Diventa ciò che sei e sarai felice

Lo scopo principale della nostra esistenza qual è?

Hai mai cercato di rispondere a questa domanda? Sicuramente si. Cosa ti sei risposto?

Una risposta molto comune potrebbe essere quella di dare un senso alla propria vita. Come? Ecco alcuni esempi: diplomarsi, laurearsi, realizzarsi nel mondo del lavoro, trovare il partner giusto, sposarsi, crescere dei figli, creare una famiglia… e così via. Ma è davvero così lineare e scontata la vita? Beh io direi anche un po’ troppo noiosa una vita così prevedibile. Non credi?

Ognuno di noi ha esigenze e bisogni differenti e proprio per questo non esiste un percorso di vita uguale per tutti. Anche se purtroppo la società tende ad omologarci nelle scelte e nei percorsi di vita, cerca di capire quello che tu sei e quello che tu vuoi.

Perciò qual è il vero scopo della nostra esistenza? Non è forse quello di essere semplicemente felici? Concetto così astratto e complesso quello della felicità, ma allo stesso tempo tangibile e raggiungibile! La ricetta della felicità non esiste, ma esiste sicuramente il modo per raggiungerla, custodirla e viverla.

Da un punto di vista più tecnico, introspettivo e clinico il vero senso della nostra esistenza è, o meglio dovrebbe essere, il  cosiddetto PROCESSO DI INDIVIDUAZIONE.

Che cos’è il processo di individuazione?

In base alla teoria junghiana è quel processo psichico unico e irripetibile di ogni individuo che consiste nell’avvicinamento dell’ IO con il proprio Sè, cioè una crescente integrazione e unificazione tra le due componenti. Questa condizione ci permette di raggiungere il nostro equilibrio interiore, la nostra crescita emotiva, il nostro benessere psicofisico, la serenità, la felicità.

E’ come un viaggio interiore e intimo verso una maggiore consapevolezza e conoscenza di sé. Tutto questo significa quindi individuare gradualmente quello che realmente siamo. Proprio questo è lo scopo della psicologia. Proprio questo è lo scopo di un percorso terapeutico.

Il percorso di individuazione è caratterizzato da determinate tappe e rappresenta una possibilità per l’individuo di non sentirsi bloccato nel suo percorso personale, di scavalcare i suoi blocchi e andare avanti nel suo cammino di vita.

E’ un percorso impegnativo, ricco di eventuali trappole, ostacoli, cadute, imprevisti ma anche di grandi tesori e scoperte. Ogni individuo ha un proprio percorso e un suo tempo personale.
Non esiste quindi un percorso standardizzato e prestabilito per tutti. Ogni persona ha un percorso individualizzato e adatto alle sue esigenze, ai suoi bisogni. Per fare un esempio pratico, c’è chi desidera sposarsi e creare una famiglia e chi invece sta bene con se stesso anche single.

Diventa ciò che sei

Diceva Nietzsche “DIVENTA CIO’ CHE SEI” 

Diventa te stesso. Sii te stesso!

Bisogna diventare quello che propriamente e realmente si è.
Bisogna diventare se stessi, bisogna essere se stessi per essere felici!
Ma come? Come possiamo riuscirci?

La prima condizione per diventare se stessi è quella di CONOSCERSI, è quella di conoscere le proprie potenzialità, le proprie virtù i propri punti di forza, le proprie RISORSE. Se davvero riesci a diventare te stesso, se davvero riuscirai a conoscere pienamente te stesso, allora raggiungerai la felicità.

Ecco, questo è il processo lineare della nostra esistenza. Questo è quello che dovrebbe accadere per essere e diventare persone felici, ma questo processo di individuazione a volte può rompersi, può interrompersi, può bloccarsi.

Attraverso un percorso terapeutico:

  • si può imparare a riparare quello che si era rotto,
  • si può riprendere quello che si era interrotto,
  • si può sbloccare quello che si era bloccato.

Una famosa citazione di De Pascalis dice:

“Il coraggio più grande risiede nell’essere se stessi: Imperfetti, Originali, Unici”.

Perciò sii te stesso. Sii imperfetto.

Accetta anche i tuoi difetti ed esprimi la tua UNICITA’ e la tua AUTENTICITA’.

Beh facile a dirsi, ma poi? In pratica come posso riuscirci?
Non è sicuramente un processo facile e immediato e molto spesso risulta molto difficile riuscirci da soli.

Il supporto psicologico può aiutarti proprio in questo, a trovare la tua strada, a individuare il tuo percorso, a facilitare e velocizzare questo processo. Può aiutarti quindi ad aumentare le tue consapevolezze, la tua autoconoscenza, ad esplorare e valorizzare le tue risorse e le tue potenzialità. Quelle risorse necessarie per la tua crescita emotiva e per il tuo benessere psico-fisico. Un percorso terapeutico può darti quindi l’opportunità di diventare te stesso, di essere pienamente te stesso.

Illustrazione: Emma Palin e Madison Burford

A cura di: Margherita Giordano, psicologa clinica


Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci su Facebook: Pagina ufficiale di Psicoadvisor o sul nostro gruppo Dentro la psiche“. Puoi anche iscrivervi alla nostra NewsletterPer leggere tutti i miei articoli ti invito a visitare questa pagina.

© Copyright, www.psicoadvisor.com – Tutti i diritti riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 


Psicologa clinica e dell’età evolutiva, esperta in Art-Counseling e tecniche di rilassamento. Riceve nel suo studio di Milano.

Nessun commento.

Lascia un commento