“Hoovering: gli alibi preferiti del narcisista per risucchiare l’ex partner nella relazione

| |

Avere una relazione con un narcisista significa catapultarsi in un mondo privo di contenuti reali, dove le normali regole di interazione fra esseri umani sono completamente sovvertite. Ci si sente speciali per una persona speciale, ci si sente messi sul piedistallo per poi cadere nel peggiore dei modi.

E quando si cade, il cuore va in frantumi

Non è per niente semplice accettare la fine di una relazione con un narciso: si deve superare il dolore del fallimento, la crisi di identità che segue la scoperta di essere stati con un sociopatico senza essercene accorti. Le sue offese, le sue mancanze, il suo ostentare altre partner, lo scoprire i numerosi tradimenti subiti, sono tutte situazioni che devono essere elaborate e superate.

Si sopravvive alla perdita con dolore e fatica

Quando una relazione finisce si vive la crisi di astinenza; ci si sente soli e inadeguati. Si può iniziare un percorso terapeutico e questo sicuramente aiuta, ma il dolore è davvero tanto. E poi finalmente arriva un periodo più tranquillo. Le ferite sono divenute cicatrici che non sanguinano più.

Si inizia a concepire l’idea che forse può esistere da qualche parte l’uomo normale con il quale iniziare una relazione normale. La mattina non ci si sveglia più con quel terribile senso di oppressione sul petto. Si ricomincia ad uscire, a vestirsi bene e a curarsi di più.

Ed è proprio in questo momento che lui si fa di nuovo vivo

La cosa peggiore che possa capitare a chi ha amato un narcisista e farsi risucchiare di nuovo nella relazione. Ed è una dinamica piuttosto frequente, quella di rifarsi vivo dopo essere sparito! Lo scopo del narcisista è quello di risucchiare, per l’appunto, l’ex dentro la relazione, ma non perchè ci tiene veramente e tanto meno perchè è pentito e ha capito di aver sbagliato. Lo fa solo perchè deve ristabilire il controllo sulla partner, o semplicemente perchè cerca il rifornimento narcisistico. Qualsiasi reazione il narciso riesca ad ottenere dalla sua ex vittima, per lui è una vittoria. Non importa se la partner o il partner lo insulta: è comunque una reazione che soddisfa il suo ego.

E tu ci ricaschi!

L’hoovering (tradotto significa risucchiare) è una tecnica manipolatoria usata frequentemente dai narcisista;  prende il nome dal famoso aspirapolvere americano Hoover e consiste nel tentativo, da parte del narciso, di risucchiare la sua ex partner di nuovo dentro la relazione, anche dopo mesi o anni dalla fine della stessa. Una trappola perfetta che porta la vittima a precipitare di nuovo nella spirale di dolore dalla quale si era faticosamente appena emerse.

Ci sono 12 modi con cui i narcisi fanno Hoovering

1- Messaggio di falsa vicinanza emotiva: tutto bene? Ti pensavo; se hai bisogno di qualcuno con cui parlare conta pure su di me

2 – Messaggi inviati come se non fosse successo niente, anche se è sparito da diversi mesi: ricordi la mia vicina di casa? Il marito ha scoperto che la tradiva

3 – Messaggi o chiamate per occasioni speciali: è’ il tuo compleanno, ci tenevo a farti gli auguri

4 -Messaggi riguardanti un suo pseudo pentimento: Ciao, lo so che ti ho fatto del male, a distanza di tempo ho capito tutti i miei errori

5 – Messaggi riguardanti eventi futuri: Ciao! So che non vuoi più vedermi ma ora mi ritrovo con una prenotazione alla SPA che avevo fatto quando stavamo ancora insieme: ti va se ci andiamo insieme?

6 – Messaggi riguardanti cose che piacciono a te ma che a lui non sono mai piaciute: facciamo un corso di tennis? Anche se non stiamo insieme nulla ci vieta di condividere una passione

7 – Messaggi riguardanti problemi di famiglia o crisi personali: Ciao. Ti volevo far sapere che sto molto male e certe volte faccio brutti pensieri

8 – Messaggi inviati per “errore” a te ma diretti ad un’altra: Ciao, ci vediamo fra 10 min all’angolo di casa tua. Vestiti come ieri. Eri uno schianto!

9 – Messaggi che fanno leva sul tuo senso di colpa: Mi dai un’altra chance? In fondo mi hai amato tanto

10 – Messaggi che alludono ad una profonda connessione fra di voi o al sesso: Sei la mia anima gemella, mi manca coccolarti. Oppure: Come sai amarmi tu, non riesce a farlo nessuna. Sei speciale

11 – Messaggi che fanno sembrare l’Hoovering una tua iniziativa: Ciao. Per caso mi hai chiamato?

12 – Messaggi adulatori: non avrei dovuto lasciarti; nessuna è al tuo livello.

Come gestire il ritorno del narcisista manipolatore

Se non lo hai già fatto, sii decisa nel tagliare completamente i legami con il tuo ex. Cambia il tuo numero di telefono. Bloccalo su whatsApp, dall’invio di email e dai contatti sui social media e su Skype.  Fai tutto il necessario per allontanarti il ​​più possibile da questa tossicità devastante. È l’unico modo per continuare il tuo percorso di guarigione emotiva

Sii forte, ci sei già passata

Non cadere nella sua trappola! Ricorda quanto hai sofferto,  le lacrime che hai versato…Se ora sei confusa e disorientata, non spaventarti; è normale. In fondo lo hai amato tantissimo. Sai bene però che hai amato una persona tossica che ora vuole impadronirsi della tua vita risucchiandoti nella spirale della sofferenza…a te familiare.

Ricorda la tua forza

Ci è voluta tanta forza per uscire da questa relazione tossica; sei stata così forte e determinata. Quella forza ormai ti appartiene; la trovi nelle cicatrici che ti ha lasciato. E se le guardi con molta attenzione, ti accorgi che lui non ha più potere su di te.

E se pensi di non farcela…

Chiedi aiuto a un esperto: se pensi di non farcela stavolta hai probabilmente bisogno di un aiuto professionale che ti aiuti ad elaborare cosa non ti permette di “lasciar andare” questa persona dalla tua mente.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci su Facebook: sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la PsichePuoi anche iscriverti alla nostra newsletterPuoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.

Previous

Il sano egoismo e l’incontro con l’altro

6 consigli per imparare a non sentirsi più inadeguati

Next

Lascia un commento