Test di auto-indagine sulla Depressione

| |

depressione test
Il BDI è un test sulla depressione serio e affidabile. E’ impiegato in ambito clinico e psicometrico, serve a indagare la gravità di un disturbo depressivo persistente.

Chi cerca un test sulla depressione serio e affidabile può impiegare il BDI. Il Beck Depression Inventory (BDI, BDI-1A, BDI-II) è un questionario self-report a risposta multipla, è composto da 21 domande ed è uno dei test psicometrici più utilizzati.

E’ stato ideato da Aaron T.Beck, famoso per il suo forte contributo al trattamento della depressione e ai meccanismi di mantenimento del disturbo (triade distorsiva di Beck).

Il test tenta di indagare i sintomi tipici della depressione come l’irritabilità, la disperazione, il senso di colpa, la tendenza auto-punitiva… ma anche sintomi fisici come inappetenza, perdita di peso, stanchezza e disinteresse per il sesso.

pubblicità

Esistono diverse versioni di questo test. La prima è stata pubblicata nel 1961, segnando un cambiamento epocale tra i professionisti della salute mentale: prima del Beck Depression Inventory la depressione veniva trattata solo da un punto di vista psicodinamico, trascurando i pensieri radicati nel paziente.

La seconda versione (BDI-1A) risale al 1978, mentre l’ultimo aggiornamento (BDI-II) è stato pubblicato nel 1996 e inserito dall’American Psychiatric Association nel Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM IV). Con la sua quarta edizione, il DSM ha cambiato molti dei criteri per la diagnosi del Disturbo Depressivo Maggiore.

Nonostante la sua datazione e la necessità di un adeguamento, il Beck’s Depression Inventory è ancora oggi uno strumento impiegato in ambito psicometrico e clinico. Il test psicologico in questione è stato studiato per adulti e adolescenti di età superiore ai 13 anni. A partire dal BDI è stato poi sviluppato il Children’s Depression Inventory, un test impiegato per indagare la presenza di depressione nei bambini (il questionario è stato messo a punto dalla psicologa clinica Maria Kovacs).

pubblicità

Test depressione: il Beck Depression Inventory

Il test indaga la presenza di cognizioni negative intrusive. Ciascuna delle domande viene valutata con una scala a punti da 0 a 3. I punteggi totali indicano l’entità dei sintomi depressivi.

Il test sulla depressione che segue può essere auto-somministrato. La scala di punteggio si legge alla fine del questionario.

Come fare il test? Prendi carta e penna e segna il punteggio per ogni risposta. Infine, somma ogni singolo punteggio e leggi la scala di valutazione. Il numero da sommare è quello posto a sinistra di ogni opzione di risposta e va da 0 a 3.

Domanda 1.

0. Non mi sento triste
1. Mi sento triste
2. Sono triste sempre e non riesco a venirne fuori
3. Sono talmente triste e infelice che non lo sopporto

Domanda 2.

0. non sono particolarmente scoraggiato per quanto riguarda il futuro
1. sono scoraggiato per quanto riguarda il futuro
2. mi sento come se non avessi niente per cui andare avanti
3. mi sento che il futuro è senza speranza e le cose non possono migliorare

Domanda 3.

0. non mi sento un fallito
1. mi sento che ho fallito più della maggioranza delle persone
2. quando mi giro a guardare la mia vita, tutto quello che vedo sono tanti fallimenti
3. mi sento come un totale fallimento

Domanda 4.

0. ho soddisfazione dalle cose come prima
1. non mi godo le cose come un volta
2. non trovo soddisfazione da niente ormai
3. sono insoddisfatto e annoiato di tutto

Domanda 5.

0. non mi sento particolarmente in colpa
1. mi sento in colpa per una buona parte del tempo
2. mi sento abbastanza in colpa per la maggior parte del tempo
3. mi sento in colpa sempre

Domanda 6.

0. non mi sento di essere stato punito
1. mi sento come se mi dovessero punire
2. me l’aspetto di essere punito
3. mi sento che sono stato punito

Domanda 7.

0. non sono deluso di me stesso
1. sono deluso di me stesso
2. sono disgustato di me stesso
3. odio me stesso

Domanda 8.

0. non mi sento peggiore di nessun altro
1. sono critico con me stesso per le mie debolezze o errori
2. biasimo me stesso tutto per i miei errori
3. biasimo me stesso per tutte le cose brutte che succedono

Domanda 9.

0. non ho nessun pensiero di togliermi la vita
1. ho pensieri di suicidio ma non li esternerò
2. vorrei suicidarmi
3. mi suiciderei se avessi l’occasione

Domanda 10.

0. non piango più del solito
1. piango più di quanto ero abituato
2. piango sempre adesso
3. ero abituato a piangere ma ora non posso piangere anche se lo voglio

Domanda 11.

0. non sono più irritato delle cose di quanto lo ero prima
1. sono più irritato di quanto lo ero prima
2. sono annoiato o irritato per una buona parte di tempo
3. sono irritato sempre

Domanda 12.

0. non ho perso interesse nelle persone
1. sono meno interessato alle persone di quanto usavo fare prima
2. ho perso la maggior parte dell’interesse nelle altre persone
3. ho perso totalmente l’interesse nelle altre persone

Domanda 13.

0. prendo decisioni come ho sempre fatto
1. prendo meno decisioni di quanto ho sempre fatto
2. ho grandi difficoltà a prendere decisioni rispetto a prima
3. non sono più in grado di prendere decisioni

Domanda 14.

0. non mi sento di apparire peggio di prima
1. sono preoccupato di apparire vecchio o non attraente
2. sento che ci sono cambiamenti permanenti nel mio aspetto esteriore che mi fanno
apparire non attraente
3. credo di essere brutto

Domanda 15.

0. posso lavorare nello stesso modo di prima
1. mi serve una spinta maggiore per iniziare a fare qualcosa
2. devo spronare me stesso veramente tanto per fare qualcosa
3. non posso fare più alcun lavoro

Domanda 16.

0. dormo bene come sempre
1. non dormo bene come ero abituato
2. mi sveglio 1 – 2 ore prima e trovo difficile riprendere sonno
3. mi sveglio parecchie ore prima e non riesco più prendere sonno

Domanda 17.

0. non mi stanco più di prima
1. mi stanco più facilmente di quanto facevo prima
2. mi stanco a fare qualsiasi cosa
3. sono troppo stanco per fare qualsiasi cosa

Domanda 18.

0. il mio appetito non è peggio di prima
1. il mio appetito non è come prima
2. il mio appetito è molto peggio di prima
3. non ho più appetito

Domanda 19.

0. non ho perso peso quasi per nulla ultimamente
1. ho perso più di 2 kg
2. ho perso più di 5 kg
3. ho perso più di 10 kg

Domanda 20.

0. non sono preoccupato per la mia salute più di tanto
1. sono preoccupato di problemi fisici come dolore, stomaco irritabile o costipazione
2. sono molto preoccupato dei problemi fisici ed è difficile che pensi ad altro
3. sono talmente preoccupato dai miei problemi fisici che non riesco a pensare a
niente altro

Domanda 21.

0. non ho notato cambiamenti recenti nel mio interesse al sesso
1. sono meno interessato al sesso di quanto facevo prima
2. ho quasi perso l’interesse al sesso
3. ho perso totalmente l’interesse al sesso

Punteggi del test sulla depressione

Se hai completato il questionario, conteggia il punteggio finale sommando le 21 risposte.

Il punteggi più elevati tenderanno verso il 63, i punteggi più bassi tenderanno allo 0. In base al punteggio ottenuto al test si può rilevare un certo grado di depressione.

La scala originale vedeva punteggi così distribuiti:

  • 0 – 13. Depressione minima
  • 14 – 19. Lieve depressione
  • 20 – 28. Depressione moderata
  • 29 63. Grave depressione.

Volendo analizzare meglio i punteggi possiamo ottenere più classificazioni.

  • 0 – 10. Livelli nella norma. Depressione Assente.
  • 11 – 16. Tono dell’umore compromesso. Depressione subclinica.
  • 17 – 20. Depressione clinica ai limiti.
  • 21 – 30. Depressione moderata.
  • 31 – 40. Depressione severa.
  •     > 40. Depressione estrema

Il test sulla depressione che ho riportato è serio e affidabile, pertanto ti consiglio di non sottovalutare il punteggio ottenuto. Prova a ripetere il test tra una settimana, se il punteggio in entrambi i casi risulta superiore al 17, potresti aver bisogno di consultare un professionista della salute mentale.

Questo test sulla depressione è serio?

Il BDI è un test sulla depressione affidabile? Sì, gli studi psicometrici dimostrano un’ottima affidabilità test-retest (misurato a distanza di una settimana). Ciò suggerisce che il punteggio non si lascia alterare dalle classiche variazioni dell’umore che possiamo subire tra un giorno e l’altro; indaga un quadro sintomatico ampio e persistente. In più, il BDI-II è stato correlato positivamente con la Hamilton Depression Rating Scale.

test depressione
La copertina del test di auto-indagine sulla depressione

Come tutti i test self-report (auto-indagine del paziente) anche questo test sulla depressione ha dei limiti: i punteggi possono essere facilmente esagerati o minimizzate da persone che non hanno una chiara lettura di sé.

Critiche al test sulla depressione. Nonostante sia uno strumento serio e ancora in auge, è opportuno sottolineare che necessiterebbe un aggiornamento. Con il DSM V, infatti, sono stati inseriti degli specificatori che vanno a tracciare delle differenze tra le varie tipologie di depressione (depressione psicotica, con caratteristiche melanconiche, depressione atipica, depressione ansiosa…).

Per esempio, il test sulla depressione fa riferimento solo a un’eventuale perdita di peso ma nel DSM V troviamo anche l’aumento di peso come possibile indicatore di depressione. Con la domanda 19, sarebbe opportuno tenere conto anche di un incremento di peso e non solo di un calo. Analogamente, con la domanda 16 bisognerebbe considerare l’ipersonnia come sintomo associato alla depressione.

Se ti è piaciuto questo articolo, puoi seguirci su Facebook:
sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la PsichePuoi anche iscriverti alla nostra newsletterPuoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*. © Copyright, www.psicoadvisor.com – Tutti i diritti riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche

Previous

Decluttering yourself, liberati dal superfluo

Il mio segreto per essere leggera e felice

Next