Test psicologico: siete predisposti alle relazioni sane o insane?

Secondo la teoria dell”attaccamento di Bowlby, possiamo ipotizzare che l”amore e laffinità di coppia nell”età adulta siano riconducibili a livello inconscio al sentimento provato da bambino per la madre. Ispirandoci a questa teoria, proviamo ad individuare il vostro stile di attaccamento e la vostra predisposizione alla relazione di coppia con il test psicologico da me elaborato. Le dinamiche psicologiche coinvolte nella scelta del partner ideale sono diverse e secondo la psicoanalisi occorre considerare la relazione per l”appunto con i nostri genitori.

Durante la fase edipica (intorno ai 5-6 anni) i bambini scelgono il genitore del sesso opposto come oggetto d’amore. Questa relazione farà da base per tutte le relazioni successive: se questo rapporto è stato positivo e soddisfacente, da adulti si cercherà qualcuno con caratteristiche simili. Se il rapporto non è stato dei migliori ci sono due possibilità: c’è chi tende a ricreare la stessa relazione difficile in risposta al bisogno inconscio di superare le difficoltà incontrate nel passato, magari cercando di cambiare alcuni aspetti del proprio partner; dall’altra parte c’è chi cerca qualcuno che sia fondamentalmente diverso o addirittura caratterialmente opposto.

FAI IL TEST PSICOLOGICO

Ora passiamo al test. Guardate la foto in basso e scegliete l”immagine che per prima attira la vostra attenzione: non rifletteteci tanto ma scegliete d”impulso, permettete alla vostra parte inconscia di proiettare una scelta primordiale.

test psicologico

Risultati test psicologico

Figura 1|Rapporto distaccato

Date scarsa importanza alle relazioni intime, preferite i rapporti senza troppo coinvolgimento sentimentale. Amate ed esaltate la vostra indipendenza, il vostro narcisismo vi vieta di poter dipendere da qualcuno emotivamente: siete voi a condurre il gioco nella coppia
Avete una valutazione positiva di voi, ma una negativa disposizione nei confronti dell”altro sul quale non riescite a fare affidamento.

Non vi piace esprimere la vostra affettività e i vostri sentimenti, non riuscite a confidarvi e sentire l”altro come un sostegno. Sotto sotto però non fate altro che proteggervi dalle delusioni evitando un coinvolgimento emotivo intenso e mantenendo un senso di indipendenza e invulnerabilità.

Figura 2|Rapporto sicuro

Date molta importanza ai rapporti intimi e non temete di mettervi in gioco sentimentalmente. Siete sicuri e a vostro agio con l”intimità e avete la capacità di mantenere legami molto stretti con il partner senza rinunciare alla vostra automomia.
Siete amabili, meritevolmente circondati, in genere, da persone disponibili e sensibili. La vostra capacità di esercitare un controllo equilibrato sulle relazioni e sul livello di coinvolgimento emozionale danno stabilità al vosrtro rapporto di coppia.

Figura 3|Rapporto timoroso

Evitate fortemente le relazioni intime per paura di essere delusi: manca la sicurezza in voi stessi e la fiducia verso gli altri; il timore dell”intimità rischia di portarvi all”isolamento sociale.
Non vi sentite degni di attenzioni e vedete gli altri come mal disposti inaffidabili rifiutanti. Vi proteggete dal rifiuto evitando un forte coinvolgimento emotivo con il vostro partner e tendete ad assumere un ruolo subordinato nelle relazioni affettive.
Vi manca un controllo equilibrato della relazione e la fiducia che potrebbe sostenervi e rassicurarvi.

Figura 4|Rapporto equilibrato

L’uno non esclude l”altro, anzi, aiuta a darvi stabilità personale e pazienza per una convivenza equilibrata. Tra le tue doti migliori: valorizzare l”individualità di ogni persona senza imporre la propria e senza nemmeno sottometterla.

Siete generosi nel condividere le vostre cose e riuscite a trovare il giusto equilibrio in qualsiasi situazione o malinteso. Siete voi che con molta calma e pazienza, riuscite a mitigare eventuali litigi. Avete la capacità di sorprendere positivamente il vostro partner….insomma con voi non ci si annoia. Altra nota importante…..siete molto bravi a letto, il che non guasta.

Figura 5|Rapporto complice

Siete felice di essere in coppia e la cosa funziona piuttosto bene: ma non per questo vi tagliatefuori dal resto del mondo! Per voi uscire, vedere degli amici e mantenere i propri spazi di libertà è fondamentale.
Per voi insomma amare non significa emarginarsi, ma crescere insieme e migliorarsi ma soprattutto interagire con gli altri e confrontarsi. Non temete di essere lasciati, il vostro è un rapporto che si basa molto sul dialogo.

Figura 6|Rapporto preoccupato

Vi lasciate coinvolgere a dismisura nelle relazioni intime: esprimete, comunicate le vostre emozioni, avete fiducia nell”altro, vi prendete cura del partner lo utilizzate come base sicura. Il vostro benessere personale dipende dall”essere valorizzati dal partner che spesso viene idealizzato. Non vi sentite degni di attenzioni e vi sforzate di accettarvi attraverso l”approvazione delle persone che stimate.

Avete una valutazione positiva degli altri ma non di voi stessi. Sebbene voi dipendiate fortemente dal partner per cercare di mantenere una immagine positiva di voi, rischiate di adottare a volte uno stile troppo controllante.

ATTENZIONE 
Queste valutazioni, anche se elaborate secondo un criterio statistico, hanno un carattere di curiosità e intrattenimento. Non hanno valenza diagnostica.

*****Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti| Copyright© 2015-2016. 

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi sulla mia pagina di facebook “Psicoadvisor“, aggiungermi su Facebook o tra le cerchie di Google+


Dottoressa in psicologia, esperta e ricercatrice in psicoanalisi. Admin del sito

Nessun commento.

Lascia un commento