5 esercizi per essere felici fin da subito

La felicità non è qualcosa di già pronto, ma proviene dalle tue azioni. – Dalai Lama

La felicità è solo uno stato mentale, proprio come tanti altri, eppure sembra essere quello più anelato… dopotutto, però, la vita è dura: gli elettrodomestici si rompono, il traffico cittadino stressa, il lavoro stenta ad arrivare, le persone care muoiono, nessuno è immune ai problemi, nessuno è al sicuro dai drammi della vita.

Per fortuna abbiamo una cosa che si chiama istinto di conservazione e, nonostante i duri colpi inferti dalla stessa vita, raggiungere la felicità rimane possibile, anche quando tutto sembra andare a rotoli, anche quando il vissuto personale ci ha dilaniati: tutti hanno il diritto di essere felici, la strada può essere tortuosa ma se la partenza è giusta e proviamo a dotarci di determinati “ingredienti”, la felicità non tarderà ad arrivare.

La felicità è uno stato mentale e, come tale, chiunque può raggiungerlo

In genere non mi piace “filosofeggiare” sulla felicità e, meno che mai, sul senso della vita. Si tratta di concetti così soggettivi: per me la felicità può essere una semplice cioccolata calda, d’inverno, col fuoco acceso o una giornata di sole passata al mare, così come una passeggiate nel bosco (sì, mi piace la natura!)… ma so che, universalmente la felicità è stare bene con se stessi e, di conseguenza, vivere in armonia con il prossimo.

Se, in prima istanza, non riusciamo ad apprezzare noi stessi l’intero cammino di vita sarà più tortuoso e il concetto di felicità sempre più astratto o sempre associato a qualcosa di irraggiungibile. La mancata accettazione del sé e il non apprezzarsi, ci rendono indegni alla vita stessa e ci inducono a precluderci tutta una serie di gioie… in pratica, se fino a oggi non hai mai nutrito una profonda stima e un profondo affetto verso te stesso, hai vissuto a metà e solo con gioie fugaci e felicità effimere. Ma chi sono io per giudicare? Se è questo che stai pensando, sappi che per i 5 esercizi per raggiungere la felicità, mi farò aiutare da personaggi celebri per cercare, insieme a te che mi leggi, spunti di riflessione interessanti.

#1. Sii grato verso te stesso: esercizio di psicologia positiva

Guarda ciò che hai! Apri gli occhi per vedere quello che hai già ottenuto! Sii Felice Adesso. –  Osho

Il modo migliore per raggiungere la felicità è praticare la gratitudine. Attenzione, ma ciò non significa che devi essere necessariamente grato verso il prossimo, verso la vita o Dio… devi essere grato prima a te stesso, così da riconoscere i tuoi talenti, da gioire dei piccoli successi e a fine giornata, sì, mettersi a letto con la gratificazione di aver speso bene una parte del proprio tempo.

La gratitudine può intensificare la speranza e la speranza può renderti più propositivo verso la vita, più audace, pronto a dare e a ricevere.

Concetti analoghi sono alla base della psicologia positiva. Martin Seligman, tra i 10 psicologici più citati nei manuali introduttivi di psicologia degli ultimi tempi, ha condotto una ricerca dove propone un semplice esercizio di gratitudine da effettuare su base quotidiana. Con la sua ricerca ha dimostrato che è possibile incerementare il livello di felicità, a lungo termine, già dopo una settimana.

Se sei incuriosito e vuoi provarci, stasera inizia con questo “esercizio di psicologia positiva“.

#2.  Sii più presente e consapevole: esercizio di mindfulness

La felicità della tua esistenza deriva dalla qualità dei tuoi pensieri: di conseguenza, sii consapevole dei pensieri che circolano nella tua mente e presta attenzione a non aggrapparti a pensieri in discordia con la virtù e la ragionevolezza. – Marco Aurelio 

Troppo spesso i pensieri circolano indomiti nella nostra mente. Un flusso di coscienza incontrollato affolla la nostra mente lasciando poco spazio al ragionamento armonioso e in linea con i nostri bisogni fondamentali. La nostra mente è affollata da mille pensieri e, senza consapevolezza, non sappiamo a quale pensiero dare credito.

Se poco meno di 2000 anni fa ci era già arrivato Marco Aurelio, nella società moderna, per giungere alla stessa conclusione, abbiamo dovuto aspettare l’arrivo della pratica Mindfulness.

La Mindfulness è una tecnica psicologica di meditazione sviluppata a partire dai precetti del buddhismo (ma senza componente religiosa) e serve a catalizzare la tua attenzione, in maniera non giudicante, verso il momento presente aiutandoti a capire quali sono i tuoi reali bisogni a quali azioni possono portarti all’autentico appagamento.

Se ti va di sperimentare questa tecnica e fare un esercizio utile, ti spiego come: Mindfulness, esercizio di meditazione fai da te.

#3. Impara a volerti bene: esplora i tuoi mondi interiori

Jacques Cousteau è stato un esploratore e oceonagrafo che ha collezionato una quantità immane di onoreficenze, dato il suo lavoro, giustamente citava “La felicità è conoscere e meravigliarsi”. Viaggiare è stupendo ma c’è un viaggio che nessuno di noi si prefissa mai di fare: è il viaggio alla scoperta di se stessi!

Esplora i tuoi mondi interiori e fallo iniziando ad amarti. Quando inizierai ad amarti non hai idea di ciò che potrai scoprire dentro di te. La felicità è conoscere e meravigliarsi, inizia a conoscere te stesso e ti assicuro che inizierai davvero a meravigliarti quando riuscirai ad apprezzarti a pieno ed abbracciare l’autentica consapevolezza. Ti senti scettico? Se per gli esercizi segnalati in precedenza non ho fatto alcuna pressione, questa volta ti prego di leggere -se non l’hai già fatto- questo articolo Cosa cambierà quando inizierai a volerti bene“.

L’amara consapevolezza è che a tanti di noi manca l’amor proprio, quella spinta emotiva che ci porta a valorizzarci, apprezzarci e accettarci. Vivere con questa mancanza ci impedisce di esprimerci a pieno, ci preclude lo stato mentale della felicità.

#4. Impara che “essere” è più importante di “apparire”

Parlo spesso di narcisismo ma in tutti noi c’è un tratto narcisistico che ci rende vulnerabili e poco attenti verso noi stessi. Pur di proiettare un’immagine vincente e soddisfatta, finiamo per investire soldi in abiti firmati piuttosto che in esperienze che possono arricchirci dentro, finiamo per dare un’importanza smisurata all’immagine che proiettiamo di noi stessi e non a ciò che siamo.

“Il successo non è la chiave della felicità.
La felicità è la chiave del successo.
Se ami quello che stai facendo, avrai successo. “
– Herman Cain 

A volte aspettiamo che la felicità arrivi da grandi imprese, grosse conquiste da sfoggiare su Facebook, nuovi acquisti, oggetti materiali, il peso forma… Nella realtà dei fatti, questo appagamento non solo è solo provvisorio e non ci lascia nulla… ma il percorso per raggiungerlo è anche tortuoso perché non ci sentiamo vincenti.

Inizia ad amarti, inizia a dare più spazio all’essere e a conoscerti meglio, questo sarà il tuo vero trampolino di lancio verso un’autentica realizzazione del sé.

Nota bene: se sei di quelli in stile infelice cronico, “mi manca sempre qualcosa“, “a quest’ora avrai dovuto già salvare il mondo un paio di volte” oppure “devo avere quell’oggetto tanto costoso“, quel “ragazzo/a che non mi fila deve essere mio…”, allora sappi che non sei perso tanto dal giudizio dell’altro quanto di te stesso. Se fai parte di questo team, ti invito a leggere il mio ultimo articolo “Perché desideriamo ciò che non possiamo avere“.

#5. L’attività fisica aiuta quanto una psicoterapia

L’attività fisica può essere utile per curare gli stati ansiosi, la depressione, incrementare autonomia, autostima e migliorare l’immagine di sé annullando le distorsioni sull’auto-percezione. In pratica, facendo una qualsiasi attività fisica inizierai a sentirti migliore.

L’attività fisica aumenta il tuo senso di auto-efficacia e aumenta il tuo senso di padronanza di sé. A dirlo non sono io ma due differenti studi che cito fine articolo.

In altre parole, se ogni giorno dedichi un’oretta all’attività fisica, non solo ti percepirai come più bello / più in gamba, ma avrai un’autentica spinta verso l’alto.

Se hai difficoltà a iniziare un’attività fisica o vuoi iniziare a correre ma la tua condizione ti porta ad auto-sabotarti e rimandare, settimana dopo settimana, questo impegno, ti invito a leggere il mio articolo: Allenamento mentale per ritrovare la forma fisica.

A cura di Anna De Simone, mental & life coach


Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci su Facebook:
sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la PsichePuoi anche iscriverti alla nostra newsletterPuoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.

© Copyright, www.psicoadvisor.com – Tutti i diritti riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Le meta-analisi citate:
A meta-analysis on the anxiety-reducing effects of acute and chronic exercise. Outcomes and mechanisms.
A meta-analysis of randomized trials and dose-response analysis.


Anna De Simone, life e mental coach, scrittrice e admin di psicoadvisor.com

Nessun commento.

Lascia un commento