Test psicologico: scegli una figura e scopri cosa ostacola la tua crescita emotiva

| |

Ostacoli, difficoltà, piccole e grandi lotte quotidiane che ognuno di noi affronta o cerca di evitare. Seneca era solito dire che solo attraverso le difficoltà si ha la possibilità di arrivare alle stelle. Conoscere ciò che spaventa, quello che inquieta, è il primo e più importante passo verso il miglioramento di se stessi.

Il test psicologico delle immagini che vi proponiamo parla proprio di questo. Dei piccoli inciampi che a volte, assumono la forma e il peso di veri e propri macigni.

Quello che nella nostra mente ha i contorni di una montagna ripidissima, spaventa, atterrisce. Ed ognuno cerca quindi di non affrontarla. Inconsapevolmente spesso, ma è proprio questa paura che ci impedisce di essere sereni e di scegliere.

Piccola nota!

Non si superano gli ostacoli senza rischiare, un margine di errore c’è sempre, per questo bisogna tollerare la possibilità che le cose non vadano sempre come ci si aspetta, anche quando si prendono decisioni che poi si possono rivelare sbagliate c’è sempre la possibilità di recuperare.

Vediamo allora cosa stiamo cercando di evitare oppure cosa ci proibisce di superare le nostre paure. Il test può rivelarsi veramente utile in questo senso. Proviamo!

Scoprire la più grande difficoltà significa imparare che dalla prova più grande può nascere il miglioramento più importante.  Riflettiamo dunque sulle risposte che esso contiene. Scegliete una delle figure e leggete il profilo ad essa corrispondente. Quale figura racconta la vostra più grande difficoltà?

Figura n.1

In questa immagine, la psiche introietta la roccia incastrata tra le due montagne. Evocazione dell’insicurezza

La figura numero 1 rappresenta la precarietà nelle scelte e in particolar modo, la difficoltà quando si tratta di dover decidere; l’indecisione è tale che ci si sente perennemente in un bivio.  

Se la tua scelta ricade su questa immagine significa che hai poca fiducia nelle tue capacità e difficoltà ad adattarti agli imprevisti o magari trovare soluzioni ai problemi che potrebbero presentarsi. Insomma, anche se si tratta di acquistare un paio di occhiali o un pantalone, la scelta  sembra essere complicata.

Hai paura di rischiare ciò che possiedi; un timore che riscontri soprattutto quando vieni messo alla prova  o ti trovi a dover affrontare cambiamenti. Ricorda, ciò che hai raggiunto non è casuale. È la dimostrazione che sei in grado di vincere le sfide. E quindi puoi tranquillamente affrontarne altre; devi solo acquisire maggiore consapevolezza del tuo potenziale e fare tesoro delle esperienze acquisite.

Figura n.2

In questa immagine la psiche introietta il parellelismo simmetrico tra le due montagne. Evocazione del perfezionismo

La difficoltà più grande di chi sceglie questa immagine è rappresentata dalla costante ricerca della perfezione;  uno stimolo a volte disfunzionale che diventa un ostacolo per i propri progetti.

Se la tua scelta ricade su questa immagine significa che sei esigente con te stesso; probabilmente pretendi il meglio da quello che fai. Non accetti errori; stendi elenchi di azioni da fare, sempre col terrore di dimenticarne qualcuna.  Fondamentalmente, la perfezione è rivolto verso te stesso non verso gli altri.

Certo, voler eccellere può essere gratificante ma solo a patto che questo atteggiamento non diventi un freno e qualcosa che inibisca il proprio potenziale. Una dose di tolleranza verso se stessi è quanto mai necessaria, insieme al riconoscimento che non tutto merita lo stesso impegno.

Figura n.3

In questa immagine la psiche introietta la disposizione strutturale delle arcate nel contesto roccioso. Evocazione dell’ansia

Se la tua scelta ricade su questa immagine significa che hai l’attitudine a preoccuparti eccessivamente di tutto. Una sorta di apprensione che spesso sfocia nel senso di impotenza. E se sbaglio? Sarò capace? Sono sinceri con me? Mi ammalerò? Perderò il lavoro? I miei risparmi sarebbero sufficienti in caso di bisogno? Una sorta di rimuginio continuo, il cui aspetto peggiore non sono le preoccupazioni in sé ma il fatto che sembrano incontrollabili e di conseguenza invalidanti dato che non stimolano all’azione e al cambiamento.

Certo, essere previdenti non fa mai male ma tutto ha un limite! Quando le cose non vanno come si vorrebbe si cade nella frustrazione e questa condizione ci rende ancora più ansiosi e insicuri. Non possiamo tenere tutto sotto controllo; gli imprevisti fanno parte della vita.

La vita offre alternative; sii aperto… non chiuderti! Hai scelto questa immagine perchè l’inconscio è stato attratto dagli archi che si aprono alla vita. E allora ricorda, ogni volta che ti chiudi all’ansia, alla rigidità non fai altro che potenziare i tuoi paraocchi, rischiando di non vedere come stanno “realmente” le cose.

Note

I Test psicologici di Psicoadvisor sono realizzati sfruttando il simbolismo e disparate teorie psicoanalitiche, tuttavia è bene chiarire che hanno solo scopo ludico e non possono sostituirsi a qualsivoglia analisi psicologica del soggetto. Queste valutazioni, anche se elaborate secondo criteri statistici e rimarcando teorie psicoanalitiche, hanno solo carattere di curiosità e intrattenimento.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci su Facebook: sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la PsichePuoi anche iscriverti alla nostra newsletterPuoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.

 

Previous

Chi ha paura di amare è stato amato male

Le delusioni fanno male ma fanno crescere

Next

Lascia un commento