8 personalità affettive che annientano l’amore

Illustrazione: Tara Jacoby

Come riconoscere gli stili affettivi MALATI che schiacceranno la vostra autostima e distruggeranno la vostra relazione.

Perché sbagliamo così tanto in amore?

Perché ci rassegniamo a portare avanti relazioni dolorose? Perchè alcune di queste sono così irreversibilmente intricate e dannatamente logoranti?

Sono tanti i martiri venerati dalla cultura dell’amore incondizionato, il mito del pathos che intensifica l’esperienza affettiva è così radicato all’interno della nostro immaginario da catapultarci inconsapevolmente all’interno di dinamiche relazionali che a lungo andare rovesciano il tavolo dove abbiamo posato le nostre aspettative, i nostri disegni e le nostre ambizioni, mandando in frantumi la nostra relazione, lasciandoci con molte domande, poche risposte e molta meno autostima.

Che cosa sono gli stili affettivi?

Sono modi di elaborare l’informazione affettiva: di percepirla, valutarla e incorporarla nella vita di relazione. Se il modo di elaborare questa informazione è distorto, risulterà dannoso per la propria salute mentale ed emotiva, e per quella del partner. Gli stili di cui parlo non seguono una schematizzazione rigida e non rappresentano una precisa sintomatologia associata a disturbi di personalità e, come conseguenza di ciò, sarebbe certamente superficiale associare queste personalità a situazioni isolate o straordinarie.

Si stima, infatti, che nel complesso tutti questi stili interessino il 20-30% della popolazione.Qual è, dunque, il tuo modo di amare?
Qual è quello del tuo partner?
Quali sono gli stili affettivi che annientano l’amore?

1) LO STILE ISTRIONICO-TEATRALE (AMORE MOLESTO)

“La tua vita deve girare intorno a me”

Appariscenti nel modo di vestire, di parlare, nei loro atteggiamenti, hanno estrema facilità di farsi coinvolgere emotivamente in tutto ciò che dicono e fanno fino ad enfatizzare in maniera drammatica tutto ciò che ha a che fare con la loro sfera emotiva.

Sono soventi esprimere la loro approvazione attraverso frasi come “E’ stata la serata più bella della mia vita” “Non ho mai incontrato qualcuno come te” con la massima leggerezza, e saranno sempre attenti a dirti quello che vuoi sentirti dire adulandoti in maniera sconsiderata anche per cose irrilevanti.

L’esuberanza dei loro sentimenti potrebbe indurti a voler passare dalla seduzione al sesso, hanno facilità a sfiorarti, approcciarti e accarezzarti in maniera ardente ma non è improbabile che tali soggetti possano gelarti con un sonoro rifiuto: per gli istrionici “seduzione” e “letto” non sono necessariamente correlati.

Gli individui con questa personalità hanno bassa autostima e pensano di valere per quello che sembrano, piuttosto che per quello che sono.

Perché sono così?
Le cause che portano a tale interpretazione dell’amore sono da ricercare in un’educazione all’interno della quale valori come bellezza, fama e seduzioni hanno assunto una grande importanza.

2) LO STILE PARANOICO-IPERVIGILE (AMORE DIFFIDENTE)

 “Se ti do amore, ti approfitterai di me”
La premessa iniziale del paranoico ha del disumano: “Le persone sono cattive, e se abbassi la guardia non esiteranno a farti del male”. Avere sospetti e contrattaccare sistematicamente è la loro tattica di autodifesa in un mondo ostile e approfittatore, in cui la minaccia è sempre dietro l’angolo, pronta a punirti se abbassi le difese.
Non stupirti se dopo poco incontri subirai incalzanti interrogatori riguardanti le cause dei tuoi ritardi o le eventuali incongruenze nelle informazioni che hai fornito. Indagheranno continuamente, sulla tua vita privata, sulle tue esperienze e sulle tue attitudini, provando a tracciare una mappa della tua persona in modo da scovare eventuali indizi sospetti. Inoltre, scruteranno costantemente il tuo atteggiamento  davanti a persone del sesso opposto per valutare se sarai fedele o no.
Alla fine, non ti rimarrà nulla oltre che un senso di vuoto e l’infelice sensazione di aver dato molto più di quanto hai ricevuto in cambio.
Perché sono così?
Se guardi nel loro passato potrai trovare abusi o umiliazioni, genitori che approfittavano delle loro insicurezze e che hanno fatto nascere in loro la predisposizione a mantenersi vigile e a diffidare di tutti. Tutto questo rivela una grande fragilità di fondo.

3) LO STILE PASSIVO-AGGRESSIVO (AMORE SOVVERSIVO)

“Devo opporre resistenza al tuo amore, senza perderti”

Inaffidabile, non risponde alle chiamate, arriva in ritardo e si scuserà per poi rifarlo di nuovo. Ha la marcata tendenza a non portare a termine gli impegni presi, mascherando le sue inadempienze dietro banali scuse. Propone più di quel che successivamente fa, prendendo l’iniziativa per poi pentirsene poco dopo e non farà nulla che non voglia, nebulizzato da una mente che segue solo il proprio capriccio.
La relazione entrerà presto nella dinamica del “tira e molla”, dal momento che dimostreranno calore solo quando non chiamerai e si allontaneranno nuovamente quando ti farai vivo/a, e, se lo approcci dal lato debole, ti ritroverai a fargli favori di qualsiasi tipo, favori, appunto, che chiede, costantemente, senza mai offrire.
Si arriverà ad una situazione di stallo data dal fatto che non vuole che sia tu a gestire la situazione ma al contempo non vuole farlo lui.
Perché sono così?
I suddetti individui hanno avuto un’elaborazione disfunzionale dei modelli di autorità, spiegabile con esperienze negative pregresse come avere genitori instabili dai sentimenti ermetici e indecifrabili, che trasmettevano informazioni contraddittorie, costringendoli ad adottare una strategia di avvicinamento-allontanamento per adattarsi ai loro stati d’animo. Il risultato è un’ambiguità affettiva tale da fargli perdere la fiducia di cui ogni bambino ha bisogno per affrontare il mondo.

Un’altra ipotesi può riguardare la rivalità generata da un nuovo/a fratello/sorella o l’essere stato vittima di una figura autoritaria che il soggetto amava.

4) LO STILE NARCISISTICO-EGOCENTRICO (AMORE EGOISTA)

 “I miei bisogni sono più importanti dei tuoi”

“Un egoista è chi insiste a parlarti di sé, quando tu muori dalla voglia di parlargli di te”
(Jean Cocteau).

Sembrano ascoltare quando gli parli, ma la loro mente è rapita dall’ego. Verifica se ha ricevuto l’informazione tornando a chiedergli qualcosa riguardante ciò di cui hai parlato prima, è molto probabile che non si ricordi che glie l’avessi detta precedentemente.

La maggior parte dei suoi discorsi è canalizzata verso la sua storia, la sua famiglia, la sua esperienza e i suoi successi, e non pensare che tale atteggiamento sia da attribuire al fatto che gli ispiri confidenza, è soltanto puro egocentrismo.

Se proverai a contraddirlo o ad esprimere dissenso riguardo le sue opinioni non riuscirà a nascondere il fastidio.

La sua tattica preferita sarà addolcirti l’”io” dicendoti esattamente ciò che vuoi sentirti dire, i narcisisti sono bravi a scovare i punti deboli altrui.

Perché sono così?
Questi soggetti sono sempre stati sopravvalutati dai propri genitori, una venerazione che ha arricchito il loro ego al punto tale da stabilire la condizione necessaria di accettazione di sé stessi solo all’interno di un’ottica che li vede un gradino sopra gli altri.
Proveranno sempre a compensare la loro scarsa autostima costruendo un’immagine grandiosa del loro Sé

5) LO STILE OSSESSIVO-COMPULSIVO (AMORE PERFEZIONISTA)

“Devo tenere le mie emozioni sotto controllo”

Nulla viene lasciato al caso o all’improvvisazione. Il soggetto ossessivo-compulsivo prenderà il controllo di sogni situazione dicendoti sempre cosa fare, e se oserai trasgredire alle regole sarai valutato come “soggetto pericoloso”.
Noterai di avere davanti una persona perfettamente coordinata dalla testa ai piedi, dotata di una cura maniacale nel suo abbigliamento e nei suoi movimenti.
Non sopporta che le cose non siano al loro posto, nelle sue azioni ci sarà sempre un ordine particolare.
Focalizza l’attenzione sui dettagli perdendo di vista la totalità dei fatti, e, pur senza dirti nulla, sarà sempre attentissimo/a ad ogni errore che commetterai.
Avrai la continua percezione di trovarti di fronte ad un eccesso di “ragione” e ad un deficit di “sentimento”, tutto in virtù di una costante razionalizzazione di ogni aspetto della realtà.
Perché sono così?
Questi soggetti sono rimasti prigionieri di un modello educativo rigido e inflessibile, nel quale l’autocontrollo è uno stile di vita e viene represso ogni impulso naturale.

6) LO STILE ANTISOCIALE-RISSOSO (L’AMORE VIOLENTO)

“Non mi importa né il tuo dolore né la tua gioia”
L’antisociale è bugiardo e manipolatore, stai molto attento: per lui il fine giustifica i mezzi e potrà violare regole e prescrizioni in assoluta tranquillità, e non accetterà un no come risposta, anzi, cercherà sempre di renderti suo “complice” coinvolgendoti in attività rischiose e provando a convincerti dei vantaggi che queste esperienze estreme ti riservano.
Ti accorgerai, inoltre, che sarà incapace di mettere a freno gli svaghi e gli impulsi voluttuosi: cercherà di fare sesso subito, in modi poco convenzionali e spesso poco appropriati al contesto.
Non ha interesse per ciò che senti o dici quanto per i vantaggi o i piaceri che la tua persona può ricavargli, ti vorrà subordinare alle sue idee e ai suoi sentimenti, rendendoti poco più di un oggetto.
Si vanterà spesso della sua forza e del suo coraggio, poiché adora mostrare il suo potere allo scopo di impressionare gli altri. Proverai una combinazione di attrazione e paura che non riuscirai a decifrare facilmente.
Perché sono così?
Il disturbo antisociale ha cause precise: Oltre a fattori biologici e genetici che intravedono in queste personalità alti livelli di testosterone e di dopamina che determinano gran parte dei comportamenti aggressivi, questi soggetti hanno subito un modello educativo basato su due estremi, la punizione eccessiva o il lasciar correre senza alcun controllo. E’ possibile che queste persone abbiano subìto indifferenza e ostilità da parte dei propri genitori. Un altro possibile fattore può essere rappresentato dalla mancanza di autorità o dal contatto con modelli delinquenziali.

7) LO STILE SCHIZOIDE-EREMITA (AMORE DISTACCATO O INDIFFERENTE)

  “La mia autonomia è irrinunciabile”
La personalità schizoide si snoda in diverse manifestazioni di distacco e di assenza di partecipazione emotiva che partono da un analfabetismo emozionale di fondo (alexitimia) a causa del quale tali soggetti hanno concrete difficoltà nel riconoscere le emozioni e i sentimenti altrui esprimendo la loro totale e disinteressata indifferenza, anche in virtù del loro culto della libertà (“La mia autonomia è irrinunciabile”).
Si dimostrerà una persona solitaria, con pochi amici e con una storia affettiva molto scarsa, e parlando con lui dei suoi progetti ti accorgerai di quanto i suoi obbiettivi siano meschini. Il suo sarà un realismo crudo, che non accetta fantasie che si spingono oltre il concreto e il presente.
A volte avrai la sensazione che sia immune ad ogni tipo di complimento o critica da parte del prossimo e che le sue risposte emotive saranno sempre piatte e blande.
Non trae piacere dai rapporti intimi, li accetta a denti stretti, e se proverai a parlargli d’amore eviterà in qualsiasi modo il discorso esplicitando il suo disagio.
Dovrai prendere l’iniziativa su tutto, assecondando così una pigrizia che non ha intenzioni sovversive come nel caso del passivo-aggressivo, ma che nasce da una semplice indifferenza per cui non c’è nulla che susciti il suo entusiasmo.
Perché sono così?
Crescere in una famiglia affettivamente fredda e distante, all’interno di un contesto eccessivamente formale e legato alle regole e alle convenzioni può aver generato in queste persone un distacco affettivo nei rapporti interpersonali.

8) LO STILE BORDERLINE-INSTABILE (AMORE CAOTICO)

  “Ti amo e ti odio”
Contraddittoria, instabile, impulsiva. La personalità borderline non ha bisogno di particolari descrizioni per essere individuata: ti basterà sederti a parlare con questa persona ed ecco che la supernova inizierà ad esplodere in tutto il suo accecante bagliore. La personalità borderline non farà nulla per nasconderti il suo modo di essere, anzi. Si mostrerà da subito aperta e sfacciata ed è possibile che arrivino subito a rivelare le loro oscillazioni emozionali, accompagnate dall’ossessivo bisogno di piacere e da alcuni comportamenti contraddittori e paradossali.
Ti troverai davanti a un misto di seduzione, emotività straripante e una spiazzante sincerità.
E’ probabile che il soggetto inizi a contraddirti senza una ragione apparente e che esploda in uno spirito contestatorio inopportuno alle circostanze.
Il suo temperamento sarà sempre più imprevedibile ed impulsivo, rendendo l’esperienza affettiva ogni giorno più logorante, caotica ed esasperante.
Perché sono così?
Non è possibile ridurre le cause della personalità borderline a fattori precisi. E’ possibile trovare un movente attraverso tante possibili varianti, da fattori genetici-biologici a fattori educativi.
E’ possibile che in passato queste persone abbiano avuto genitori lontani o conflittuali, o che non si siano messi in gioco affettivamente con tale persona.
Bisogna considerare, inoltre, che l’80% delle persone borderline ha subito abusi sessuali o maltrattamenti durante l’infanzia, e che questo abbia comportato un’alterazione all’interno del loro carattere. Per approfondimenti sull’amore borderline e su questi disturbi di personalità vi rimandiamo alle pagine: a stretto contatto con un Borderline, cose da sapere.

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sugli argomenti che salvaguardano la tua crescita emotiva, puoi seguire Psicoadvisor sulla sua pagina facebook ufficiale: “Psicoadvisor.

Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze? Iscriviti al gruppo di Psicoadvisor Dentro la psiche

Per ricevere ogni giorno i nuovi contenuti sulla tua posta elettronica, iscriviti alla news letter di Psicoadvisor: clicca qui per l’iscrizione.


Autore: Antonio Lofino

I commenti sono chiusi.