Crescita personale

Ridefinire i confini fra sé e gli altri per difendersi da manipolazione e dipendenza affettiva

Ridefinire i confini fra sé e gli altri. Una strategia possibile per difendersi dalle dipendenze affettive e dalle manipolazioni. I confini rappresentano la possibilità più autentica per differenziare sé dagli altri. Senza confini non avremmo spazi definiti e tutto sarebbe identificabile come un insieme invischiato indifferenziato.

Leggi tuttoRidefinire i confini fra sé e gli altri per difendersi da manipolazione e dipendenza affettiva

Impara a prendere! Smettila di dare senza mai avere nulla in cambio

Questo articolo sfrutta i principi della terapia gestuale e della bioenergetica, pertanto, come lettura propedeutica, proponiamo l’approfondimento intitolato: La terapia gestuale, alleggerire i pesi emotivi mediante i movimenti del corpo. Tra le varie azioni proposte nella terapia gestuale c’è l’atto di “prendere per sé”. Prendersi i propri spazi, prendere la propria identità, i propri desideri… 

Leggi tuttoImpara a prendere! Smettila di dare senza mai avere nulla in cambio

9 segnali che non hai più questioni irrisolte

 

A volte, quando ci sentiamo male e soffriamo, tutto quello che vogliamo è solo di allontanare da noi il dolore. Ci disperiamo e ci precipitiamo a guardare avanti. È comprensibile, ma non è positivo.  Per guardare di nuovo al futuro con fiducia, è fondamentale avere pazienza e aspettare che guariscano le ferite emotive. Questo non significa che dobbiamo annegare nel dolore, ma che dobbiamo avanzare a piccoli passi, seguendo il nostro ritmo e senza troppa fretta.

Leggi tutto9 segnali che non hai più questioni irrisolte

Come superare la fase più critica della relazione

Illustrazione: Macarena Salinas – Upsocl

Nell’articolo “L’amore ha 5 fasi ma la maggior parte di noi non supera la quinta” ho sottolineato che la quintessenza dell’amore è, appunto, la sua quinta fase. Su Facebook e su Twitter ci avete sollevato diversi dubbi: come si fa a mantenere stabile una relazione e soprattutto, come è possibile superare la terza fase e arrivare alla quinta?

Leggi tuttoCome superare la fase più critica della relazione

Non confondere la tristezza con la depressione. Ecco la differenza

La tristezza e la depressione hanno molte caratteristiche comuni ma, allo stesso tempo, sono due concetti totalmente diversi. La tristezza è un sentimento che nessuno vorrebbe sperimentare! Sarebbe, tuttavia, un’impresa quasi impossibile: per tutta la vita abbiamo a che fare con molte situazioni che creano una profonda tristezza, come la perdita di qualcuno che abbiamo amato. 

Leggi tuttoNon confondere la tristezza con la depressione. Ecco la differenza

La rabbia come emozione disfunzionale secondo la terapia cognitiva

Le emozioni: “costituiscono elementi coscienti ed imperativi del vissuto soggettivo, perlopiù hanno carattere di involontarietà, ossia vengono sperimentate indipendentemente dalla disponibilità psicologica o fisica ad accoglierle, indipendentemente dalla appropriatezza sociale e, soprattutto, indipendentemente da qualsiasi scelta razionale. Ciò che invece può dipendere dal controllo volontario dell’individuo è la loro espressione comunicativa, la loro durata e il livello di intensità con il quale vengono espresse”. (L.Occhini, Rabbia: dalla difesa all’ostilità).

Leggi tuttoLa rabbia come emozione disfunzionale secondo la terapia cognitiva

Zona di comfort in psicologia

zona di comfort

Avrai sicuramente sentito parlare della zona di comfort e, dalle tue letture, avrai capito che uscire dalla zona di comofrt significa vivere meglio ma anche attraversare dei momenti d’ansia e generare una risposta di stress.

Questo concettualmente non è del tutto corretto. Spesso, la cosiddetta comfort zone può essere più stressante e ansiogena di “ciò che è esterno”. La zona di comfort limita le proprie opportunità così come farebbe qualsiasi abitudine. Cerchiamo di approfondire questo argomento e soprattutto cerchiamo di capire perché non è facile uscire dalla zona di comfort.

Leggi tuttoZona di comfort in psicologia

Perché ti senti in colpa? Alla radice del senso di colpa

Forse non sempre ne sei consapevole, tanto sei abituato a conviverci, ma esistono due grandi “mangiatori di energie” che minano la tua pace ed il tuo benessere psicologico:

1. IL SENSO DI COLPA
2. LA PREOCCUPAZIONE ANSIOSA PER IL FUTURO

Il senso di colpa è quella spiacevole e dolorosa sensazione di indegnità, vergogna e dispiacere legata a qualcosa che hai fatto/detto in passato. In casi limite addirittura che hai solo pensato!

La preoccupazione ansiosa per il futuro invece – che va distinta dalla normale progettualità – è caratterizzata dalla costante sensazione di inquietudine, apprensione, e paura di ciò che ti potrà accadere in un domani più o meno distante.

Leggi tuttoPerché ti senti in colpa? Alla radice del senso di colpa