La capacità di rialzarsi: come imparare ad analizzare i nostri errori

Gli errori sono occasioni per imparare e fare meglio in futuro. Dopo tutto, l'esperienza è sempre un plus.

Gli errori sono occasioni per imparare e fare meglio in futuro. Dopo tutto, l’esperienza è sempre un plus.

“Il fallimento è l’opportunità di ricominciare in modo più intelligente.” Lo dice Harry Ford…E a quanto pare non ha per niente torto! Quando si parla di una seconda possibilità normalmente pensiamo agli altri, a perdonare ciò che qualcuno ci ha fatto e dargli la possibilità di fare ammenda. Tuttavia, la verità è che spesso ci risulta più facile dare a qualcuno una seconda possibilità che darla a noi stessi.

Spesso non sono i nostri genitori, gli insegnanti o gli amici i nostri giudici più severi, ma noi stessi. Siamo noi che ci critichiamo quando abbiamo torto e che ci giudichiamo degli inetti quando non riusciamo a raggiungere un obiettivo.

In un certo senso, questo è un atteggiamento normale, e non c’è nessuno che conosca meglio di noi i nostri limiti e le debolezze, che sappia se ci siamo sforzati abbastanza o se potevamo fare di meglio. Normalmente non possiamo sfuggire al nostro giudice interiore. E non è una cosa negativa, perché ci spinge ad andare oltre i nostri limiti e crescere come persone.

Tuttavia, ci sono dei momenti in cui il nostro giudice interiore è troppo rigido, allora è quando attraversiamo la sottile linea che c’è tra la critica costruttiva e i giudizi malsani e distruttivi, così smettiamo di analizzare gli errori e iniziamo a incolparci. Questo è il momento in cui molti decidono di gettare la spugna, pensano di avere fallito, che tutto è finito e la battaglia è persa.

Tuttavia, vale sempre la pena di darsi una seconda possibilità. Quando viviamo una delusione e ci comportiamo come dei giudici inflessibili è probabile che stiamo sì danneggiando qualcun altro, ma anche noi stessi.

L’esempio più emblematico è quello di una persona che ha avuto una relazione, ma le cose non sono andate come sperava. Di conseguenza, si chiude all’amore. Questa non è una situazione che la rende felice perché la decisione non è stata ragionata, ma si basa nella disperazione, la delusione e la paura di tornare a soffrire.

Ovviamente, non siamo sempre consapevoli del fatto che l’ostacolo più grande da superare per essere felici di nuovo siamo noi stessi. La nostra mente è contorta e spesso ci tende delle trappole nelle quali cadiamo facilmente.

Perché ci rifiutiamo una seconda possibilità?

Perché siamo troppo esigenti con noi stessi

Quando abbiamo fissato degli obiettivi molto ambiziosi accontentarci di qualcosa di inferiore ci risulta difficile. Per questo, quando sbagliamo ci sentiamo così male che siamo tentati di rinunciare pensando che non siamo in grado di realizzare ciò che ci siamo prefissati. Dopo tutto, o lo si ottiene alla prima o niente. Questo modo di pensare polarizzato è il motivo principale che ci impedisce di provare di nuovo.

Perché restiamo ancorati al passato

Ci sono persone che vivono molto bene nella loro zona di comfort, dove si sentono al sicuro. Molte volte si tratta di vivere incatenati al passato, a ricordi che non possono tornare e che anche se molto gratificanti, non sono il presente e ci trattengono. Darci una seconda possibilità spesso significa voltare pagina e andare avanti e questo punto di vista ci può spaventare.

Perché pensiamo che non lo meritiamo

Se da bambini ci è stata inculcata l’idea che non siamo capaci di fare niente e non ci meritiamo le cose buone che ci accadono, è più probabile che getteremo la spugna al primo tentativo considerando inutile riprovarci. Ricordiamoci che denigrarci serve solo a danneggiare la nostra autostima facendoci sentire dei miserabili.

Come fare a darci una seconda possibilità?

Mantenendo la calma

Forse avete bisogno di tempo per guarire dal colpo subito e ritrovare l’equilibrio psicologico. Niente di male, ma non rimandate il recupero a tempo indeterminato. Muovetevi al vostro ritmo, ma avanzate anche se lentamente, in modo tale che quando la prossima occasione bussa alla vostra porta sarete pronti ad approfittarne dandovi una seconda possibilità.

Aprendoci alle opportunità

Tutti commettiamo errori e questo ci rende umani, quello che conta è cosa iniziamo a fare da questo momento in poi. Ci lasciamo sopraffare o riproviamo di nuovo? Il semplice fatto di essere aperti a nuove possibilità ci consente di individuarle quando si presentano, ma se continuiamo ad avere una mentalità negativa queste ci sfuggiranno senza rendercene conto.

Imparando dagli errori

Avete sbagliato? Non succede nulla, riflettete sulle decisioni che vi hanno portato a questo punto e cercate di prendere una strada diversa la prossima volta. Gli errori sono occasioni per imparare e fare meglio in futuro. Dopo tutto, l’esperienza è sempre un plus.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi sulla mia pagina di facebook “Psicoadvisor“, aggiungermi su Facebook o tra le cerchie di Google+


Dottoressa in psicologia, esperta e ricercatrice in psicoanalisi. Admin del sito

Nessun commento.

Lascia un commento