Come educare i figli: 5 parole chiave

come educare i figli

L’arte di fare il genitore è sicuramente il mestiere più difficile; educare un bambino non è per niente facile. Il manuale perfetto per crescere un bambino e farlo diventare, un giorno, un adulto felice ancora non esiste.

Quante volte ci succede di temere di commettere errori e persino di non raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati con i nostri figli? In ogni caso, c’è qualcosa che dovete sempre tenere a mente: non è necessario essere “il genitore perfetto”; ma semplicemente, essere un buon genitore, una guida, un appoggio.
Non dovete ossessionarvi per trovare una soluzione a tutti i problemi che i vostri bambini potranno avere. A volte è meglio stabilire “mezzi” e “strategie” per dar loro la possibilità di trovare da soli la soluzione ideale. Ed è qui che le parole diventano fondamentali nell’educazione di un bambino. Ecco quali sono le parole più adatte per educare i bambini e che tutti loro amano ascoltare.

Come educare un bambino, parole chiavi

1. Fiducia
Dare fiducia ai figli è una base essenziale per far sì che crescano sicuri e autonomi. Non bisogna mai essere iperprotettivi verso i figli. Si tratta di un atteggiamento che impedisce loro di vivere esperienze dalle quali trarre i propri insegnamenti. Questo comportamento è sbagliato.

La frase “io ho fiducia in te”, invece, obbliga i bambini, fin da piccoli, a essere responsabili, a capire che hanno l’appoggio incondizionato dei genitori così che possano fare i primi passi nella vita con sicurezza e decisione.
2. Emozioni

Cerchiamo di sensibilizzarli, iniziando a facolizzarsi  sull’emozione che si prova quando si compie un determinato gesto. I bambini devono imparare da subito quanto è importante “sentire la loro vita al massimo, con allegria e integrità”.
ESEMPIO: “Senti ciò che può pensare quel bambino quando lo insulti”; “senti ciò che succede quando tratti male qualcuno”; “senti la tua stessa felicità quando riesci a raggiungere i tuoi obiettivi da solo”; “senti il tuo benessere quando abbracci i nonni o dici loro che gli vuoi bene”…

3. Comprensione
I bambini devono imparare da quando sono piccoli l’importanza di capire gli altri e di mettersi nei loro panni. È fondamentale che la conoscenza intellettuale e quella emotiva siano equilibrate. Non basta capire le nozioni educative, sapere le tabelline, capire le idee esposte in un testo…

Dovete fare in modo che i bambini capiscano anche il complesso mondo delle emozioni, che le rispettino e che siano in grado di esprimersi, parlare delle proprie emozioni, di ciò che preoccupa loro, di ciò di cui hanno bisogno…

ESEMPIO:  se vostro figlio vi chiede un giocattolo e voi non potete acquistarlo, non limitatevi a dire no, spiegate piuttosto il motivo di questo rifiuto. Esempio: “non posso comprarti quel giocattolo perchè……………
4. Condivisione

Se vostro figlio è felice perchè gli avete comprato una bici nuova, lasciate che possa esternare la sua felicità con amici e parenti e insegnategli l’atto della condivisione; invitate vostro figlio a condividere ciò che ha con chi gli sta intorno: amichetti, cuginetti….
Se insegnate ai vostri figli questo pilastro essenziale, eviterete di crescere bambini egoisti che pensano solo a loro stessi e che mettono le proprie necessità davanti a quelle degli altri. Se imparano a condividere ciò che hanno, riusciranno a stabilire relazioni sociali più intime e sicure, avranno buoni amici e, in futuro, avranno rapporti affettivi più solidi.

5. Amore
Per far sì che i vostri figli crescano felici, è necessario anche che “imparino ad amare loro stessi”. L’autostima è molto importante per crescere sicuri e maturi.

Amare se stessi ed essere in grado di dimostrare amore agli altri è, senza dubbio, la base per sviluppare l’intelligenza emotiva dei bambini. È quindi necessario dare importanza a questa parola ogni giorno. L’amore, la fiducia, il saper condividere e la comprensione sono ponti necessari per raggiungere il futuro come adulti felici.

Educare e crescere i bambini è un’avventura che bisogna affrontare giorno dopo giorno con pazienza, dedizione e amore. Non abbiate paura di sbagliare: nessuno è perfetto quando si danno consigli o quando bisogna fare da esempio. La cosa più importante è che i vostri bambini sappiano sempre che volete loro bene e che, indipendentemente da cosa faranno, avranno il vostro appoggio.
Dedico a tutte le mamme questa bellissima poesia di Erna Bombeck “I figli sono come gli aquiloni”

I figli sono come gli aquiloni,
passi la vita a cercare di farli alzare da terra.
Corri e corri con loro
fino a restare tutti e due senza fiato…
Come gli aquiloni, essi finiscono a terra…
e tu rappezzi e conforti, aggiusti e insegni.
Li vedi sollevarsi nel vento e li rassicuri
che presto impareranno a volare.

Infine sono in aria:
gli ci vuole più spago e tu seguiti a darne.
E a ogni metro di corda
che sfugge dalla tua mano
il cuore ti si riempie di gioia
e di tristezza insieme.

Giorno dopo giorno
l’aquilone si allontana sempre più
e tu senti che non passerà molto tempo
prima che quella bella creatura
spezzi il filo che vi unisce e si innalzi,
come è giusto che sia, libera e sola.

Allora soltanto saprai
di avere assolto il tuo compito.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi sulla mia pagina di facebook “Psicoadvisor“, aggiungermi su Facebook o tra le cerchie di Google+


Dottoressa in psicologia, esperta e ricercatrice in psicoanalisi. Admin del sito

Nessun commento.

Lascia un commento