9 sintomi che non sei più felice con il tuo partner

Tendiamo normalmente a pensare che avere un partner al nostro fianco sia sinonimo di felicità.  Tuttavia, se ci guardiamo intorno ci rendiamo conto che molte persone non sono affatto felici pur avendo una relazione duratura e apparentemente stabile.

Certo, avere un partner al proprio fianco può gratificarci, renderci felici, appagati…Tuttavia, il tempo gioca sempre contro, soprattutto quando entrambi cadono nella monotonia, nelle incomprensioni, nella mancanza di complicità e non fanno nulla per uscirne. Per questo motivo, molte coppie non sono capaci di capirsi e alla fine finiscono per sentirsi insoddisfatti senza sapere il perché.

Non c’è nulla di peggio che rimanere per inerzia in una relazione ormai giunta al termine

Continuare una relazione quando vengono a mancare tutti i presupposti iniziali del rapporto, diventa complicato. Quando il rapporto iniziale prende una “strada diversa”, senza prestare attenzione all’evoluzione del rapporto, possono sorgere emozioni che impediscono di godersi la vita.

9 Sintomi che non sei più felice con il tuo partner

Alla maggior parte delle persone non piace il cambiamento; ci si sente molto bene nella propria zona di comfort per uscirne. Così a volte si arriva addirittura a negare anche le cose più ovvie, “Essere infelice con il proprio partner”. Si tratta di un meccanismo che si attiva automaticamente per proteggersi dal cambiamento e, spesso, si presenta soprattutto quando si sta insieme da molti anni. In questi casi, normalmente, entrambi tentano di aggrapparsi al passato perché non vogliono riconoscere di non essere più felici insieme.

Ci sono atteggiamenti ed emozioni che si presentano quando l’amore sta finendo o quando per qualche ragione non si è più felici con il partner. Individuare tali comportamenti è molto importante, poiché ci invitano a prendere una decisione definitiva o magari  fare qualcosa per recuperare quello che si è persi.

1) Non c’è connessione emotiva

In una relazione la comunicazione empatica è tutto: magari all’inizio della relazione vi era una forte intesa; bastava uno sguardo per capirsi. Vi era comprensione, complicità, rispetto, stima…e ora?  E ora succede che ti trovi in macchina con il tuo partner o seduti al tavolo di un ristorante, e nessuno dei due sa cosa dire. Provi a parlare, cerchi un confronto su una scelta che non condividi  ma capisci subito che è solo peggio;  Ti maledici e ti senti smarrita, perché le tue parole vengono distorte…e si finisce per litigare!

Primo sintomo: mancanza di comunicazione empatica  nella relazione

2) Non c’è connessione fisica

Con il passare degli anni, può succedere che la vita sessuale ne risenta ma non mi riferisco alla frequenza;  si può fare l’amore una volta alla settimana o magari una volta al mese ma deve esserci desiderio! Il sesso non deve diventare una routine, un atto ripetitivo fra i tanti. Quando mancano gli stimoli, quando non vi è più desiderio si fa la cosa peggiore: si comincia a mentire. Si cercano scuse banali (stanchezza, mal di testa) pur di evitare un sesso mediocre e inappagante.

Secondo sintomo: la mancanza di desiderio nei confronti del tuo partner

3) Escono fuori i difetti dell’altro

Nelle prime fasi della relazione, l’amore è così grande che ci acceca, tutto ciò che fa l’altro ci sembra adorabile. Nel corso del tempo, questa intensa passione lascia il posto alla realtà ed escono fuori i difetti. All’inizio si tratta di cose di poco conto: un gesto, un modo di esprimersi, i gusti musicali.

In un rapporto maturo li accettiamo e giungiamo anche a convivere tranquillamente con questi difetti, ma a volte questo non avviene. Allora, i difetti dell’altro iniziano a darci fastidio, le imperfezioni finiscono per irritarti, e magari diventano pure motivo di litigio.

Terzo sintomo: sensazione di disagio per tutto quello che dice o fa il tuo partner

4) Iniziano le critiche distruttive

In ogni relazione nascono le discussioni, le critiche. E’ normale avere divergenze di opinioni…anzi guai se non fosse così! Tuttavia, quando si termina per criticare continuamente il proprio partner e tutto ciò che fa ci fa ci irrita come per esempio, lasciare un bicchiere sul tavolo o magari un rumore involontario,  forse abbiamo smesso di amarlo.

Se non si critica con l’obiettivo di migliorare qualcosa, ma solo con l’intenzione di ferire o semplicemente per il piacere di criticare, è meglio valutare il vostro rapporto, perché non mettere freno a questa situazione potrebbe causare molti danni.

Quarto sintomo: non si critica con l’obiettivo di migliorare qualcosa ma solo per ferire o per il piacere di criticare

5) ogni confronto diventa un litigio

In ogni relazione, le situazioni si evolvono: si decide di avere un figlio, di cambiare casa, di accendere un mutuo. I figli crescono, le responsabilità aumentano…a questo punto è inevitabile lo scontro; non sempre si è d’accordo su tutto!

Ma quando ogni piccolo confronto o scontro diventa motivo di litigio, vuol dire che si sta iniziando a trascendere e a generalizzare. Qualche esempio: “Torni sempre a casa tardi”, “Non ti ricordi mai di stendere i panni”. Alzare la voce e litigare per qualsiasi cosa diventa una consuetudine e si diventa insofferenti o rancorosi nei confronti dell’altro.

Quinto sintomo: si litiga anche per le cose più stupide

6) Non si fa più niente insieme

L’inizio di una relazione è segnato dalla voglia di fare, dall’entusiasmo….viaggi, picnic, cinema. Poi passano gli anni, le priorità della coppia cambiano e all’entusiasmo subentra la routine. Non hai più voglia di coinvolgere il tuo partner in niente…ci si limita alle classiche uscite di routine.

Sesto sintomo: non hai più stimoli nei confronti del tuo partner

7) Inizi a guardarti intorno

Fantasticare su come sarebbe la tua vita se tornassi a essere single di certo è un segnale molto forte che mandi a te stessa. Ti stai guardando intorno? Questo è il campanello d’allarme più eclatante. Se mentalmente inizi a fare dei paragoni, vuol dire che non sei felice con il tuo partner.

Settimo sintomo: stai iniziando a pensare in modo distruttivo per la coppia.

8) insieme ma separati

Il tuo partner ti propone di fare qualcosa insieme e tu trovi una scusa per dissuaderlo. Questo significa che hai perso l’interesse nello stare insieme, che preferisci altre attività….come passare tempo con gli amici, vedere la televisione o stare soli.

Ottavo sintomo: la sua presenza ti infastidisce

9) Iniziano le critiche in presenza di estranei

Tutti noi abbiamo dei difetti e non sempre riusciamo a raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati, ma il ruolo della coppia è anche quello di fornire un sostegno reciproco nei momenti difficili. Se invece di fare questo, cominci a disprezzarlo, lo insulti anche i presenza di amici o parenti o comunichi sempre in modo sarcastico, è probabile che l’amore sia giunto al termine. 

Nono sintomo: non riesci ad apprezzare  le caratteristiche positive del tuo partner e ti concentri solo nei lati negativi. 

PER CONCLUDERE…..

Sarà colpa della paura della solitudine, di perdere il legame con i figli, del cambiamento… ma accettare che non si è più felici insieme al proprio partner non è semplice. Quando il rapporto è compromesso e tutto indica che si è infelici, ci sono due cose da fare: chiudere questo capitolo oppure lottare per farlo rivivere e trovare di nuovo la forza per rimanere uniti.

Se non senti il desiderio di combattere, se non ti sforzi per migliorare la situazione non ti resta che mettere un punto alla relazione. Lo so, non è semplice ammettere di essere infelice con il tuo partner ma non ammetterlo ti condanna a un destino che non meriti.

Ricorda, tu hai una strada da percorrere che si chiama “VITA”, ed è un sentiero che appartiene solo a te. Il tuo compito è percorrere la tua vera strada, per stare bene con te stessa. Cambiare strada a un certo punto della tua vita,  segna l’ora giusta per riprendere la strada che hai interrotto per essere felice.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la Psiche. Puoi anche iscriverti alla nostra newsletter. Puoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.


© Copyright, www.psicoadvisor.com – Tutti i diritti riservati. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

E’ vietata la copia e la pubblicazione, anche parziale, del materiale su altri siti internet e / o su qualunque altro mezzo se non a fronte di esplicita autorizzazione concessa da Psicoadvisor.com e con citazione esplicita della fonte. E’ consentita la riproduzione solo parziale su forum, pagine o blog solo se accompagnata da link all’originale della fonte.  E’ altresì vietato utilizzare i materiali presenti nel sito per scopi commerciali di qualunque tipo.


Dottoressa in psicologia, esperta e ricercatrice in psicoanalisi. Admin del sito

1 Commento a “9 sintomi che non sei più felice con il tuo partner”

  1. Alessandro

    Set 25. 2017

    queste purtroppo sono le cose che ha fatto mia moglie.
    sempre stanca, non voleva mai uscire, ferie separate, è io che ci soffrivo tutti i giorni ecc. alla fine io ero sempre arrabbiato, conclusione era il suo gioco ci siamo separati perchè non andavamo d’accordo. Poi sono venuto a sapere che aveva conosciuto un altro

    Reply to this comment

Lascia un commento