Basta compiacere chi mi sta intorno. La vita è troppo breve per essere vissuta come vogliono gli altri

L'egoismo non è vivere la vostra vita come volete viverla. L'egoismo è che vogliono gli altri a vivere la loro vita come li si desidera. -Melchor Lim

L’egoismo non è vivere la vostra vita come volete viverla. L’egoismo è che vogliono gli altri a vivere la loro vita come li si desidera. Melchor Lim

A volte, niente di ciò che facciamo risponde alle aspettative di chi ci circonda. “Potevi fare meglio” Secondo me è sbagliato….non va bene quella persona per te, ecc.” Queste dinamiche relazionali sono molto comuni in tutti gli ambiti della vita; c’è sempre un familiare, un amico/a o un collega di lavoro per il quale, qualsiasi cosa facciamo o diciamo, non va mai bene. Eppure, le uniche opinioni o aspettative che importano dovrebbero essere le nostre.

Siamo noi stessi o siamo ciò che gli altri ci hanno detto che siamo?

Devo essere una persona carina perché le persone vogliono che io sia carina, devo essere intelligente perché la gente mi vuole intelligente, devo essere davvero divertente perché la gente vuole ridere alle mie battute così da essere amata, accettata e ben voluta dagli altri. ”

Portando attenzione a quello che gli altri pensano di noi, ci focalizziamo su come gli altri ci vogliono. Pian piano diventiamo il risultato dei desideri degli altri per compiacerli e le nostre interazioni con le altre persone modella il nostro comportamento.

Compiacere gli altri spesso ci porta ad agire come degli automi

Finiamo col fare ciò che vogliono gli altri, perché crediamo sia la cosa giusta. E può darsi che a volte lo sia, ma questa comporta un duro prezzo da pagare: non imparare mai a prendere nessuna decisione da soli.

Certe persone hanno un obiettivo molto concreto: tenerci in pugno e controllarci con i loro rigidi schemi di comportamento e valori.

Le nostre priorità non si allineano con quelle degli altri

Può succedere di ritrovarsi in contesti in cui le opinioni divergono; possono verificarsi situazioni in cui le cose che noi valorizziamo sono disprezzati dagli altri. Parlo di situazioni nelle quali, per esempio, decidiamo di diventare vegetariani e la nostra famiglia ironizza questa scelta, situazioni in cui decidiamo una determinata carriera e la famiglia pronta a scoraggiarci e a farci cambiare idea.

“A ogni essere umano è stata donata una grande virtù: la capacità di scegliere. Chi non la utilizza, la trasforma in una maledizione – e altri sceglieranno per lui.”  Paulo Coelho

Quante volte ci è capitato di portare a casa un’amica o un nuovo partner e la nostra famiglia ha dimostrato disappunto ripetendoci la classica frase “tesoro, ti meriti di meglio”.

Non siamo dei satelliti che girano intorno a un altro pianeta

Ognuno di noi ha una visione diversa dello stesso concetto. Nonostante questo, c’è chi (il genitore, il partner, l’amica di turno…) cerca di imporsi, invece di rispettare e “lasciar vivere”, solo perchè pensa che la sua realtà sia migliore della nostra. Ovviamente, non è la cosa giusta da fare.

“L’istante magico è quel momento in cui un si o un no può cambiare tutta la nostra esistenza.”  Paulo Coelho

Pertanto, ogni volta che ci ritroviamo intrappolati in una situazione simile, dobbiamo ricordarci che non siamo dei satelliti che girano intorno a un altro pianeta: siamo persone libere con il diritto di vivere nel proprio universo con dignità. Nessuno ha il diritto di imporci come essere felici!

Ciò che mi rende felice va bene per me

È un dato indiscutibile, se gli altri non accettano o criticano le nostre scelte, è un problema loro, non nostro. Siamo noi a vivere la nostra vita, non loro. Basta compiacere gli altri: è arrivato il momento di essere coscienti di noi stessi e delle nostre necessità. Se viviamo solo per far piacere agli altri o per compiere le aspettative che hanno su di noi, la nostra vita non avrà senso. La vita è troppo breve per essere vissuta come vogliono gli altri. È normale sbagliare ogni tanto e, in questi casi, chi ci vuole bene davvero ci aiuterà a migliorare

Se ciò che facciamo, che diciamo o che difendiamo ci rende felici, il resto non importa. Sono le nostre scelte a definirci e ogni passo che facciamo traccia una strada che appartiene a noi e a nessun altro.

Chi passa le giornate a corregge gli altri, a punirli, a umiliarli e a ridicolizzarli non aiuta, distrugge

Se frequentiamo persone che agiscono in questo modo, dobbiamo solo allontanarli; queste persone non cambieranno mai. Se una persona non sa provare empatia o non sa agire con reciprocità, è molto difficile che cambi da un giorno all’altro. In questi casi, non c’è altra scelta se non accettare una verità fondamentale: la vita è troppo breve per compiacere gli altri. Date la priorità a voi stessi. Se per qualcuno, niente di ciò che fate è giusto, allontanatelo.

Decidi di diventare più egoista…

Molti potrebbero dire che essere egoisti è un sentimento dannoso. Assolutamente NO! L’egoismo è negativo solo quando fa male a qualcuno. Se viviamo la nostra vita seguendo i nostri valori e senza fare del male a nessuno, nessuna delle nostre decisioni può considerarsi negativa.

Decidi di dire addio alle relazioni tossiche

Il primo passo per smettere di  compiacere gli altri, è allontanare le relazioni distruttive; quelle persone in grado di ferirci anche solo con una parola, quelle che non sono mai al nostro fianco quando ne abbiamo davvero bisogno. Quante volte abbiamo sentito la classica frase “Per qualsiasi cosa, chiamami” ma poi al bisogno reale, quante volte si sono fatte avanti?

Stesso discorso vale per il partner: se è pronto a sentenziare e farvi sprofondare nella vostra insicurezza, chiudete la relazione. Amare non significa possedere, ma rispettare. E la prima persona da amare siamo noi stessi. Dobbiamo scegliere la persona con cui condividere la nostra vita soltanto perché ci piace, perchè ci fa stare bene, ci fa sognare….non per una serie di motivi più complessi.

Decidi di circondarti di veri amici

Molti dicono di avere tanti amici, ma stiamo scherzando? Al massimo possiamo definirle conoscenze. Quante di queste conoscenze sono davvero persone che ci rispettano? Quante volte abbiamo dovuto tollerare  pur di essere accettati? I veri amici, sono quelli intimi, quelli di cui possiamo fidarci, quelli che non ci giudicano…..possono essere al massimo 2.

Decidi di dire addio persino ad alcuni membri della tua famiglia

Certo, può essere complicato, ma si tratta di tracciare dei limiti. Forse a loro non piacerà, ma a noi ci farà davvero bene!

Se hai deciso di non sprecare più la tua vita, ti consiglio di leggere l’articolo “Cosa fanno le persone che hanno capita che la vita è troppo beve per sprecarla

Libri consigliati sulla crescita personale

L’arte di ignorare il giudizio degli altri  di Arthur Schopenhauer 

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sugli argomenti che salvaguardano la tua crescita emotiva, puoi seguirmi sulla mia pagina di facebook “Psicoadvisor“, aggiungermi suFacebook
Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze? Iscriviti al gruppo di Psicoadvisor “Dentro la psiche


Dottoressa in psicologia, esperta e ricercatrice in psicoanalisi. Admin del sito

I commenti sono chiusi.