La tua casa è un luogo o uno spazio?

Si è sempre parlato di spazio pensando che sia importante per la vita dell’individuo. In realtà dipende da come punteggiamo il termine spazio. Perchè spazio è diverso dal luogo.

  • Lo spazio si progetta, il luogo si vive.
  • Lo spazio si può percorrere, nel luogo si sosta.
  • Lo spazio è astratto, il luogo è il concreto.
  • Lo spazio è asettico, il luogo è vivo.
  • Nei luoghi c’è il ricordo, nello spazio no.

Lo spazio è un insieme di oggetti e di persone, nei luoghi ci sono relazioni e rapporti. Nei luoghi c’è storia ed emozioni, nello spazio c’è desiderio e aspettativa.

Riprendendo un concetto di Gregory Bateson “La mappa non è il territorio” potremmo definire lo spazio come qualcosa di oggettivo, è la nostra mappa; mentre il luogo è il territorio cioè uno spazio vissuto. L’uno è dentro all’altro, come una Matriosca. Nel territorio si tessono relazioni, tradizioni, costumi e usi, nella mappa si cela l’intimità, la protezione, la sicurezza.

Nella storia di ognuno abbiamo luoghi in cui possiamo tornare perchè vivi di ricordi, nello spazio questo non è possibile. Si avverte nostalgia di un luogo ma non dello spazio.

Per l’uomo sono più importanti i luoghi e non gli spazi, perchè appartenenti alla propria biografia, perchè ricchi di affetti e di memorie.

Un luogo è un paesaggio costruito in cui si proiettano significati soggettivi, nello spazio invece è un paesaggio neutro. I luoghi sono importanti e fondamentali per l’uomo non solo per il loro utilizzo, ma anche per il modo in cui soddisfano i nostri bisogni.

Infatti…
Una casa è e rimarrà sempre uno spazio se non soddisfa i nostri bisogni!!!

La casa in quest’ottica di luogo e non di spazio, ci aiuta a conoscere noi stessi e gli altri, ci permette di viverla in modo terapeutico.

Un noto cantautore italiano Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, in una sua canzone “Questa è la mia casa” racconta di un luogo e non di uno spazio. Egli canta che la casa è “dove posso stare in pace con me”.

Per stare in pace con se stessi dunque c’è bisogno di ritrovarsi. Per stare bene e in armonia con noi stessi non sono sempre necessarie quattro mura, uno spazio circoscritto, a volte c’è bisogno di luogo dove la propria storia personale emerga, dove emerga il nostro modo di essere, dove il nostro essere è espresso.

La casa in un altra canzone degli U2 “A house doesn’t make up a home”, gli artisti cantano “Dov’è la mia casa? La mia casa sono io!!”. In questa canzone si capisce che la casa è l’essere se stessi a tutto tondo, con i propri difetti e pregi, con le proprie esperienze, con il proprio sentire, con il proprio stile, con le proprie emozioni e i propri vissuti, con le proprie relazioni. Questa è la casa. La casa secondo Jovanotti e gli U2 è la persona in pace e in sintonia con l’ambiente e nulla più. Quando in un luogo stiamo bene, ci sentiamo a casa, siamo a casa.

Ma non solo le canzoni ci parlano di casa come luogo in cui stare bene, anche scorrendo nel web si leggono aforismi, frasi o citazioni che descrivono la casa come un luogo e non come spazio. Ad esempio:

  • “La casa è un luogo dove risiedono i ricordi…”,
  • “Nessun posto è bello come casa mia”,
  • “Casa è dove si trova il cuore”,
  • “…una casa con dentro le persone che ami”.

Da queste righe si deduce che la casa oltre ad essere un luogo, è un posto dove c’è un anima, dove c’è il cuore, dove regnano i ricordi, dove ci sono relazioni.

L’architettura è l’arte di organizzare lo spazio, ma solo l’uomo ha la forza e il potere di trasformare lo spazio in un luogo.

Quando si pensa all’architettura non si deve pensare solo e sempre al costruire uno spazio per abitare perché l’architettura è già di per sé un abitare.

Ciò che l’architettura dovrebbe riflettere è costruire luoghi piuttosto che disporre spazi. Ma questo è possibile solo se abbiamo la consapevolezza di abitare, perché solo attraverso una consapevolezza si possono costruire luoghi.

Articolo a cura di: Virna Tripodo, psicologa psicoterapeuta
ESPERTA IN PSICOLOGIA AMBIENTALE


Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci su Facebook:
sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor o nel nostro gruppo Dentro la PsichePuoi iscriverti alla nostra newsletterPuoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.

© Copyright, www.psicoadvisor.com – Tutti i diritti riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.


Esperta in psicologia ambientale, psicologia della casa e dell'abitare.

Nessun commento.

Lascia un commento