orientiamoci di più su di noi, sulla nostra interiorità. Impariamo a dare più ascolto alle nostre emozioni, ai nostri pensieri. Essere più in contatto con essi ci aiuterà ad avere la risposta pronta per esprimerci al momento opportuno.

Come sosteneva Bertrand Russell “L’entusiasmo è per la vita quello che la fame è per il cibo”, quindi per sentirci pienamente appagati, dobbiamo imparare ad entusiasmarci, anche delle cose più piccole.

Adesso voglio una vita bella dentro, non fuori

Siamo onesti: apparire per quello che non siamo ci fa davvero stare bene? Fingere di essere chi non siamo veramente ci rende felici davvero?

Mi spiace deludervi ma questo atteggiamento è solo un enorme dispendio energetico, perchè ciò che proviamo dentro non cambia, perchè le nostre frustrazioni restano, le nostre insicurezze restano, i nostri malesseri restano!

Ognuno ha i suoi problemi, noi siamo imperfetti! Facciamo errori e, per imparare da essi, è necessario accettarli. Se, invece, cerchiamo di nasconderli, vivremo una vita piena di frustrazione e infelicità. Vogliamo davvero sacrificare il nostro benessere per mantenere le apparenze?

Basta preoccuparsi del giudizio del vicino o di un familiare. Le persone tendono sempre e comunque soprattutto se proiettano aspetti di loro che rifiutano. Ciò che conta davvero è cercare ciò che davvero ci fa stare bene. Anche se ciò implica affrontare diverse paure, giudizi di valore e critiche che non dovrebbero avere importanza per noi.

Come stare bene con se stessi

Per iniziare a dare priorità a quello che vogliamo è fondamentale comprendere che i pensieri vanno dove mettiamo l’attenzione. Imparare a “spostare” l’attenzione da un pensiero ad un altro è il primo passo. I pensieri positivi verranno da se man mano che si lavora interiormente. Meno spazio daremo alle nostre paure e insicurezze più ci abitueremo a controllare la nostra mente e a creare pensieri consapevoli,
ma per farlo dovremo riconnetterci alla parte più autentica di noi. Iniziamo dunque a:

1) Abbandonare le auto-imposizioni

Non ridere troppo forte”, “non saltare da un posto all’altro”, “tieni sempre i vestiti puliti”, “non correre“…Ci sono alcune cose che abbiamo imparato da piccoli e che ci hanno lasciato un segno importante. Anche quando diventiamo persone adulte, la nostra infanzia vive dentro di noi e si manifesta inevitabilmente attraverso atteggiamenti inconsci che abbiamo assimilato da piccoli.  Ad esempio, se ci hanno inculcato di stare zitti, probabilmente abbiamo difficoltà ad esprimere i nostri concetti.

Trasformando interiormente queste parti di noi così profonde che ci bloccano, vedremo accadere una meravigliosa trasformazione nella nostra vita.

2) Capire ciò che vogliamo veramente

Prima di deprimerci perché tutti ci giudicano o cercare di mantenere un aspetto impeccabile, dovremmo chiederci se accettiamo i nostri desideri o se, al contrario, stiamo limitando noi stessi.

Per esempio: voglio divorziare ma non lo faccio per paura di quello che la gente dirà. Tuttavia, è quello che voglio! Mi sto limitando, non accetto la mia decisione, non metto quello che voglio al primo posto. Dobbiamo iniziare a dare la priorità alle nostre decisioni. In questo modo ci accorgeremo che le persone non ci giudicano tanto quanto pensavamo e che, se lo fanno, non ci importa!

Dobbiamo pensare a noi stessi. Per dare la priorità a quello che vogliamo, non a quello che dovremmo fare. Perché, alla fine, siamo noi ad avere in mano il timone della nostra vita. Non possiamo lasciarci dirigere dalle nostre convinzioni e paure, tanto meno dagli altri. Naturalmente non possiamo dare uno scopo a tutte le cose che facciamo quotidianamente ma dobbiamo assolutamente dare uno scopo alle cose meritevoli, a quelle importanti.

Le scelte importanti della nostra vita devono essere guidate da uno scopo preciso, da un obiettivo definito. Possono essere la scelta del lavoro, la scelta del partner, la gestione del nostro benessere fisico, di quello mentale, la scelta di dove vivere, la scelta di dove abitare, la scelta della tua casa…..

Prima di fare le scelte importanti della nostra vita, chiediamoci: “cosa voglio da questa situazione, cosa mi aspetto di ottenere?”

Molte persone vivono la loro vita senza avere una direzione chiara, senza essere impegnati in qualcosa di concreto e di importante.
Ci sono persone che si impegnano moltissimo tutti i giorni, fanno mille cose, mettendoci anche moltissima energia e con molta fatica, ma senza domandarsi e conoscere perché lo fanno, senza avere un obiettivo da raggiungere. Lo fanno e basta!

Per raggiungere i propri obiettivi bisogna:

  • decidere quali azioni fare
  • decidere come reagire agli eventi.

In base a come reagiremo a queste due scelte determineremo chi saremo domani.

“Chi sarai e come diventerai domani dipende da come agisci e reagisci oggi, sono le azioni che fai tutti i giorni a determinare quello che sarai domani”

La formula è semplice: oggi siamo il risultato delle decisioni e delle azioni fatte nel passato, in futuro saremo il risultato delle decisioni e delle azioni fatte oggi.

A volte siamo portati a pensare che il loro futuro sia già scritto, crediamo di essere “destinati per sempre” ad un certo tipo di vita, sia nel positivo che nel negativo. Pensiamo di dover sempre vivere con i soliti problemi ed i soliti sacrifici, oppure ci sentiamo sicuri che tutto andrà sempre bene. Nulla di più sbagliato! Il nostro futuro non sarà mai uguale al nostro presente o al nostro passato.

Perché il futuro è determinato da come pensiamo e agiamo nel presente, dai nostri pensieri e dalle nostre parole di oggi. Analogamente a come il nostro presente è stato determinato dalle nostre azioni nel passato.

Tutto cambia in base a come decidiamo di utilizzare le opportunità che ogni giorno si presentano. La differenza la facciamo noi, da come decidiamo di reagire agli eventi, poiché solo noi siamo responsabili della nostra vita. Per esempio, se amo viaggiare ma ho paura di guidare di prendere il treno o l’aereo, mi sto precludendo la possibilità di conoscere nuovi posti.

 3) Crescere e migliorare

A questo punto è chiaro un concetto: non importa qual è la nostra attuale situazione di vita, non importa in quale punto del nostro percorso di vita ci troviamo ora perchè possiamo sempre cambiare. Possiamo migliorare e crescere se capiamo e crediamo che possiamo essere di più, molto di più, di quello che siamo ora!

Le persone soddisfatte sono quelle che cercano costantemente di migliorarsi, quelle che scelgono e decidono cosa vogliono fare nella vita. Le persone che evitano di adeguarsi ai programmi che gli altri hanno definito per loro, quelle che agiscono per conseguire quello che LORO hanno deciso di essere e di fare.

“Ognuno di noi cresce durante la vita e la sua crescita è guidata dalla ricerca continua del miglioramento di se stesso.  Quindi anche tu devi imparare a chiedere di più dalla vita, a pensare ed a desiderare più in grande”

4) Lascia andare ciò che non ti serve

Le persone che attiriamo nella nostra vita sono quelle che “vibrano” alla nostra stessa frequenza, con le quali entriamo in risonanza e di cui “abbiamo bisogno” in quel momento. Però nulla è per sempre, così anche le persone che entrano ed escono dalla nostra vita. Quando succede, bisogna lasciare andare le persone o le situazioni che non possono più far parte della nostra vita, senza sensi di colpa o sofferenze.

5) Abbandonare il senso di colpa

Quante volte ci auto-accusiamo o ci sentiamo giudicati dagli altri? Bisogna liberarsi dal senso di colpa che emerge quando cadiamo nei tranelli della mente. Anche se pensiamo di avere una colpa, concediamoci il diritto di perdonarci. E’ la strada più breve per sviluppare più amor proprio e una maggiore autostima.

“Stimarsi e riuscire a comprendere che tutto è perfetto così com’è, è un grande salto in avanti per riuscire a star bene con se stessi”

Ostinarsi ad apparire belli agli occhi del mondo esterno non serve! E dunque siamo pronti a guardarci dentro? Ognuno di noi ha una sua bellezza interiore unica e speciale….. dobbiamo solo darci una sbirciata ogni giorno!

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la Psiche. Puoi anche iscriverti alla nostra newsletter. Puoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.


© Copyright, www.psicoadvisor.com – Tutti i diritti riservati. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.


Dottoressa in psicologia, esperta e ricercatrice in psicoanalisi. Admin del sito

Nessun commento.

Lascia un commento