8 cose da non dire a chi sta soffrendo per la fine di una relazione

Amare è così breve, e dimenticare così lungo. (Pablo Neruda)

Separarsi dalla persona che ami ancora lascia un vuoto immenso! Senti un dolore profondo e lacerante che ti toglie il respiro e la voglia di vivere. Affrontare il fatto che una persona che amavi non è più al tuo fianco è una delle esperienze più difficili da superare.

Certo, il tempo cura ogni cosa ma nel frattempo si soffre, su sta davvero male. Gli amici e le persone più care possono fare tantissimo, ma anche, purtroppo, peggiorare la situazione. Spesso infatti si tende involontariamente a proiettare su chi è stato colpito, le proprie paure, invece che mettersi nei suoi panni per dare un aiuto concreto.

Si finisce per  dire cose sbagliate o frasi fatte che non fanno altro che peggiorare le cose. Quando invece basterebbero dei gesti concreti che facciano sentire chi soffre una persona meno vuota, meno sola!

8 cose da non dire a una persona che sta soffrendo per la fine di una relazione

Secoli fa, il poeta romano Ausonio scrisse: “colui che non sa stare in silenzio, non sa neppure parlare”. E la verità è che, nel mondo in cui viviamo, siamo portati a parlare troppo e dire cose senza senso. Peggio, siamo portati ad essere inopportuni usando le classiche frasi, giusto per dire la nostra…

Talvolta, dovremmo rivalutare il valore del silenzio per dare più spazio all’ascolto empatico. Tra i segnali che dimostrano la profondità di una amicizia, c’è la capacità di saper consolare

Cosa possiamo dire in questi casi? O meglio, cosa non possiamo dire in questi casi? Quando si parla di sentimenti, sappiamo bene che non potranno mai esistere delle regole precise, delle situazioni studiate a tavolino per risollevare la sofferenza di una persona a noi cara, però, possiamo evitare di peggiorare la situazione! Ecco le frasi da non dire e come comportarsi “bene” con un amico o amica che sta soffrendo per la fine di una relazione

1) “Sembravate così felici, che peccato”

Frasi simili possono solo rinforzare la sua sofferenza. Così non l’aiuti affatto, anzi, rischi di farla sentire solo in colpa.  Cerca piuttosto di riportare la tua amica alla “realtà” spiegandole che le delusioni fanno parte della vita e quindi, come tale, anche in questo caso, per quanto questa sensazione sia dolorosa, fa parte del normale corso della vita.

Dopo una delusione, ci sarà sempre una nuova vittoria, qualcosa per cui varrà la pena lottare e continuare a credere che comunque l’amore resta sempre il sentimento più pulito che possa mai esistere.

2) “Beh capita, infondo lo conoscevi da poco”

E’ una frase da non dire, perché anche se si trattava di una breve relazione resta comunque un evento traumatico. Sminuendo la relazione, rischi di farla sentire stupida e incapace di reagire.

3) Dovevi aspettartelo, quello non mi è mai piaciuto!

Questa frase di certo non allevia la sua sofferenza. Denigrare la persona che era al suo fianco può solo irritarla. Se lei usa termini come per esempio: “ lo odio” “E’ uno stronzo“, lascia pure che si sfoghi, ma non assecondarla! Piuttosto falle sentire la tua presenza….anche un abbraccio è sufficiente. Falle comprendere che se prova sentimenti di rabbia, astio, delusione e rancore, è assolutamente normale, dato il momento.

4) ” Fossi in te mi vendicherei”

Ma stiamo scherzando?! Certi pensieri non fanno altro che aumentare una carica aggressiva, forse già presente nella vittima. E quando si soffre di mal d’amore, la rabbia straripa in azione e spesso contro se stessi (ad esempio dando vita a problemi di natura psicosomatica) Più che instillare pensieri di vendetta, fai leva sulle sue risorse.

5) “Fammi sapere se hai bisogno di qualcosa”

Come per qualsiasi situazione traumatica, è meglio evitare frasi generiche ed essere estremamente concreti. Offriti di accompagnarla al cinema oppure a prendere un caffè al bar.

6)  “Un’avventura può aiutarti!”

Una simile affermazione non può che offenderla; stai sminuendo ancora una volta il momento difficile che la tua amica sta attraversando. Solo lei può decidere se e quando vivere una nuova esperienza sentimentale.

7) “Soffri ancora per lui? Forse è solo solitudine”

Questa davvero è una frase di evitare, rischi solo di farla stare peggio! Piuttosto che farla cadere in depressione, cerca di aiutarla a sbloccarsi, specificandole che se il sentimento non dovesse essere corrisposto dovrà reagire positivamente. Aiutala, spronala, ma non fare l’errore di intaccare la sua autostima.

8) “Ma siete stati insieme per 15 anni!”

Anche questa affermazione è sbagliata, perché non conta la lunghezza della relazione. Così si istillano  dubbi del tipo “Avrei dovuto accorgermene prima?”, “Avrei dovuto dargli un altro anno?”. Qualsiasi cosa pensi, tienitela per te. La tua amica in questo  momento ha bisogno di certezza….e la sola certezza che puoi offrirle è il presente!

PER CONCLUDERE

Uno degli aspetti più importanti per riuscire ad aiutare un amico che soffre per la fine di una relazione è capire che semplicemente non puoi cambiare o risolvere la situazione. Una volta capito, per aiutare il tuo amico basterà ascoltarlo e dargli una spalla sicura su cui piangere.

Dovrai farle capire che non si tratta di qualcosa di sbagliato in lei. Falle sentire la tua presenza con i gesti……un abbraccio per esempio, vale più di mille parole!

Se sei proprio tu che mi leggi a soffrire per la fine di una relazione…

Ricorda, la vita nonostante tutto, nonostante la sofferenza e la delusione, continua e va avanti, impegnati per fare andare la tua vita nel miglior modo possibile senza dover correre il rischio di perdere distrattamente altre preziose opportunità che la vita ti offre.

Vi lascio miei cari lettori con una citazione di Jorge Louis Borges
“Con ogni addio impari.
E impari che l’amore non è appoggiarsi a qualcuno
e la compagnia non è sicurezza.
E inizi a imparare che i baci non sono contratti
e i doni non sono promesse”

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la Psiche. Puoi anche iscriverti alla nostra newsletter. Puoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.


© Copyright, www.psicoadvisor.com – Tutti i diritti riservati. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 


Dottoressa in psicologia, esperta e ricercatrice in psicoanalisi. Admin del sito

Nessun commento.

Lascia un commento