Le persone piene di sé sono le più vuote, ecco il perchè

Le persone piene di sé sono le più vuote ecco spiegato il perché. Quali sono le caratteristiche delle persone piene di sé e perché sono considerate le più vuote d’animo.

A tutti nella vita è capitato di avere a che fare con persone piene di sé. Credere in se stessi è importantissimo ma c’è differenza tra autostima superbia. L’autostima è fondamentale per condurre una vita sana ed equilibrata ed anche per mantenere relazioni affettive stabili.

La superbia invece rende la persona “innamorata” di se stessa, della propria (presunta) superiorità. Le persone piene di se sono le più vuote d’animo. Sono individui arroganti, pieni di superbia, che pensano generalmente solo a se stessi.

Come riconoscere le persone vuote dentro

Riconoscere una personalità narcisistica non è difficile. Queste persone considerano il mondo come un qualcosa che ruota intorno a loro stessi, si sentono superiori rispetto agli altri. Hanno un’ errata considerazione del loro valore, delle loro potenzialità.

Le caratteristiche delle persone piene di sè ma vuote dentro

In un ambiente lavorativo per esempio è semplice identificare una personalità narcisistica: sono quelli che credono di essere i migliori (a prescindere dalle reali capacità) e non si fanno problemi nell’esternare questa loro convinzione. Si sentono in diritto di soddisfare i propri bisogni sempre e comunque e talvolta non si fanno scrupoli nel manipolare le persone per raggiungere i propri obiettivi.

Hanno rispetto solo per se stessi. Considerano gli altri come individui inferiori o al massimo adulatori . Amano stare al centro dell’attenzione, sono egocentrici fino allo stremo, a costo di apparire superficiali.

Credono in se stessi ma in maniera malsana

L’autostima come anticipato è importantissima per condurre una vita sana, fatta di esperienze emotive positive. Le persone narcisiste credono solo in se stesse, non hanno fiducia in nessuno al di la di loro stessi.

Per giudicare qualcosa si basano esclusivamente sulle proprie convinzioni, non hanno termini di paragone o quantomeno non li comprendono. Ciò che fanno, come agiscono, per loro è giusto. Sempre e comunque.
Non hanno empatia.

A causa del loro ego smisurato i soggetti pieni di sé non riescono a comprendere i sentimenti degli altri. Tutto infatti gira intorno a se stessi, gioie e dolori altrui non sono contemplati.

Credono che tutto gli sia dovuto.

Le persone narcisiste pretendono qualsiasi cosa, in qualsiasi momento a prescindere dalla situazione o dal tipo di relazione che hanno con il proprio interlocutore. Si sentono in diritto di poter chiedere e ottenere tutto e spesso manipolano il prossimo fin quando non riescono ad ottenere ciò che desiderano.

Pensano continuamente di essere invidiati.

Questa è un’altra peculiarità delle persone piene di sé. A causa della visione distorta del proprio valore, si credono superiori e dunque invidiati dagli altri. Non è raro infatti che le persone piene di sé ripetano frasi come:“Anche tu vorresti essere come me”.

Non accettano le inadempienze

Di fronte a delle mancanze, (di qualsiasi genere, dall’ambito relazionale-affettivo a quello professionale) i narcisisti reagiscono in maniera quasi squilibrata, diventano intrattabili. Rispondono agli inadempimenti arrabbiandosi o al contrario deprimendosi pesantemente. Non riescono a superare il fatto che non sempre possono ottenere ciò che vogliono.

Appaiono libere ma sono infelici

Anche se non lo ammetteranno i narcisisti non sono davvero liberi. Condizionano la propria esistenza in base a loro convinzioni. Questo può avvenire anche in maniera inconscia (sono talmente piene di sé da non riconoscere i propri limiti, nemmeno la propria libertà).

Ostentano vite da favola, ma in realtà sono tristi poiché sono capiscono solo le loro emozioni. Non riescono a comprendere quelle degli altri o comunque non le rispettano e chi non rispetta il prossimo non può che essere schiavo di se stesso, una persona vuota.

Per concludere….nella testa delle persone vuote

Le persone vuote sono quelle che non ascoltano gli altri, che vogliono solo sentire la loro voce. Si circondano di molte persone per paura della solitudine, ma in realtà non si preoccupano di conoscerle approfonditamente. Alcuni adottano un atteggiamento arrogante mentre altri si vantano delle loro conquiste, che a volte nascondono sotto una falsa maschera di modestia. Infatti, la classica frase “nella mia umile opinione” non mostra altro che orgoglio mascherato.

Generalmente queste persone hanno bisogno di fare tanto rumore, hanno bisogno d’imporre il loro punto di vista perché si sentono molto insicure, perché sono emotivamente vuote, e quando si guardano dentro hanno paura di quello vedono. Sono persone che, a casa, hanno sempre la TV accesa o la musica alta, non perché gli piaccia, ma perché così si sentono meno sole. Il rumore è uno scudo utilizzato per proteggersi dal silenzio e quindi da se stessi.

Queste persone tendono a comportarsi egoisticamente e spesso accumulano tanta frustrazione, invidia e risentimento. Ovviamente, tutti sentimenti che non portano da nessuna parte, semplicemente le fanno sentire male e le allontanano dagli altri.

Sono abituati a dare la priorità a se stessi, a soddisfare le loro esigenze che vengono sempre prima di quelle degli altri, si lasciano portare via dal ritmo frenetico della vita nel quale non c’è spazio per la riflessione e per stabilire relazioni profonde.

Pertanto, costruiscono quelle che si conoscono come “relazioni liquide”, cioè, mantengono rapporti di amicizia o di coppia basati su legami molto fragili che finiscono per rompersi rapidamente. Non appena una persona cessa di soddisfare le loro esigenze, smette di essere interessante e si spostano verso un nuovo rapporto. Sono sempre alla ricerca di nuovi stimoli esterni, perché così non devono guardarsi dentro.

e ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la Psiche. Puoi anche iscriverti alla nostra newsletter. Puoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.


© Copyright, www.psicoadvisor.com – Tutti i diritti riservati. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

E’ vietata la copia e la pubblicazione, anche parziale, del materiale su altri siti internet e / o su qualunque altro mezzo se non a fronte di esplicita autorizzazione concessa da Psicoadvisor.com e con citazione esplicita della fonte. E’ consentita la riproduzione solo parziale su forum, pagine o blog solo se accompagnata da link all’originale della fonte.  E’ altresì vietato utilizzare i materiali presenti nel sito per scopi commerciali di qualunque tipo.


Dottoressa in psicologia, esperta e ricercatrice in psicoanalisi. Admin del sito

5 Commenti a “Le persone piene di sé sono le più vuote, ecco il perchè”

  1. amelia miori

    Nov 13. 2017

    Anche se ci siamo sposati giovanissimi..A 20 anni è facile sbagliare .. ma pure dopo succede.. E” che le persone (molte)..nascondono già al tempo del fidanzamento chi sono veramente..da dove vengono.. in senso emotivo.. e il vissuto che hanno avuto… Io essendo un carattere aperto non ho mai finto di essere diversa da quella che sono..me stessa..mostrandomi nella mia spontaneità…. Purtroppo ho scoperto solo dopo i figli avuti subito..molte cose legate al suo vissuto nella famiglia di origine… vissuto che l’ha segnato profondamente ..
    Pazienza.. Oggi dopo 37 anni siamo ancora insieme..barcolliamo come a tutti succede..ma non molliamo ..ci rispettiamo nella nostre diversità… abbiamo molti punti in comune e badiamo più a quelli che al resto che può andare storto.. Se la domenica non gli dico ,,”dai andiamo a farci un giro”.. lui starebbe davanti alla tv x ore e ore passivamente.. adesso che i figli sono per conto proprio.. dobbiamo ritrovarci ..sceglierci o sopportarci come a vent’anni..E’ un impresa titanica non da poco.. ma amiamo le
    sfide entrambi..
    Vedremo chi vince il primo premio..quello della pazienza e resistenza …ahahah.. sono una guerriera coraggiosa..xke Dio è in me…! ( gli atri tutti fuori..)
    buona vita

    Reply to this comment
  2. amelia miori

    Nov 13. 2017

    Giacomino..
    sei un perfezionista anche tu..? Non mi sembra che tu scrivi correttamente visto che mischi dialetto a lingua corrente..

    Reply to this comment
  3. amelia miori

    Nov 12. 2017

    Molto veritieri i vostri post.. si si..conosco i tipi del genere..mamma mia ne ha sposato uno….che vita vuota hanno sti tipi e non puoi fare nulla per aiutarli convinti come sono di aver sempre ragione…permalosi.. fanno sia pena che rabbia ma in fondo basta lasciarli nel loro brodo.. che se lo gustino pure .. Ho un carattere forte..forgiato dalla sofferenza..e non mi lascio condizionare sicuramente..in fondo uno sceglie la personalità che vuole avere..
    Preferisco i tipi aperti solari, con i quali puoi parlare liberamente ..le mentichiuseopprimonolagente..buona vita

    Reply to this comment
  4. Giacomino

    Set 18. 2017

    a dottore’, a metticelo un accento ogni tanto 😉

    Reply to this comment
  5. Vincenza Sorrentino

    Set 05. 2017

    Molto interessante

    Reply to this comment

Lascia un commento