Il vaso dei desideri, ecco come realizzare i tuoi sogni

“Tutto è una sola cosa. E quando tu desideri qualcosa, tutto l’Universo cospira affinché tu realizzi il tuo desiderio.” Coelho

Tutti noi nutriamo numerose speranze ed aspettative durante la nostra vita. Tutti noi vorremmo realizzare i nostri desideri, ma solo in pochi ci riescono. Nella maggior parte dei casi questi desideri restano tali e tramutarli in realtà è davvero difficile.

Perchè solo in pochi ci riescono? Cos’è che fa la differenza?

La fortuna? Il talento? I geni? Senza dubbio questi elementi giocano un ruolo importante nella strada verso il successo, ma sono molto meno determinanti di quanto ci vogliano far credere, o di quanto noi stessi vogliamo credere.

Credere di realizzare i propri sogni sembra una semplice frase senza senso

Sono quei momenti in cui ci chiediamo: “Ma che senso ha tutto questo?” “E se non ce la farò mai?” oppure ripetamo incessantemente a noi stessi che “Ormai è tutto perso” e che “La mia vita non sarà mai come desidero”.

Accade cosí che ci immaginiamo mentre quel progetto a cui teniamo tanto fallisce miseramente, ci immaginiamo di non riuscire a trovare l’amore e la persona giusta per noi, immaginiamo noi stessi mentre svolgiamo un lavoro che non ci piace, mentre riviviamo infinite volte quell’errore del passato senza possibilità di rimediare..

Ma perchè accade questo?

1) Accade perché quando pensiamo a tutto quello che può andare male, questi scenari diventano sempre più reali nella nostra mente.

2) Accade perché siamo portati a pensare sempre allo scenario peggiore: è dalla notte dei tempi che l’uomo delle caverne doveva fronteggiare le più pericolose avversità. E’ neo nostro patrimnio genetico che è conservata la paura che si esplica in un’area precisa del cervello: l’amigdala. Il nostro corpo è quindi programmato alle preoccupazioni anche se lo stile di vita attuale non ne avrebbe più bisogno.

3) Accade perché la nostra mente non distingue tra immaginazione e realtà, soprattutto quando comincia a coinvolgere le emozioni.

“La nostra mente si convince che stiamo fallendo o che tutto sia perduto e invia i segnali al nostro corpo come se stesse accadendo proprio ora, scatenando l’ansia, la tristezza e lo sconforto che poi ci bloccano”

Ed è questo l’errore che la maggior parte di noi fa continuamente senza nemmeno accorgersene.

Non c’è realizzazione dell’uomo che prima non sia passata per la sua fantasia

Ad esempio se qualcuno (sicuramente ritenuto pazzo) non avesse desiderato volare oggi non esisterebbero macchine per volare. Chi si sarebbe mai messo a realizzare: aerei, mongolfiere, alianti, elicotteri, eccetera, se non avesse prima desiderato realizzare qualcosa del genere?

Il vaso dei desideri: cos’è

Mark Twain diceva: “ho subito molti rovesci nella mia vita, molti dei quali non sono mai successi”

Siamo noi che abbiamo il potere di scegliere cosa immaginare e come immaginarci, nel presente e nel futuro.

“Il modo in cui immaginiamo la nostra vita determina inevitabilmente il nostro futuro”

La realtà può essere il nostro più grande nemico o il più fedele alleato che avremo accanto ogni singolo giorno. Ed è qui che entra in gioco il vaso dei desideri,  uno straordinario metodo per entrare in contatto con il proprio inconscio e allo stesso tempo dare sfogo alla creatività.

Cosa ci occorre per realizzare il vaso dei desideri?

  • Un barattolo di vetro della capienza di almeno 500ml. Possiamo anche riciclare un vecchio barattolo ripulendolo da tutte le etichette
  • Pezzi di carta anche di vari colori su cui andremo a scrivere i nostri desideri. Possiamo ritagliarli nella forma che si associa di più al nostro intento (casa, cuore, denaro ecc) per dargli un tocco magico in più
  • Etichette colorate e magari della carta regalo avanzata con cui possiamo decorare il vaso.

Deve avere davvero l’aspetto di un vaso magico

Tutto questo lavora a livello inconscio. Possiamo disegnarci dei fiori, cuori, simboli particolari. Un fiocco attorno al barattolo….

Come funziona il vaso dei desideri

Iniziate a scrivere…andate a briglia sciolta, quando avete fatto fate una breve pausa e ricominciate: scrivete ancora.

Scrivete i vostri desideri 1°, 2°, 3°, ecc… mentre formulate e scrivete i desideri la vostra energia aumenta; sentirete dentro e fuori di voi una piacevole frenesia, come quella che provano i bambini quando si divertono.

I vostri sogni possono essere numerosi ma devono essere rappresentati in modo dettagliato e preciso. Evitate di inserire eventuali negazioni come “voglio un lavoro che non sia poco pagato”, poiché il cervello non accetta i rifiuti.

“La logica vi porterà da A a B. L’immaginazione vi porterà dappertutto” Albert Einstein

Per contribuire alla realizzazione del desiderio, è necessario che siano presenti alcuni elementi, fra i quali, probabilmente il più importante, è la positività. Questo vuol dire che il desiderio deve essere di natura positiva e non deve, per nessun motivo, arrecare danno ad altre persone o ridurne la libertà.

I desideri devono essere il più precisi possibile. Non scrivete voglio: “un nuovo lavoro” “un partner”,” un viaggio” “laurearmi” ma cercate di inserire i dettagli che rendono quel desiderio piacevole, ad esempio “un lavoro dove posso esprimere la mia passione”, “un partner con il quale condividere i momenti più belli ” “A Parigi per vedere la torre Eiffel” ecc…”Voglio fare l’esame di…” Includete anche le piccole cose ed anche quelle che credete siano irraggiungibili.

….lasciate che la ricchezza dei desideri cresca e prenda vita.

Una volta riempito il barattolo con i vostri desideri, mettetelo da qualche parte speciale, nel comodino, sopra il camino…insomma dove potete vederlo ogni giorno.

“Vivi e percepisci ora la vita che desideri vivere… con spontaneità, con gioia e senza stress o paure”

Raccomandazioni utili per realizzare il vaso dei desideri

Prediligiamo un momento di relax e di quiete per preparare il vaso dei desideri al fine di concentrarci meglio ed entrare in contatto col nostro inconscio come un vero e proprio momento di meditazione.

Magari possiamo accendere delle candele, un incenso o della musica piacevole per creare l’atmosfera accogliente di cui abbiamo bisogno.

Quando aprire il vaso dei desideri

Possiamo aprire il barattolo nella stessa data dell’anno successivo. In alternativa, possiamo optare per la realizzazione del vaso dei desideri durante una ricorrenza speciale ed aprirlo esattamente l’anno seguente. Per esempio, possiamo relizzarlo nel giorno del nostro compleanno, di un anniversario o una ricorrenza speciale, ed aprirlo esattamente un anno dopo.

 L’universo ha un anno di tempo per realizzare i tuoi desideri

Quando apriremo il nostro Vaso dei Desideri scopriremo quanti desideri si sono avverati e quali invece non sono più importanti perché magari c’è stato un cambiamento e una maturazione nella nostra vita.

“Il Vaso dei Desideri ci consente di stabilire quali sono le reali ambizioni nella vita e di conseguenza focalizzarsi meglio su se stessi, nonché verificare quali cambiamenti sono davvero avvenuti una volta che viene riaperto”

Questo vaso magico è come un conto bancario in cui tutta la ricchezza dei nostri sogni sta risiedendo e crescendo. Se durante l’anno ci sono dei nuovi desideri possiamo aggiungerli nel barattolo e ringraziare.

Mettiamoci alla prova! Cominciamo a desiderare e a credere che il desiderio si avveri, ritorniamo fanciulli!!! Scriviamo i nostri desideri…e il Vaso Magico lavorerà per noi!


Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sugli argomenti che salvaguardano la tua crescita emotiva, puoi seguirmi sulla mia pagina di facebook “Psicoadvisor“, aggiungermi su Facebook

Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze? Iscriviti al gruppo di Psicoadvisor “Dentro la psiche

Per ricevere ogni giorno i nuovi contenuti sulla tua posta elettronica, iscriviti alla news letter di Psicoadvisor: clicca qui per l’iscrizione

 

 

 


Dottoressa in psicologia, esperta e ricercatrice in psicoanalisi. Admin del sito

I commenti sono chiusi.