7 segnali che indicano una relazione immatura

Parliamo spesso di Amore Amare, legami sani e legami dettati da dipendenza affettiva.

Un altro risvolto importante da non sottovalutare è la maturità emotiva degli individui che compongono la coppia. Uno dei più grandi problemi delle relazioni è l’assenza di maturità emotiva.

“Le relazioni sane e ben strutturate, sono segno distintivo di una persona matura”

Affinché una relazione sia sana, equilibrata e felice, le due metà che compongono la coppia devono essere in grado di comunicare tra loro in modo efficiente. Molti problemi nascono a causa di filtri emotivi che gli individui che formano la coppia si portano dietro fin dall’infanzia.

In alcune fasi della vita di coppia, l’immaturità è una tappa normale e, generalmente, nelle coppie c’è sempre chi è più maturo e chi un po’ meno, affinché la coppia funzioni a pieno, questo divario dovrà essere colmato da una buona complicità e capacità comunicativa.

7 segnali che indicano una relazione immatura

I sintomi dell’immaturità emotiva si manifestano nel comportamento della coppia e del singolo. Ecco quali sono.

#1 Il rapporto con i genitori

Ammettiamolo, i suoceri possono diventare un incubo solo perché il figlio lo consente! So che qualcuno sarà infastidito da questa affermazione ma è così: se i genitori del vostro partner sono molto presenti nella sua vita, potrebbe essere un sintomo di immaturità emotiva.

La maturità si acquisisce soprattutto attraverso l’indipendenza emotiva dai genitori. Se i genitori del vostro compagno sono quotidianamente presenti nella vita del figlio, nelle sue scelte e nelle richieste di assistenza, allora la vostra coppia non è matura come dovrebbe.

#2 La gestione economica

L’economia familiare è una responsabilità che qualsiasi persona matura, con il tempo, acquisisce. Se una delle metà che compone la coppia, si disinteressa di controllare spese e risparmi, c’è da fare attenzione: l’indipendenza economica, al pari di quella emotiva, è un requisito fondamentale per la stabilità e la maturità della coppia.

Preoccuparsi del domani è fondamentale in una coppia che sta costruendo: chi spende più di quanto guadagna, probabilmente non ha ancora sviluppato una buona maturità, soprattutto se frequentemente deve ricorrere all’aiuto dei genitori a causa della sua incapacità di gestire le finanze.

#3 Gli eterni adolescenti

Se nella coppia vi è un eterno adolescente, senza dubbio non state vivendo un rapporto di coppia maturo. Concedersi delle leggerezze saltuarie, comportarsi da adolescente, talvolta può far bene… ma solo se per breve periodo e se subito dopo si rientra negli standard della vita adulta! Se nella vita quotidiana il vostro partner si comporta come un eterno adolescente, la coppia non potrà subire la sua naturale evoluzione. L’impegno vero, in questi casi, è solo una meta irraggiungibile, non si tratta di “dover trovare il giusto impiego”, semplicemente il vostro compagno ha paura di impegnarsi.

L’immaturità conclamata, come chi vive la vita come se fosse sempre un adolescente, è sintomo di timore di impegnarsi (ma forse non solo nella vita di coppia).

“Le persone mature sono consapevoli della loro relazione e affinché i progetti in comunione si possano realizzare, sono pronti a impegnarsi con gesti concreti. Quindi non aspettano la manna dal cielo…”

#4 Comunicazione 

La comunicazione è fondamentale. Entrambe le metà della coppia dovrebbero essere in grado di saper riconoscere ed esprimere coerentementele proprie emozioni. Senza fare pasticci! La maturità emotiva è alla base ma… purtroppo c’è chi, per bassa autoconsapevolezza, non riesce a esprimere emozioni coerenti perché non è in grado di riconoscerle. In questo caso il partner dovrebbe imparare a leggersi dentro e comunicare con cautela e calma finché non avrà imparato a decodificare tutti gli impulsi che arrivano dalla sua sfera emotiva.

Chi è consapevole di questo suo limite (bassa autoconsapevolezza), deve avere la maturità di ammetterlo e di non mandare messaggi discordanti al proprio partner. Per farlo, deve attuare una comunicazione quanto più chiara e pacata possibile.

Per approfondire: cosa fanno e cosa NON fanno le coppie felici

#5 Cura di sé

Se il vostro partner non si prende cura della sua immagine, attenti alla sua autostima ma anche alla salute della coppia. Se uno dei partner cade nell’incuria di sé, potrebbe risentirne anche la coppia. In più, chi è molto disordinato nel vestire, spesso sta vestendo i panni dell’eterno adolescente.

#6 Avere ragione a tutti i costi

Tutti, ogni tanto, cadono in questo tranello: voler avere ragione a tutti i costi tanto da arrivare a cambiare le carte in tavola! Ok, se capita una volta non è un problema ma se l’atteggiamento si perpetua, la coppia non riuscirà a crescere. Gli individui che formano la coppia devono imparare ad ammettere i propri errori. Frasi come “Mi dispiace, mi sono sbagliato…” possono fare la differenza tra un rapporto vissuto male e un rapporto sulla buona via della maturità di coppia.

Ammettere un errore consente di vedere con maggior chiarezza lo sbaglio commesso. Consente al nostro partner di accettare i nostri limiti e consente a noi di capire cosa abbiamo sbagliato al fine di migliorarci. Se il vostro partner non è ancora maturo, probabilmente non riuscirà a riconoscere i propri errori e finirà per commetterli ripetutamente.

“Esistere è cambiare, cambiare è maturare, maturare è creare sé stessi incessantemente.” Henri Bergson

#7 Condividere

Vivere la coppa significa condivisione. Condividere le responsabilità, condividere punti di vista o averi. Attenzione, condividere punti di vista non significa necessariamente pensarla allo stesso modo, significa “solo” farsi conoscere e accettare dal partner. La condivisione nella coppia è il mezzo di unione più potente.

Mediante la condivisione inizia la conoscenza profonda dell’altro. In una coppia matura, la voglia di stare insieme è accompagnata da una reciproca e profonda conoscenza.

Immagine: Macarena Salinas/UPSOCL


Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci su Facebook:
sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la PsichePuoi anche iscriverti alla nostra newsletterPuoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.


Anna De Simone, life e mental coach, scrittrice e admin di psicoadvisor.com

I commenti sono chiusi.