Test psicologico della Porta Interiore

| |

La porta rappresenta un simbolico confine. Uno stato di transizione tra il tuo mondo interno e la tua realtà esterna. In entrambi i compartimenti tu puoi trovare un luogo di evasione, di sicurezza, di evoluzione… ma anche di minaccia, di tensioni e pressioni.

E’ varcando una porta che esplori il mondo. E’ attraverso una porta che fai entrare le persone che conosci nella tua sfera più intima. L’atto nel varcare una soglia ha il significato di riunione, di fusione e di scoperta di un mondo nuovo, qualcosa che è esterno.

La porta è un potente simbolo anche nel lavoro onirico analitico. Sognare una porta aperta è indice di un’evoluzione interiore. Sognare una porta chiusa è indice di pressioni emotive subite, se la porta è priva di serratura, riflette un sentire di sopraffazione, il sognatore si sente schiacciato dagli obblighi, dagli impegni o dalle sue stesse imposizioni morali.

pubblicità

Sbattere la porta, in senso letterario, è un segno inequivocabile che la situazione ci ha travolto, non siamo stati in grado di fronteggiare l’escalation emotiva che ci ha condotti a un sequestro emozionale. Una situazione in cui le emozioni e in particolare la rabbia e la frustrazione, hanno preso il sopravvento compromettendo la nostra capacità di pensare razionalmente.

Sbattere la porta esprime l’incapacità di affrontare le situazione ad alto impatto emotivo in modo più maturo, evidenzia una scarsa capacità di coping e di regolazione delle emozioni. Chi sbatte la porta e va via, non ha le risorse psicologiche per affrontare le circostanze avverse in modo maturo e assertivo.

pubblicità

Sei a casa, sul divano rilassato, non aspetti visite. Bussano alla porta cogliendoti del tutto impreparato. E’ una visita inaspettata: chi pensi che sia?

Attenzione! Deve essere una risposta istintiva, senza riflettere. Guarda la porta e scorri i nomi presenti nell’elenco. Tra questi, chi pensi che sia venuto a bussare alla tua porta?

N.B.: è “chi pensi che sia?” e non “chi vuoi che sia?” tra le figure nell’elenco.

  1. Il postino
  2. Un parente
  3. Un amico
  4. Una persona che ha sbagliato domicilio
  5. Un venditore
  6. Una visita indesiderata (in qualsiasi caso!)

Come sempre ti ricordo che i test psicologici di psicoadvisor sfruttano il simbolismo psicoanalitico ma che non rappresentano, in nessun modo, un consulto professionale.

pubblicità

Il postino

Il postino è un portatore di notizie, rimarca l’imprevisto, l’incognita. Di fatto, anche dopo aver aperto la porta, ancora non saprai cosa c’è nel suo “messaggio”. Se la tua scelta ricade sul postino, sei una persona molto elastica, che non ha paura dell’imprevisto e che si adatta a ogni situazione.

Sei molto versatile e soprattutto ti assumi le tue responsabilità senza scaricare colpe sugli altri. Sei un sognatore: cosa ci sarà nella missiva del postino? La tua mente sognante ti porterà a fantasticare ancor prima di tenere per mano la lettera. Il postino che bussa la porta e l’azione di aprirgli, indica un’apertura al cambiamento, alla novità e al rinnovamento. Hai voglia, nella tua vita, di una ventata di novità e freschezza.

pubblicità

Un parente

Un parente è una figura definita in modo astratto, potrebbe essere un genitore così come un nonno. Persone che hanno fatto parte del nostro sviluppo emotivo e che sono, in qualche modo, un’estensione del nostro sé. Chi istintivamente ha pensato a un parente, sta vivendo un periodo di particolare vulnerabilità e nutre un celato bisogno di protezione. Il parente rappresenta il “legame” colui che potrebbe (o avrebbe potuto) rassicurare, ciò di cui hai bisogno ora sono rassicurazioni!

Questa scelta denota anche il bisogno di lasciarsi il passato alle spalle: perdonare un torto subito, cessare ogni rancore e confinare il dolore al passato. La visita inaspettata di un parente simboleggia dei conflitti irrisolti e una forte voglia di risoluzione.

Un amico

L’amico rappresenta l’apertura al mondo. Mentre i legami parentali sono primordiali, l’amicizia rappresenta un’evoluzione emotiva, una certa emancipazione conquistata con la maturità. Sei una persona gioviale, molto aperta al mondo e socievole. Gli amici sanno che possono contare su di te, anche se ti descrivono come una persona “con un bel caratterino”.

Sei una persona disponibile e che ama fortemente la sua indipendenza, non sopporta vincoli e non accetta compromessi. Sei schietta, preferisci dire quello che pensi e questo non sempre ti fa nutrire le simpatie altrui… Sei molto proiettata al confronto ma non sempre disposta a metterti in dubbio e vuoi sempre far valere le tue ragioni.

Una persona che ha sbagliato

Bussano alla tua porta?
“Deve esserci un errore! Non cercano me!“.
Pur di non avere un intrusione nella tua intimità, il tuo istinto ti porta a credere che si possa trattare di un errore. Come ti ho spiegato nella premessa, la porta rappresenta la fusionalità tra mondo interno e mondo esterno. Nel rimarcare un errore, evidenzi la tua attitudine alla chiusura: sei introverso, un solitario e non ti piace condividere le tue cose con gli altri.

Magari questa scelta è dettata dalla tua diffidenza, il tuo vissuto ti porta a non fidarti delle persone e a ritagliarti un tuo personalissimo spazio circoscritto. Tuttavia, questa scelta ti preclude un’apertura verso il mondo che potrebbe portarti a un’inaspettata evoluzione… ma tanto a te le cose inaspettate non piacciono! Odi gli imprevisti e ti piace affrontare solo ciò che ti è già noto.

Una venditore

Il venditore è una persona spesso fastidiosa, che arriva a qualsiasi orario e vuole imporre la sua presenza per propinare gli acquisti più disparati. A livello simbolico, il venditore evoca l’invadenza, il controllo, il rompere confini già delineati a fatica.

Nella tua vita c’è una persona che limita la tua autonomia e che ti fa sentire, in qualche misura, controllato, non libero di fare ciò che senti davvero. Hai imparato ad agire nel timore di deludere gli altri, così hai difficoltà a fare scelte da solo. Sei la classica persona che ama cambiare, ti piace l’accaparramento di oggetti (l’ultimo smartphone alla moda oppure quel paio di scarpe tanto amate) e ti piace curare le apparenze.

C’è una parte di te che sente il bisogno di emergere. La tua mente è come un contenitore di elementi che deve ancora portare alla luce e tu hai voglia di farlo. Senti il bisogno di liberarti da qualsiasi vincolo e trovare finalmente una tua piena e completa autonomia.

Una visita indesiderata

Bussano alla tua porta e tu pensi che sia una visita indesiderata, a prescindere da chi, come e quando! Sei una persona che si proietta subito al peggio. Questo la dice lunga sul tuo vissuto personale nel quale hai collezionato una serie di cattive esperienze che ti hanno indotto a un sottile cinismo e pessimismo.

La tua scelta denota un carattere ansioso, con una paura di dover gestire situazioni nuove che potrebbero far saltare i tuoi schemi. Tutto ciò rimarca una rigidità mentale e un forte timore: non sei chiusa al mondo ma sei spaventata dal mondo!

Se pensi che la tua visita indesiderata sia un portatore di cattive notizie (forze dell’ordine…) si rimarca una personalità ipocondriaca, che ha paura delle malattie e della morte propria e dei propri cari. Al contrario, se non focalizzi minimamente l’attenzione sul chi potrebbe essere, pensando semplicemente che chiunque sia è una persona non voluta, rimarchi una personalità estremamente insicura, che teme qualsiasi intrusione perché più di essere concentrata sull’ospite è concentrata su se stessa e sul timore di essere inadeguata.

I nostri test psicologici

I nostri test psicologici sono realizzati sfruttando il simbolismo e le teorie psicoanalitiche, tuttavia è bene chiarire che hanno solo scopo ludico e non possono sostituirsi a qualsivoglia analisi psicologica del soggetto. Queste valutazioni, anche se elaborate secondo criteri statistici e rimarcando teorie psicoanalitiche, hanno solo carattere di curiosità e intrattenimento.

 

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci sulla pagina Facebook “Psicoadvisor“ o sul nostro account Facebook (Ana Maria Sepe e Anna De Simone)

Previous

Sto male ma non riesco a piangere

Piangere senza motivo e voglia di piangere, perché accade?

Next