Trovare la forza di continuare e rialzarsi più forti di prima

Il vero dolore, quello che ci fa profondamente soffrire, rende talvolta veramente serio e fermo anche l’uomo più spensierato, sia pure per breve tempo. E persino i poveri di spirito diventano più intelligenti dopo il vero dolore”. Fëdor Dostoevskij

“Il vero dolore, quello che ci fa profondamente soffrire, rende talvolta veramente serio e fermo anche l’uomo più spensierato, sia pure per breve tempo. E persino i poveri di spirito diventano più intelligenti dopo il vero dolore”. Fëdor Dostoevskij

Ci sono persone con uno spirito e una forza interiore sovrumana. Persone, che non si sono piegate agli ostacoli. Persone che nonostante tutti i guai che hanno passato, hanno trovato la forza di continuare, di rialzarsi.

Quando la vita chiede di essere forte

Nessuno sceglie di essere debole. Sono le circostanze che ci “colpiscono” per metterci alla prova. Nella vita tutti abbiamo affrontato fatti gravi, vissuto drammi o persino tragedie, ma la gravità di ciascuno di essi dipende dal modo in cui li affrontiamo, più che dall’evento in sé. Tutti siamo stati forti, tutti abbiamo avuto un piano preciso in testa prima di sperimentare il dolore: è allora che i piani sono svaniti. In realtà, bisognava solo rifarli. Quando si tocca il fondo è normale sentirsi persi.

5 passi per diventare forti mentalmente

Essere forti dipende da noi e, per riuscirci, bisogna iniziare ad applicare semplici cambiamenti quotidiani:

Avviate un dialogo interiore positivo tutti i giorni

Eliminate dalla vostra mente il “Non è possibile”, “Oggi non posso”, “Non mi vedo capace”, “Questo non fa per me”. Per insicurezza, per pigrizia….a volte tendiamo a procrastinare. E’ proprio nel momento in cui stiamo per rimandare che dobbiamo porci qualche semplice domanda “Cosa cambia a farlo domani? “Perchè non provarci“.  Se cambiate il vostro pensiero, cambieranno anche le vostre emozioni e giorno dopo giorno vi sentirete emotivamente più sicuri.

Accettate e capite che la vita è anche rinunciare e lasciare andare

Non è semplice smettere di aggrapparsi alle cose e alle persone. Ci aggrappiamo alle persone che amiamo, perché è così che concepiamo la felicità. Dare e ricevere è il senso massimo dell’allegria e, pertanto, è quasi impossibile non dipendere dalla nostra famiglia, dal nostro partner.

Ma è bene capire che nella vita nulla è sicuro, che quello che abbiamo oggi domani possiamo perderlo. Imparare a rinunciare, a lasciare andare è una cosa alla quale dovremmo essere preparati. Accettare il dolore, la separazione e la perdita è il segreto per proseguire.

Prendetevi cura di voi e gratificatevi

La miglior cura non è quella offerta dagli altri, ma quella che permettete a voi stessi.  Se diciamo a noi stessi che la vita non ci offre più nulla di buono, che il nostro treno è già passato e che l’amore, il rispetto o la felicità non faranno più parte della nostra realtà, ci stiamo auto-sabotando.
Come si suol dire, “non c’è peggior nemico che i propri pensieri”.

Cambiate atteggiamento e cambierà la vostra vita

Smettete di dare la priorità agli altri, siate consapevoli del fatto che se non vi prendete cura di voi, non lo farà nessuno. Se non ci rispettiamo, amplieremo i limiti, in modo che gli altri li superino e se ne approfittino.

Quando è stata l’ultima volta che avete soddisfatto i vostri desideri?

Per essere forti, è necessario capire che meritiamo di essere felici, godere e regalarci emozioni positive:
Uscite a fare una passeggiata, permettetevi di godere del “qui ed ora”, sviluppate una coscienza piena con cui vedere l’essenza di quello che vi circonda, della luce, del suono della gente che ride, del vostro dolce viso riflesso in uno specchio.

Fatevi un semplice regalo: un pranzo, un pomeriggio in spiaggia, un vestito nuovo, un taglio di capelli diverso, un’uscita con gli amici…

Potrebbe essere utile è il mio articolo “Come avere un carattere forte e sicuro“.

Caratteristiche delle persone forti emotivamente

Ci sono persone che attraversano periodi bui uscendone frustrate, causando frustrazione anche in chi hanno accanto. Altre, invece, trasformano la propria frustrazione nell’esatto opposto: sanno per cosa sono passati e non lo augurano a nessuno. Sono persone luminose, rinate dal grigio della loro esistenza.

Non danno agli altri la responsabilità della loro felicità

Le persone forti sanno perfettamente quali sono le proprie responsabilità e quali no. Ciò per cui si sentono responsabili sono i propri comportamenti, pensieri e sensazioni, e nient’altro. Hanno smesso da tempo di pensare che è responsabilità altrui farli felici, e sanno perfettamente badare a se stessi da soli.

Anche se sono consapevoli che ci possono essere cose che sono fuori dal loro controllo, sanno bene che ciascuno è responsabile di come si reagisce a tali cose. Non vedrai mai una persona forte puntare il dito e accusare qualcun altro dicendo ‘mi fai arrabbiare’, ‘mi fai star male’. Invece, sanno che la responsabilità di sentirsi male o arrabbiati è solo loro, e sanno anche come cambiare le cose. E lo fanno.

Non prendono le cose sul personale

Le persone che attraversano brutti momenti e ne vengono fuori più forti, sanno che le avversità che la vita ci propone non sono niente di personale. Qualsiasi cosa la gente attorno a loro faccia, essi sanno che è solo un riflesso del carattere di quella persona.

Le persone forti non pensano ‘tutti ce l’hanno con me’, o ‘ho l’universo contro’. Invece, sanno che ciò che accade è la conseguenza delle azioni, pensieri ed opinioni di altre persone, su cui non hanno nessun controllo. Quindi non sprecano tempo a pensare ‘ma perchè gli altri si comportano così?’. Al contrario, passano molto più tempo a pensare ‘cosa posso fare io per cambiare questa cosa che non mi piace?’

Non fanno previsioni

Le persone equilibrate sanno che non possono prevedere il futuro. Di conseguenza, non perdono tempo pensadoci troppo. Perchè sanno perfettamente che il tempo per agire è qui ed adesso, non nel futuro. E sanno anche che passando il tempo a ipotizzare il futuro rischiano di perdersi opportunità nel momento presente. Semplicemente perchè erano troppo distratti pensando a cosa sarebbe potuto succedere invece di rendersi conto di cosa stava effettivamente succedendo al momento.

Sono razionali

Anche se a tutti noi piace sognare, le persone equilibrate e forti sanno differenziare molto bene fra immaginazione e realtà. Sanno che non necessariamente ‘tutto andrà bene’. Sanno che, molto più probabilmente, il futuro ci riserva belle sorprese, ma anche parecchie difficoltà. Pensare che tutto andrà sempre bene significa vivere un’illusione, e affrontare la vita senza essere preparati mentalmente alle avversità.

Non vivono nel passato

per molti di noi, vivere nel passato è una maniera di evitare la perdita. Ma le persone forti sanno che augurarsi di ‘poter avere indietro ciò che ho perso’ è solo un sogno, non una realtà. Sanno che il passato è tale, e non si può tornare indietro. e sanno anche che non puoi guidare un’automobile, nè tantomeno la tua vita, guardando sempre dallo specchietto retrovisore.

Quindi accettano le perdite (di persone, situazioni, cose del passato), ed invece di rimpiangere quello che avevano, si muovono per ottenere ciò che vogliono adesso. Perchè stare a ripensare alle cose meravigliose che avevi ieri è il metodo più sicuro per non accorgerti delle cose meravigliose che hai oggi.

Raggiungere un buon equilibrio mentale non è una battaglia semplice, e sicuramente non una battaglia che si può pensare di vincere da un giorno all’altro. E se delle volte dobbiamo imparare a reagire alle avversità, altre volte dobbiamo anche imparare a fare uno sforzo extra e modificare i nostri comportamenti.

PER CONCLUDERE

Diventare mentalmente ed emozionalmente forte non è qualcosa che avviene da un giorno all’altro. Solo se siamo in grado di considerare ogni piccola sfida che la vita ci presenta come un’opportunità per diventare più forti, inizieremo a sviluppare una maggiore saggezza e chiarezza mentale, che potremo mettere alla prova quando ci troveremo ad affrontare delle reali difficoltà.

Affrettatevi dunque, uscite dal lamento, buttatevi a capofitto nella vita e lasciatevi semplicemente vivere. Siete scesi talmente in basso che adesso potete soltanto RISALIRE PIU’ FORTI DI PRIMA.

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sugli argomenti che salvaguardano la tua crescita emotiva, puoi seguirmi sulla mia pagina di facebook “Psicoadvisor“, aggiungermi su Facebook

Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze? Iscriviti al gruppo di Psicoadvisor “Dentro la psiche

Per ricevere ogni giorno i nuovi contenuti sulla tua posta elettronica, iscriviti alla news letter di Psicoadvisor: clicca qui per l’iscrizione


Dottoressa in psicologia, esperta e ricercatrice in psicoanalisi. Admin del sito

Nessun commento.

Lascia un commento