Ecco le scuse più assurde (e più comuni) per giustificare un tradimento

Più è lunga una storia, più è probabile che possano esserci periodi di crisi, momenti in cui tendiamo a mettere tutto in discussione, in cui non siamo neppure sicuri se vogliamo davvero che la persona che avevamo scelto ci stia ancora accanto. 

Quali sono le scuse più comuni che usiamo per giustificare il tradimento? Proprio quelle che vengono fuori quando si viene colti in flagranza di reato, alcune delle quali tutto sommato sono abbastanza logiche, altre invece sono davvero scorrete, eppure molto spesso ci cadiamo.

1) Ti ho tradito perché ti amo troppo

Ebbene sì, alcuni uomini (ma anche donne) arrivano a tirare in ballo persino l’amore, che per fortuna loro non può rispondere. Quale disturbo mentale possa portarli a concepire una giustificazione simile è impossibile da svelare.

2) Non mi sento apprezzato/a

Ecco una delle scuse più comuni per giustificare un tradimento, quella che si usa per far ricadere, paradossalmente, la colpa sul partner. Che i tradimenti nascano in situazioni di crisi relazionale è anche vero. Ma incolpare l’altro di essere la radice di tutti i mali è una maniera comoda per non assumersi le proprie responsabilità. In coppia si è in due.

3) L’ho fatto per noi

Quale bene non è dato a sapersi e purtroppo c’è gente che ci crede davvero. E’ la tipica situazione in cui si attraversa una crisi e piuttosto che chiudere una storia importante ci si mette alla prova prendendo qualche ora di svago, ovviamente senza che il partner ne sia a conoscenza.

4) Soltanto un’avventura

“Ti ho tradito, ma amo solo te”. Due concetti che nella stessa frase stonano tremendamente, come se una scappatella per un bisogno puramente fisico fosse meno importante di una relazione extraconiugale. Sicuramente sono due situazioni che stanno su due livelli differenti, però è bene analizzare e comprendere bene le intenzioni del partner. Sempre ditradimento si tratta. Secondo la stessa logica chiunque è libero di concedersi al primo che capita, tanto è solo una scappatella fisica.

E ancora….della serie: oltre al tradimento la beffa! Ecco altre frasi di giustificazione più usate

1) “Il mio non è un vero e proprio tradimento, ma è un percorso di vita”

2) “Il mio non è un vero e proprio tradimento, perchè quando stavo con lui/lei sentivo di non essere con te

3) “Non ti ho tradito/a io, è una cosa che è successa e basta

4) Lui/lei mi ha solo consolata/o, non è un tradimento

5) Ti ho tradito/a per fare del male a me stessa/o

6) Non so cosa mi sia successo, ero come ipnotizzata/o

7) Guarda che tradire ed essere traditi è la stessa identica cosa!!!

8) Non sapevo cosa stessi facendo. Lei/lui non significa nulla per me”.

9) “Ero ubriaco/a e non ricordo cosa stessi facendo”.

10) “Sta mentendo. Lei/lui è ossessionata/o da me!”

11) “Non c’eri mai per me quando avevo bisogno di te”.

12) “Lei/lui non è importante per me. Ho commesso un errore”.

13) “Non mi sento desiderato/a da te”.

14) “Vorrei che non l’avessi scoperto. Ero sul punto di farla finita”.

15) Sono istintivo/a, è quello che più ti piace di me

16) Non mi sentivo più desiderato/a

17) Mi trascuri per lavoro/figli/faccende domestiche/cane…

18) L’ho fatto per non lasciarti, per tenere unita la famiglia

19) Avevo bisogno di sentirmi vivo/a

20) Tu sei sempre stanca/o ed io ho delle esigenze…

21) Tradirti mi ha fatto capire che ti amo

22) Se mi ami, mi devi perdonare

Illustrazione: Iker Ayestaran


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sugli argomenti che salvaguardano la tua crescita emotiva, puoi seguirmi sulla mia pagina di facebook “Psicoadvisor“, aggiungermi su Facebook

Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze? Iscriviti al gruppo di Psicoadvisor “Dentro la psiche“. Per ricevere ogni giorno i nuovi contenuti sulla tua posta elettronica, iscriviti alla news letter di Psicoadvisor: clicca qui per l’iscrizione


Psicoadvisor.com propone solo contenuti di qualità, redatti da autori specializzati e altamente qualificati.

I commenti sono chiusi.