10 qualità che ogni relazione d’amore dovrebbe avere

“L’amore è la più grande forma di felicità, ma dobbiamo saperla riconoscere, capire e conservare” F. Alberoni

Molti dei segnali della maturità emotiva si manifestano nel comportamento; quelli che ci aiutano a comprendere che stiamo vivendo una relazione matura sono inequivocabili. Una storia sana e consolidata è diversa da una relazione sentimentale tormentata e controversa. È profonda, stabile e si capisce da alcune azioni concrete che sono esattamente tutto quelle che avrete voluto e tutto ciò di cui non sapevate di avere bisogno.

C’è una notevole differenza tra una relazione noiosa, che fa soffrire e una relazione matura e forte

“Come faccio a capire quando incontro l’amore vero, la persona giusta per me?” “Quello che sto vivendo è amore?” “Questa relazione è giusta per me?”.
E’ giusto e legittimo porsi tante domande, dubbi, interrogativi e paure; in una buona educazione ai sentimenti è vitale individuare le caratteristiche di una relazione d’amore sana.

Chi sta vivendo un amore “sbagliato” spesso non è capace di riconoscerlo, di leggerne i segnali e si ostina a portare avanti un rapporto che magari arreca solo insoddisfazione o sofferenza.

Quando troviamo quello che sembra essere l’amore vero, ci accorgiamo più tardi che la relazione andava avanti perché ci mancava (x) in quel determinato momento della nostra vita. Forse ci mancava la fiducia in noi stessi e l’idea di avere un partner ci ha fatto sentire più sicuri.

Forse ci mancava l’entusiasmo nella nostra vita, a causa di una stagnazione spirituale, e cercavamo un partner che “occupasse” le nostre menti annoiate. Abbiamo bloccato noi stessi per tanto tempo solo perché avevamo paura del pensiero di essere soli o di dover ricominciare tutto da zero. Con il risultato di cadere in relazioni che sono spesso noiose e confortevoli.

A volte osservo le persone sposate da anni, anche decenni, e guardo l’espressione nei loro occhi… Sono davvero felici? O semplicemente accettano il legame che hanno oggi e il comfort che gli viene dato da quella relazione?

10 qualità della relazione felice

Non esiste nessuna ricetta magica che possa garantire il raggiungimento di una relazione stabile e appagante. Bisogna però sapere che ci sono dei pilastri fondamentali che rendono una relazione felice e duratura.Quali sono le basi sulle quali si costruisce una relazione duratura e sana? Vediamoli insieme.

1. Dare e ricevere senza pretendere

Mantenere una relazione amorosa salutare significa dare e ricevere in egual misura, senza pretendere mai. Si offre il proprio amore incondizionato aspettandosi di essere rispettati, compresi e ricoperti di attenzioni. Questo avviene reciprocamente. Se in un qualche momento iniziano le disuguaglianze, comparirà anche la sofferenza e la frustrazione. Apriamoci all’altra persona, ma con la sicurezza di ricevere lo stesso indietro.

2. Amare senza dipendenza né sottomissione

Un altro errore molto comune è costruire una relazione basata sulla dipendenza. Se ci abituiamo a dipendere da una persona, non ci sentiremo mai realizzati; è in quel momento che inizieranno ad esempio la gelosia e la sfiducia. Bisogna costruire una relazione d’amore senza nessun tipo di sottomissione, dove nessuno costringe nessuno a fare cose insomma senza dominazione o controllo.

Una sana relazione amorosa è il modo più efficace di superare l’abisso che divide gli esseri umani ” Abraham Maslow

L’ideale è incontrare una persona che si fidi di noi, che ci voglia bene, ma che non ci tolga l’aria o che non ci imponga limiti. Disporre di spazio personale in una coppia è essenziale, soprattutto per non diminuire l’autostima o la fiducia in sé stessi.

3. Ascoltare e imparare a discutere

Certo, le discussioni sono all’ordine del giorno in una relazione amorosa. Quale coppia non ha qualche divergenza a volte? È normale e fa persino bene. Discutere aiuta a conoscersi meglio, a stabilire delle regole e a porre dei limiti oltre che a capire la personalità dell’altro.

Tuttavia, bisogna avere ben chiaro che discutere deve avere un fine costruttivo, mai sanzionatore o umiliante; si discute per arrivare a un accordo e per imparare. Ciò significa saper ascoltare l’altro senza punire, sapersi mettere nei panni dell’altro e rispondere alle sue necessità. Significa saper parlare, apportare idee e proposte, significa avere la mente aperta e comprendere che discutere non significa arrabbiarsi e insultare. Discutere è comprendere e imparare.

4. Sapersi adattare

Ricorda sempre che non è possibile cambiare l’altra persona e non va bene neanche cercare di farlo;  obbligheresti l’altra persona a perdere la sua identità. Ecco un semplice esempio: ti piace la natura e hai l’abitudine di fare escursioni con amici e familiari nel fine settimana. Al contrario il tuo partner è più tipo da casa, da televisione o da videogiochi. Sai succede; è normale avere interessi diversi ma questo non vuol dire che non vi amate.

In ogni caso, nessuno deve abbandonare le sue abitudini! Bisognerebbe solo adattarsi l’uno all’altro e saper conciliare le proprie passioni. Una settimana sarà il tuo partner ad accompagnarti nelle escursioni e la settimana dopo resterete a casa a guardare un film insieme comodamente seduti sul divano. Per arrivare a tutto ciò, è necessario che nella tua relazione amorosa ci sia rispetto ed entusiasmo nell’avere un progetto comune.

5. Mantenere l’entusiasmo giorno dopo giorno

L’amore viene alimentato giorno dopo giorno attraverso le piccole cose. Anche i piccoli gesti possono mantenere l’entusiasmo nella relazione. Questo richiede piccoli sforzi e dare attenzioni e affetto ogni volta che si può. Dimostra all’altra persona che è la persona più importante della tua vita; permettile a sua volta di dimostrartelo.

Una carezza quando meno se lo aspetta, un bacio di buongiorno, addormentarsi insieme, sforzarsi di fare le cose insieme, mostrare ammirazione per l’altra persona sono tutte attenzioni che edificano la relazione e che a loro volta rafforzano la stabilità della coppia.

6. Saper chiedere scusa

Chiedi scusa quando è il caso, senza aspettare troppo, senza girarci troppo intorno, senza tante storie, insomma. Se fai fatica a scusarti con il tuo partner quando sei tu ad aver commesso degli errori, è un segnale inequivocabile che qualcosa no funziona nella relazione. Ricorda, le scuse quando si sbaglia risolvono un sacco di problemi e rafforzano un legame.

7. Non si teme il futuro

In una relazione immatura non esiste una progettualità, né la costruzione dell’amore giorno per giorno. Se parlare del futuro, della famiglia e dello stare insieme progettando ti sembra una cosa normale, anzi ti piace l’idea, significa che stai vivendo una relazione appagante.

8. Creare spazi di autonomia

” Per me conti solo tu” è una frase d’amore che esprime pienamente l’amore assoluto. Se tuttavia questo significa che non esiste nessun altro, né relazioni significative, né interessi oltre al partner, siamo in presenza di una relazione esclusiva, che invece di apportare ricchezza conduce a chiusura ed isolamento.

Invece l’amore produce altro amore e chi sta vivendo un amore felice può diffonderla e condividerla al di fuori della coppia, nella scuola e nel lavoro, nello sport e nei propri hobby.
Quando poi, appagati dal piacere e dalle soddisfazioni che si provano nello svolgimento di queste attività o dalla frequentazione degli amici, si ritorna nella coppia, si porta ulteriore energia che arricchisce e rende ancora più avvincente l’avventura di stare insieme.

9. Essere in pace con se stessi e il mondo

Ci sono rapporti dove sentiamo la necessità di viverli con cose da fare, impegni e distrazioni; relazioni che stimolano la nostra voglia di evadere e che risucchiano la nostra energia vitale, lasciandoci stanchi e un po’ confusi. Ovviamente la vita ha i suoi alti e bassi ma la maggior parte del tempo passato con il tuo partner ti regalerà quella riconoscibile e unica sensazione di pienezza e di pace.

I momenti che passi insieme alla persona che ami dovrebbero ricaricarti di energia, stimolarti e rinforzare la tua autostima. Le relazioni felici sono appaganti in sé per sé, nelle loro parole e silenzi, senza bisogno di troppi sforzi per riempirli di cose da fare o da dire.

10. L’ingrediente fondamentale: l’amor proprio

L’ingrediente che spesso viene sottovalutato ma che rappresenta l’anticamera dei rapporti solidi e felici, è l’amor proprio; sapersi accettare e amare se stessi per primi. Nessuno può farlo per te. È necessario che tu riconosca il tuo valore intrinseco come persona, partner, amico/a, amante e confidente; è necessario che tu sappia prenderti cura di te, che tu riconosca il tuo valore.

“La relazione più importante, difficile ed emozionante è quella che si ha con sé stessi” Carrie Bradshaw

Che tu stia vivendo già in una relazione sentimentale o che tu stia cercando l’anima gemella non dimenticare che tutto questo può solo cominciare da te;  sei tu che hai il potere di farlo accadere cominciando ad accettarti ed amarti. Non avere paura di amare te stesso/a abbastanza per porti questa domanda: Posso meritarmi qualcosa di meglio di questo?

Non dubitare…

La relazione ideale si costruisce giorno dopo giorno attraverso queste semplici virtù che meritano di essere messe in pratica oggi stesso. Tutti noi meritiamo di essere felici, non lo dimentichiamo mai.

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sugli argomenti che salvaguardano la tua crescita emotiva, puoi seguirmi sulla mia pagina di facebook “Psicoadvisor“, aggiungermi su Facebook

Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze? Iscriviti al gruppo di Psicoadvisor Dentro la psiche

Per ricevere ogni giorno i nuovi contenuti sulla tua posta elettronica, iscriviti alla news letter di Psicoadvisor: clicca qui per l’iscrizione

 


Dottoressa in psicologia, esperta e ricercatrice in psicoanalisi. Admin del sito

I commenti sono chiusi.