Sviluppare la capacità di cambiare il futuro agendo nel presente : effetto farfalla

L’unico momento di cui disponiamo è dunque il momento presente, e nel presente dobbiamo acquisire gli insegnamenti del passato e porre le azioni per il futuro.

L’unico momento di cui disponiamo è dunque il momento presente, e nel presente dobbiamo acquisire gli insegnamenti del passato e porre le azioni per il futuro.

Con ogni nostro pensiero e con ogni azione noi creiamo; in questo momento presente stiamo vivendo delle esperienze che sono il risultato di ciò che abbiamo fatto (o non fatto), pensato (o non pensato) nel passato. In base a questo principio la nostra situazione attuale dipende dalle cause che abbiamo posto nel passato, così come dalle cause che poniamo nel presente dipenderà la nostra situazione futura.

Naturalmente non sarà solo a causa di ciò che noi abbiamo fatto in passato che la nostra situazione attuale è quella che è, ma anche a causa di ciò che altri hanno fatto; ma ciò che gli altri hanno fatto in genere dipende più o meno anch’essa da ciò che abbiamo fatto noi e dalle situazioni in cui noi ci siamo messi.

L’effetto farfalla o l’effetto causa ed effetto

L’Effetto Farfalla, per coloro che non lo conoscono, si può riassumere come segue: “il battito delle ali di una farfalla può provocare un uragano dall’altra parte del mondo”, questo sta a indicare che il nostro universo è collegato da tanti piccoli fili invisibili ma reali.

In altre parole, l’Effetto Farfalla  o l’effetto causa ed effetto indica che delle piccole variazioni iniziali possono produrre grandi variazioni nel comportamento di un sistema fisico nel lungo periodo. Se pensiamo alla nostra vita come ad un sistema fisico cominciamo a intravedere le ripercussioni di questo concetto.

La vita è la somma delle nostre scelte

L’Effetto Farfalla, applicato alla nostra vita, significa che ciascuna delle nostre piccole decisioni quotidiane e le nostre abitudini, produrranno dei grandi cambiamenti nel corso del tempo. Il problema è che di solito non dipende da una sola, ma da tante piccole decisioni, le cui conseguenze sono spesso impercettibili. Il caso tipico è quello di una persona che si ritrova immersa in un grosso problema, ma non sa come è arrivata a quel punto.

Da una parte, applicare il principio dell’Effetto Farfalla alla nostra vita ci permette di comprendere e accettare che siamo dove siamo a causa delle nostre decisioni. Questo ci aiuta a riprendere il controllo e assumerci la responsabilità delle nostre azioni. Non si tratta di promuovere il senso di colpa, ma di smettere di cercare dei colpevoli esterni assumendoci la responsabilità dei nostri errori. Solo in questo modo siamo in grado di andare avanti e crescere.

Inoltre, questo principio significa anche che tutto ciò che facciamo oggi determinerà il nostro futuro. Questo implica che possiamo cambiare qui e ora, per raggiungere i risultati che desideriamo avvicinandoci così ai nostri obiettivi.

Per capire meglio come funziona l’Effetto Farfalla basta pensare alla metropolitana. Ci sono diverse stazioni dove possiamo cambiare il treno per avvicinarci sempre di più alla nostra destinazione finale. Spesso non prestiamo troppa attenzione a questi piccoli punti di intercambio e così rischiamo di allontanarci dalla nostra meta.

Nella vita, se non prestiamo attenzione a queste piccole decisioni, dopo mesi o anni potremmo ritrovarci ad un punto che non ci piace senza nemmeno sapere il perché. In realtà, è ovvio che nessuno all’inizio del viaggio avrebbe comprato un biglietto per la “Stazione del Fallimento”, ma finiremo lì, se non prestiamo attenzione agli intercambi.

Abitudini e decisioni che indicano che siamo vittime dell’Effetto Farfalla

  • Quando ci alziamo all’ultimo minuto, maledicendo l’orologio e non abbiamo più tempo per goderci i primi minuti della giornata, che dovrebbero essere sacri per cominciare bene.
  • Quando scegliamo di stare da soli davanti alla tv, invece di fare una passeggiata o leggere un buon libro.
  • Quando si fuma, si beve e si mangia troppo, solo perché queste abitudini apportano la calma di cui si ha bisogno.
  • Quando si passa la maggior parte della giornata nei social network e utilizzando il telefonino invece di parlare direttamente con le persone.
  • Quando ci si perde spesso in attività “urgenti”, ma del tutto inutili per realizzare il nostro progetto di vita.

Insomma, le piccole cattive abitudini e le scelte quotidiane possono essere molte e, in un modo o nell’altro, determinano il corso della nostra vita. L’importante è imparare a individuarle prontamente per eliminarle e sostituirle con quelle utili abitudini che ci permetteranno di arrivare alla meta. Ricordate sempre che, la peggiore decisione che potreste prendere è quella di non decidere mai.

Come possiamo modificare le nostre azioni?

Quando non ci piace quello che c’è nella nostra vita, possiamo cambiarlo modificando le nostre azioni. È necessario chiederci:

  • Sono davvero felice?
  • Ho tutto ciò che desidero nella mia vita?
  • Io oggi con le azioni che sto facendo, nel momento presente, cosa sto creando nella mia vita?
  • Sto creando solitudine?
  • Sto creando stress finanziario?
  • In che modo sto creando il mio futuro?
  • Per ottenere il risultato che voglio, che cosa devo fare?

 

Per concludere

Il passato esiste e, in un certo senso, ha contribuito a farvi essere la persona che siete oggi. Ma questo non significa che dovrebbe continuare a condizionare le vostre decisioni e la vostra vita. Il passato vi ha permesso di acquisire esperienza, ma voi non siete solo la vostra esperienza. In realtà, noi siamo molto di più di una storia, perché ciò che conta davvero è il potenziale che abbiamo nel nostro orizzonte.

Per il principio di causa ed effetto, se siamo interessati al nostro futuro, decidiamo quali azioni intraprendere ora, se ve ne sono, e se non possiamo fare nulla per il momento dobbiamo imparare a “stare” con il problema, senza lasciarci schiacciare da esso.
Quando vi rendete conto che il passato non deve essere decisivo nel vostro futuro, quando imparate a prendere decisioni motivati da ciò che desiderate veramente e non da ciò che credete di dover fare solo perché ieri lo avete fatto in questo modo, si apre dinanzi a voi un universo quasi infinito di possibilità. Dovete solo avere il coraggio di esplorarlo e tirare fuori il meglio di voi stessi.

A volte basta fare una passeggiata, cambiare attività o semplicemente prenderli in braccio e cantargli una canzone o leggergli una storia.

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sugli argomenti che salvaguardano la tua crescita emotiva, puoi seguirmi sulla mia pagina di facebook “Psicoadvisor“, aggiungermi su Facebook

Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze? Iscriviti al gruppo di Psicoadvisor “Dentro la psiche


Dottoressa in psicologia, esperta e ricercatrice in psicoanalisi. Admin del sito

Nessun commento.

Lascia un commento