Le 12 leggi del Karma che migliorano la vita

| |

“Il karma non è una vendetta, è il riflesso delle tue azioni”

Quello di “karma” è un concetto cardine della religiosa e filosofia indiana; a prescindere dal “credo”, le “leggi karmiche” possono essere applicate per migliorare la qualità della vita quotidiana. Anche se quello di karma non è un tema proprio delle scienze e tecniche psicologiche, i concetti espressi sono fortemente legati al benessere individuale e interpersonale. Vediamo tutti i dettagli.

Karma: etimologia e definizione

La parola Karma deriva dal sanscrito, una lingua indiana risalente al X secolo, Karman e può essere tradotta con il termine “azione” , o “causa che porta determinati effetti“.  Viene anche definita legge di causa ed effetto, è qualcosa che viene creato tramite l’azione e dipende interamente da noi.

Il karma può essere positivo, ma anche negativo, e rappresenta il bagaglio di ciò che siamo e di ciò che facciamo. Molto spesso si sente parlare di karma, a volte in modo superficiale senza che se ne comprenda il concetto profondo. La parola karma la troviamo ovunque: su Facebook, nelle canzoni e nel linguaggio quotidiano; infatti quante volte vi sarà capitato di sentire affermazioni come “E’ il mio karma”. Questo termine a volte viene confuso con destino che premia o punisce.

pubblicità

Il significato è molto più profondo, alla base del quale c’è la grande legge di causa ed effetto, di azione e reazione, secondo cui ciò che si da oggi, sarà quello che riceverai domani; è legato quindi al libero arbitrio e viene inserito in un ciclo di “morte e reincarnazione” appartenenti alle filosofie orientali e alle religioni induiste.

Il karma è una diretta conseguenza del nostro comportamento e non è governato da una legge suprema.

Tipi di karma e leggi karmiche

Esistono diversi tipo di Karma, il più conosciuto è quello individuale, che dipende interamente da noi, poi c’è il Karma familiare che comprende tutte le vicissitudini delle varie generazioni, che porta effetti positivi o meno sulla famiglia del presente. Esiste il Karma collettivo, che comprende tutte le persone che abitano con noi o nel nostro quartiere, distretto etc. e infine, ma non meno importante c’è il Karma mondiale, che comprende l’intero universo.

pubblicità

Per condurre una vita migliore esistono 12 leggi del karma, che non sono delle vere e proprie leggi, ma lezioni di vita che ti aiutano a fare i cambiamenti necessari dentro di te per generare karma positivo e liberarti da quello negativo.

1. Legge della creazione

Secondo questa legge bisogna essere partecipanti attivi della propria vita, se si vuole raggiungere ciò che si desidera.

2. Legge dell’umiltà

pubblicità

In questa regola karmica è importante saper accettare la vera realtà di qualcosa prima che tu possa mai cambiarla. Per accettare ciò è importante essere introspettivi.

3. Legge di crescita

pubblicità

In questa legge è necessario lavorare a un cambiamento in sé stessi prima di aspettarsi che sia il mondo a cambiare intorno a sé, questo perché abbiamo il controllo su noi stessi e non su ciò che ci circonda.

4. Legge di responsabilità

Mira a insegnare che si dovrebbe cercare di assumersi le responsabilità, sia delle cose buone che delle cattive, piuttosto che cercare delle scuse al di fuori di noi.

5. Legge di connessione

Enfatizza l’interconnessione tra passato, presente e futuro e che ci vuole del tempo per rimediare ai torti karmici del passato.

6. La legge di messa a fuoco

Questa insegna che la nostra vita sarà migliore e più soddisfacente se si dirige l’attenzione su una singola attività alla volta e se ci si concentra su valori alti.

7. Legge di ospitalità

Se credi fermamente in una cosa e sei convinto di poterla raggiungere allora sarai orientato verso azioni pratiche che garantiranno il suo raggiungimento.

8. Legge del qui e ora

Secondo il buddismo il karma è legato al vivere il presente, ed è l’unico tempo che abbiamo a disposizione e che deve essere sfruttato a pieno. Infatti, nella visione buddista il karma è fondamentale ed è ciò che permea l’intero universo, ogni azione e intenzione genera un karma di un certo tipo.

La sostanza del karma nel buddismo è quella più vicina alla nostra visione occidentale, secondo cui ogni azione genera bene, male o neutralità e queste energie non spariscono mai nel nulla. Tutto torna

9. Legge del cambiamento

Secondo questa legge l’universo ci manda ciò di cui abbiamo bisogno. Se pensi di essere bloccato in un circolo, e che le cose si ripetono c’è qualcosa di fondamentale che non è stato ancora affrontato.

Se invece qualcosa intorno a te cambia improvvisamente e ciò ti provoca sofferenza, allora vuol dire che sti facendo dei passi per la tua crescita.

10. Legge di pazienza e ricompensa

Questa regola afferma che i tuoi più grandi successi, necessitano di un grande sforzo, duro e costante; questo vuol dire che devi avere pazienza, cercare di capire quale sia il tuo scopo e perseverare nel raggiungerlo

11. Legge di significato ed ispirazione

Quando hai bisogno di una spinta motivazionale, rappresenta una buona legge sulla quale riflettere. Ogni piccolo contributo che fai influenzerà l’intero universo, le energie sono interconnesse.

Ultima ma non meno importante è la legge di causa ed effetto secondo ciò che semini raccogli, tutto ciò che dai è anche ciò che riceverai. Ma sotto è spiegato meglio questo concetto essenziale per capire l’importanza del Karma.

12. Legge di causa-effetto, il caso non esiste

Esatto! La dodicesima legge dice che il caso non esiste. Tutto ciò che ci accade è per un motivo specifico, ogni cosa arriva per insegnarci qualcosa, per apprendere delle lezioni dalla vita e per farci crescere.
E’ inutile prendersela con il destino, perché tutto ciò che ci succede dipende interamente da noi, che siamo i soli responsabili della nostra vita.

Modelliamo il nostro domani in base a quello che diciamo, pensiamo e facciamo oggi, l’azione che stai compiendo ora è determinata dal pensiero che hai fatto precedentemente. Spesso non badiamo a ciò che facciamo o diciamo, non tenendo conto della legge “causa effetto” che è sempre in atto. Dovremmo prenderne consapevolezza per correggere la qualità delle nostre azioni, dei nostri pensieri e di ciò che diciamo.

Il “karma positivo”

Se vuoi avere un riscontro immediato lo devi applicare alle relazioni personali. Ad esempio se vai in banca ed inizi a lamentarti di tutto, come pensi di essere trattato dall’impiegato che ti serve? Prova a pensare che anche l’altro percepisce il tuo stato d’animo, cosi come ti mostri avrai un riscontro conseguente.

La legge del karma ti insegna che sei responsabile della tua vita: con le tue parole, i tuoi pensieri, le tue azioni e le tue reazioni, sei responsabile di tutto ciò che ti accade… il karma è il riflesso delle tue azioni.

Il concetto di karma è dunque molto ampio e racchiude tanti significati, e accumulare del “karma positivo” ci permette di avere una vita migliore ora e… per alcune religioni Indù anche nelle prossime! Non ci credi? Provare per credere 😉

“Il karma è esperienza, l’esperienza crea memoria, la memoria crea immaginazione e desiderio, il desiderio crea di nuovo il karma”
-Deepak Chopra-

Marta Laugeni, psicologa
Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci su Facebook: Pagina ufficiale di Psicoadvisor o sul nostro gruppo Dentro la psiche“. Puoi anche iscrivervi alla nostra NewsletterPer leggere tutti i miei articoli ti invito a visitare questa pagina

Previous

Animali notturni: recensione e significato psicologico

La lettera di Marilyn Monroe al suo psichiatra

Next