20 cose che le persone ansiose fanno, le situazioni più comuni

persone ansiose

L’esercito degli ansiosi è numeroso e la forma di angoscia estrema che lo caratterizza, spesso invalidante, può anche essere un perfetto meccanismo di difesa messo in atto per salvaguardare la propria quiete. Al di là delle letture più o meno profonde che si possono dare, è tendenzialmente vero che le persone ansiose tendono a vivere una vita piuttosto complicata, caratterizzata da una serie di difficoltà.

Caratteristiche comuni alle persone ansiose

Non si tratta dello sporadico stato d’animo a cui soggiace chi si trova a vivere una situazione preoccupante, piuttosto di una vera e propria attitudine caratteriale che rende alcune persone particolarmente sensibili alle vicende di vita quotidiana. Chi vive la vita in uno stato di continua agitazione si troverà di certo accomunato da queste caratteristiche.

Può interessare l’articolo “Come aiutare una persona ansiosa

20 cose che le persone ansiose fanno

1) Fanno paragoni con qualcuno riguardo alle loro capacità, la loro intelligenza nel bene o nel male

2) Diventano aggressivi o passivo/aggressivi in un conflitto o una situazione critica. Adottano il comportamento passivo/aggressivo quando dicono di sì a parole, ma in pratica cercano scuse e si comportano all’opposto. E’ una specie di mix fra aggressività e passività. Non riescono a essere apertamente contro, a scontrarsi con un’altra persona pertanto cercano uno degli escamotage. Quelli che di solito funzionano sono:

  • ambiguità per confondere: è il classico NI, il confondere le acque come arma di distrazione
  • rimandare la cosa nella speranza che qualcun altro si stanchi e lo faccia al loro posto
  • fare la vittima, il polemico, il sempre depresso/stressato… per gettare la colpa sull’altra persona, attirare l’attenzione o tenere il controllo

3) Aprono il quaderno dei lamenti: lavoro, famiglia, soldi, carriera, sesso, forma fisica,  salute….ma poi non fanno niente per migliorare la situazione

4) Recitano il rosario: sono troppo (vecchio/a..); è troppo (tardi..); è impossibile; ho perso la speranza di…Il risultato? pensieri grigi o neri,emozioni negative

5) Vedono il bicchiere sempre mezzo vuoto, vedono sempre l’aspetto negativo, cercano il pelo dell’uovo, criticano senza fare proposte costruttive…

6) Amano recitare la parte “il passato era meglio” (come ero, come pensavo a xxx anni) o fare il protagonista del loro film ‘ritorno dal futuro’ sognando a occhi aperti quel che potrebbero fare se avessero/non avessero….invece di vivere nel qui e ora.

7)  Hanno difficoltà organizzative: per mettere ordine impiegano ore e ore….

8) Sono perennemente aggrappati al mondo in bianco e nero/ il mondo del o..o (tutto giusto o tutto sbagliato

9) Pensano che saranno soddisfatti e felici solo se se avranno successo, soldi, la persona giusta, la casa da xx metri quadri…

10) Si concentrano solo su ciò che non hanno, su quello che a loro manca

11)  Si autoproclamano “consiglieri non richiesti” e dicono alle persone “devi fare così”  invece di ascoltare e imparare dall’espereinza e dagli errori

12) Si guardano allo specchio solo per criticarsi e massacrarsi

13) Si lasciano prendere dalla paura, assalire dai dubbi quando iniziano qualcosa di nuovo

14) Si autocommiserano: estremizzano ogni piccolo loro difetto sia fisico che caratteriale

15) Amano ricevere complimenti, ma spesso vanno in paranoia e si infastidiscono: pensano di essere presi in giro

16) Hanno poca pazienza, tolleranza verso la loro stessa incompetenza o quella degli altri

17)  Quando devono incontrare qualcuno, hanno bisogno di almeno sei ore di preparazione, fisica e mentale

18)  Vivono con solo due marce: rimando a domani /devo fare tutto adesso

19) Si annoiano presto

20)  fanno i perfezionisti e niente va mai bene

Come attenuare il processo ansioso

A questo punto vi chiederete: cosa posso fare? Ci sono varie attività che possono aiutarti

  • La meditazione
  • Una passeggiata a contatto con la natura e con te stesso.In città non è facile ma c’è sempre
  • Uno spazio verde nelle ore meno affollate
  • Il journaling: scrivete su un quaderno ogni volta che vi sentite fuori fase.La scrittura manuale con la penna vi aiuta a riordinare i pensieri, a focalizzarvi sul problema
  • Fare uno sport o attività fisica aiuta a scaricare tutte le tossine accumulate
  • Disegnare, dipingere, creare con la creta, aiutano a rilassarsi e a ritrovare la calma
  • Cantare

Non sottovalutate l’idea di chiedere l’aiuto di uno psicologo per capire più a fondo le cause della vostra ansia e come imparare a gestirla al meglio.
Nel frattempo ti propongo anche la lettura dell’articolo “12 soluzioni per vincere l’ansia definitivamente

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sugli argomenti che salvaguardano la tua crescita emotiva, puoi seguirmi sulla mia pagina di facebook “Psicoadvisor“, aggiungermi su Facebook

Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze? Iscriviti al gruppo di Psicoadvisor “Dentro la psiche

Per ricevere ogni giorno i nuovi contenuti sulla tua posta elettronica, iscriviti alla news letter di Psicoadvisor: clicca qui per l’iscrizione


Dottoressa in psicologia, esperta e ricercatrice in psicoanalisi. Admin del sito

Nessun commento.

Lascia un commento