12 soluzioni per vincere l’ansia definitivamente

ansia

Esistono decine di definizioni per descrivere l’ansia ma chi ne soffre probabilmente l’assocerà alle preoccupazioni ricorrenti e indesiderate, all’insonnia e alle difficoltà per concentrarsi. L’ansia è uno stato che può arrivare ad essere esasperante ed angoscioso. Per questa ragione non è strano che molte persone siano alla ricerca di trattamenti efficaci per combattere l’ansia.

Avviciniamoci al quadro di una persona ansiosa. Come si presenta?

    • La persona vive una preoccupazione eccessiva caratterizzata da uno stato di aspettativa molto elevato. È sempre in attesa che possa accadere qualcosa di negativo, e così la persona si preoccupa per ciò che accade veramente e per quello che potrebbe accadere, manifestando un livello di tensione assolutamente inadeguato per il valore sociale che viene attribuito normalmente ai fatti “preoccupanti”. In sintesi: per la persona ansiosa qualsiasi cosa può essere motivo d’ansia, dato che anche il semplice fatto di doversi alzare la mattina e dover affrontare il nuovo giorno gli genera tensione e preoccupazioni.
    • Esistono difficoltà per poter controllare questo stato di costante preoccupazione. Per tanto che la persona tenti di sopprimerle, queste idee tornano e ritornano nella sua mente senza che essa sia in grado di eliminarle.

    • Manifesta almeno tre dei seguenti sintomi: inquietudine, affaticamento precoce, difficoltà di concentrazione, irritabilità, tensione muscolare e disturbi del sonno.
    • Non esiste un evento particolarmente stressante da definire come causa principale dell’ansia. Molte volte la vera radice della preoccupazione è abbastanza difficile da identificarsi; addirittura alcuni specialisti la qualificano come: “un senso di angustia libero e fluttuante”.
    • Questo stato produce un certo deterioramento in altre aree della vita lavorativa, lo studio e le relazioni di coppia.
    • Evidentemente, l’intensità, la durata o la frequenza della comparsa dell’ansia sono sproporzionati rispetto alla relazione con i fatti temuti. A queste persone risulta praticamente impossibile dimenticare le preoccupazioni e poter così dedicare la loro attenzione al resto dei compiti che devono realizzare, per questo motivo la loro efficacia sul lavoro o nello studio si deteriora rapidamente.

  • Quando il disturbo diviene persistente tendono ad apparire i più diversi sintomi, alcuni di più comuni sono: bocca secca, sudorazione eccessiva, nausea o diarrea, problemi a deglutire o sensazione di avere qualcosa in gola. A volte si alternano anche sintomi depressivi.

10 consigli per eliminare l’ansia dalla tua vita

Organizza il tuo tempo

In generale, le persone ansiose sono molto disorganizzate con i tempi, hanno sempre cose da fare e ciò causa loro ansia. Fanno tutto in modo veloce e per questo spesso devono rifare dei lavori conclusi male.
La concentrazione è il punto debole delle persone ansiose.

Non riesci a stare a lungo concentrato in un solo compito perché l’ansia ti fa pensare a quello che devi fare in futuro. Proponiti di concentrarti in ogni cosa che fai e vedrai come il tempo ti sarà più favorevole e lo stato d’ansia generale si ridurrà gradualmente.

Non lasciare impegni in sospeso

Se ti rimane sempre qualcosa da fare, quell’impegno sarà anche in sospeso nel tuo cervello e quindi sarà un fattore di ansia. Approfitta al massimo del tempo e noterai che i momenti di riposo saranno reali.

Riserva un’ora al giorno per fare quello che ti piace

Rilassarsi è un altro fattore importante per eliminare l’ansia. Il rilassamento non dev’essere solo riposo, implica anche fare delle attività che ti piacciono, che ti rendono felice e che ami fare. Dedica tutti i giorni almeno un’ora per fare quello che ti piace.

Concentrati sul presente

Quando senti che i tuoi pensieri sono fissi sul futuro, concentrati sul “qui e ora”. Guardati intorno e percepisci il momento che stai vivendo. L’ansia è un modo di ritrarti dalla realtà, pensando al passato o al futuro inoltre ti impedisce di godere il presente.

Pratica la respirazione profonda

Uno dei modi più efficaci per eliminare l’ansia e iniziare a focalizzarsi sul presente è dedicare almeno 10 minuti la mattina e 10 minuti la sera a respirare profondamente e in relax.  Quando è stata l’ultima volta che hai preso coscienza della tua respirazione? Sapevi che quando ti senti ansiosa/o uno dei primi parametri fisiologici che vengono modificati è la respirazione; che diviene più corta, riducendo in questo modo la quantità di ossigeno che va al cervello?

Si è dimostrato che gli esercizi di respirazione e rilassamento sono una tecnica molto efficace per combattere l’ansia e, sono così semplici da realizzare che una volta appresi potrete farli da soli in casa. Non servono tecniche speciali, siediti in un luogo comodo e respira più a fondo che puoi per alcuni minuti. Noterai che il ritmo del tuo corpo diminuirà e ti sentirai un po’ più leggero.

Fai attività fisica

L’ansia genera accumulo di energia e tensione nel corpo e l’esercizio fisico è un’ottima maniera per eliminarlo positivamente. Non serve fare sport estremi o trascorrere ore in palestra. Puoi iniziare facendo passeggiate o facendo le scale invece di prendere l’ascensore. Con un po’ di esercizio si può ottenere molto.

Dormi a sufficienza

Le persone ansiose hanno grandi difficoltà a dormire a lungo. Inizia una routine del sonno. Il sonno è un imperativo biologico; infatti, non è un caso che nella saggezza popolare esista un detto che recita più o meno che: quando abbiamo un problema è meglio consultarsi con il cuscino. Il sonno ci permette di recuperare le forze eliminando i sintomi della fatica e, addirittura, ci aiuta a trovare nuove soluzioni ai problemi. Pertanto, dovrai modificare le tue abitudini prima di andare a letto per fare in modo che il tuo sonno sia il più profondo possibile.

Se non riesci a coricarti e semplicemente dormire, leggi un libro, prendi una camomilla, ma rilassati.
Lascia il cellulare, il tablet e il computer, concentrati per riposare davvero. Con il tempo acquisirai abitudini più salutari e vedrai che non avrai tante difficoltà ad addormentarti.

Applica la regola dei 2 minuti

Questo strumento è molto efficace per risolvere le cose immediatamente. Se trovi una cosa che devi fare, chiediti se la puoi realizzare in 2 minuti. Se sì, falla e se ci metti più tempo, chiediti se davvero è importante farla. In questo modo, imparerai a risolvere le cose nell’immediato e non lasciarle per il futuro, evitando situazioni di ansia.

Cerca di controllare il monologo mentale

Tutti abbiamo questa voce che ci parla sempre nella nostra coscienza. Una misura efficace di controllare l’ansia è deviare volontariamente il monologo mentale quando riconosci di pensare troppo al futuro o al passato.

Accetta di essere ansioso/a

Il primo passo per iniziare a guarire qualsiasi problema emotivo o psicologico è accettare di soffrirlo. In questo modo è anche più facile identificare i momenti in cui soffri d’ansia.

Fai una dieta equilibrata

Sapevi che esistono alcuni alimenti che causano ansia e altri che ne mitigano i sintomi? Assicurati di consumare ogni giorno l’adeguata quantità di vitamina B e acidi grassi come gli omega 3, così come dovresti ridurre il consumo di bevande energetiche e caffè.

Prova con le erbe medicinali

Invece di utilizzare medicine classiche è possibile provare con alcune erbe medicinali. Attualmente esistono diverse opzioni, tanto da utilizzare in forma naturale come per farne infusioni. Alcune delle erbe medicinali più utili per trattare l’ansia sono: la kava, la valeriana e la ginko biloba.

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sugli argomenti che salvaguardano la tua crescita emotiva, puoi seguirmi sulla mia pagina di facebook “Psicoadvisor“, aggiungermi su Facebook

Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze? Iscriviti al gruppo di Psicoadvisor “Dentro la psiche

Per ricevere ogni giorno i nuovi contenuti sulla tua posta elettronica, iscriviti alla news letter di Psicoadvisor: clicca qui per l’iscrizione


Dottoressa in psicologia, esperta e ricercatrice in psicoanalisi. Admin del sito

Nessun commento.

Lascia un commento