Dimmi che albero scegli e ti dirò quanto sei ansioso

Sapete valutare il vostro stato d’ansia? Scoprite se siete capace di reagire agli stimoli e affrontare serenamente i problemi della vita; il seguente test psicologico vuole aiutarvi ad effettuare una prima autovalutazione, individuando approssimativamente il vostro livello di ansia.

E’ bene però precisare che il test si basa esclusivamente su delle fonti statistiche, ha solo scopo di intrattenimento e pertanto non può diagnosticare uno stato di ansia; una diagnosi può essere condotta solamente da medici specializzati.

Guardate la foto in basso e scegliete l’immagine che per prima attira la vostra attenzione.

stock-illustration-11422669-cartoon-trees
Come si è giunti a questi risultati? 
L’immagine è stata sottoposta a 100 persone, ognuno dei quali presentava un diverso grado di ansia: da individui per niente ansiosi a quelli altamente ansiosi. Da questi dati è stato possibile elaborare i risultati.

I sintomi che possono comparire nell’ansia sono: costante inquietudine, timore del peggio, apprensione non controllabile; dolori muscolari, aumento dello stato di vigilanza, insonnia, difficoltà di concentrazione, sudorazione, tachicardia, vertigini, diarrea, ecc.

RISULTATI TEST PSICOLOGICO

Figura 1 |Grado d’ansia: quasi assente

Complimenti, sembra che apparteniate alla schiera dei non ansiosi. Rientrate nel gruppo dei pochi fortunati che riesce a tenere sotto controllo anche le situazioni più stressanti, trovando un modo per reagire positivamente e affrontare problemi di vario genere. Probabilmente siete per natura ottimista e sapete ben gestire le vostre emozioni, mantenendo la calma di fronte ad una potenziale paura, trasformandola piuttosto in uno stimolo per crescere, migliorare e saper gestire al meglio le avversità della vita.

Figura 2 |Grado d’ansia: moderato

Non c’è da preoccuparsi, il vostro grado di ansia è moderato, rientrate pertanto in un livello comune alla maggior parte delle persone. Momenti di ansia sono infatti normali in risposta a situazioni particolarmente stressanti, che possono dare origine a sensazioni di paura, unite in taluni casi a spiacevoli reazioni fisiche.

In questi casi, il vostro stato d’animo non appare perfettamente tranquillo e probabilmente avvertite un pizzico di ansia mista ad un nervosismo passeggero, che tuttavia spariscono una volta superato e affrontato l’evento o diminuiscono a seguito di un’attività rilassante.

Figura 3 |Grado d’ansia: medio alto

Avete un grado d’ansia medio-alto. La reazione ansiosa non e’ ancora diffusa e generalizzata ma si innesca in situazioni specifiche, comportando uno stato di disagio che talvolta considerate eccessivo. Probabilmente in questo periodo avvertite il peso di alcune responsabilità ed impegni che vi mettono in apprensione: non sempre riuscite ad impedire che la vostra tensione emotiva si somatizzi, riversandosi così sul vostro corpo e generando stati di malessere e disagio anche di carattere fisico.

Figura 4 |Grado d’ansia: alto

A quanto pare siete decisamente ansiosi. Momenti di ansia moderata sono del tutto normali e comuni alla maggior parte delle persone, tuttavia la vostra reazione di fronte ad eventi avversi è in molti casi eccessivamente negativa e mette in difficoltà il vostro stato d’animo che non è più in grado di gestire la situazione.

Questa condizione non vi consente pertanto di godere appieno dei momenti positivi che la vita vi offre, poiché il pessimismo e la vostra costante irrequietezza portano ad un circolo vizioso dal quale è difficile uscire. Valutate la situazione e cercate di capire se si tratta di un momento passeggero, legato ad una serie di fattori stressanti, oppure se l’ansia è uno stato ricorrente. Parlate con qualcuno e cercate di individuare i fattori di stress per poterli superare al meglio.

Figura 5 |Grado d’ansia: medio

Nulla di molto preoccupante, il vostro grado d’ansia non è invalidante. L’ansia non è per voi un tipo di reazione esclusiva e ricorrente, anche se ci sono circostanze che vi inducono a reagire con una certa apprensione, che tuttavia riuscite a gestire. Siete infatti ancora in grado di dominare le vostre reazioni ansiose, che non compromettono in modo particolarmente fastidioso la qualità della vostra vita, anche se ultimamente state avvertendo il pericolo di un escalation. Più che problema d’ansia il vostro è un problema di stress!

Figura 6 |Grado d’ansia: piccoli segnali

Avvertite spesso piccoli segnali d’ansia, episodici e connessi a particolari situazioni di stress. Ricordate però che l’ansia non è sempre e comunque da valutare negativamente. La capacita’ di sperimentare e contenere un moderato livello di ansia è un importante e prezioso fattore di adattamento in grado di migliorare le proprie prestazioni in numerose circostanze, dall’apprendimento all’esecuzioni di compiti specifici. Nelle relazioni sociali, l’ansia tende a scemare dopo aver acquisito padronanza con l’ambiente circostante.

ATTENZIONE
Questa valutazione, anche se elaborata secondo un criterio specifico, ha carattere di curiosità ed intrattenimento e non può in alcun modo integrare o sostituire il parere di un medico specialista.

**Il test non rappresenta esame diagnostico e ha un mero scopo ricreativo.

*****Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti e foto| Copyright© 2016.

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sugli argomenti che salvaguardano la tua crescita emotiva, puoi seguirmi sulla mia pagina di facebook “Psicoadvisor“, aggiungermi su Facebook

Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze? Iscriviti al gruppo di Psicoadvisor “Dentro la psiche

Per ricevere ogni giorno i nuovi contenuti sulla tua posta elettronica, iscriviti alla news letter di Psicoadvisor: clicca qui per l’iscrizione


Dottoressa in psicologia, esperta e ricercatrice in psicoanalisi. Admin del sito

Nessun commento.

Lascia un commento