“Il Sorriso Interiore”, una tecnica che guarisce gli organi

sorriso interiore

Anche il sorriso va esercitato. Predispone al buonumore, favorisce i rapporti sociali ma, soprattutto, migliora indirettamente la vitalità e il benessere. A tal proposito, voglio parlarvi di un’ antica tecnica taoista, l’ Healing Tao, ovvero, “Sorriso Interiore”che si basa sull’energia che si può raccogliere nel centro (chakra) tra le sopracciglia. Un vero e proprio sistema di autoguarigione che il maestro tailandese, Mantak Chia, ha “reinterpretato” in versione occidentalizzata in Europa verso la metà degli anni ’70.

Questa energia, una volta inviata ai vari organi del corpo, porta a loro ed a noi un senso di benessere e felicità, aiutandoci a contrastare stress, tensioni e disarmonie psicofisiche. Questa tecnica si basa nel concetto del Chi, e l’obiettivo è quello di far circolare l’energia vitale attraverso i vari meridiani del corpo per migliorare la salute, la vitalità e l’equilibrio emotivo e spirituale.

Che cosa è esattamente il Chi?

La parola “Chi” ha molti significati, ma potrebbe essere tradotta come energia o essenza. Nel Taoismo, il Chi è l’energia che attiva l’universo e fluisce in cicli alterni di energia positiva e negativa.

Infatti, il Chi è ciò che ci mantiene attivi e ogni giorno usiamo una parte di questa energia vitale nelle nostre attività. Tuttavia, quando il Chi è indebolito ci sentiamo esausti e anche la nostra salute fisica peggiora. Quando alcune emozioni persistono nel tempo, come la rabbia, la tristezza e la paura, possono bloccare questa energia e generare delle malattie.

Ma migliorare il nostro Chi è molto semplice: basta imparare a rilassare il corpo e lasciare che l’energia fluisca. Basta tenere a mente la regola di base: “la mente dirige e il Chi segue la mente, il Chi dirige e il corpo segue il Chi”. Infatti, applicando la tecnica del Sorriso Interiore non si fa altro che dirigere l’energia verso diverse parti del corpo, tonificando ogni organo.

A questo proposito, si è scoperto che i problemi di alcuni organi sono legati a emozioni specifiche. Ad esempio, le persone con problemi al fegato tendono ad essere inclini a rabbia e cattivo umore, i problemi di cuore sono legati alla violenza e alla crudeltà, il malfunzionamento del pancreas provoca angoscia e tristezza e i problemi renali generano paura e incertezza.

In cosa consiste la tecnica del sorriso interiore

Si tratta di un esercizio di concentrazione molto semplice, che attraverso visualizzazioni piacevoli cerca di infondere rilassamento e di indirizzare il flusso energetico positivo verso i vari organi del corpo. Un vantaggio del “Sorriso interiore” è che, una volta assimilato, può essere praticato ogni qual volta si avverte il bisogno di allentare le tensioni.

I problemi organici sono spesso collegati ad emozioni negative così come le medesime possono insorgere a causa di problemi organici.

Chi è ammalato o debole nei polmoni può provare tristezza o depressione. Un fegato surriscaldato o congestionato può provocare rabbia o malumore, mentre la sua debolezza può provocare un calo di produttività ed una mancanza di controllo o equilibrio. Un cuore surriscaldato, può causare impazienza, odio, e persino crudeltà; la sua debolezza può dare luogo ad una mancanza di calore e vitalità.

La debolezza della milza, stomaco o pancreas può produrre preoccupazione, ansia ed una mancanza della stabilità. La debolezza dei reni può provocare paura, mancanza di forza di volontà ed ambizione.

Un sorriso genuino emette un’energia di simpatia che ha il potere di riscaldare e guarire. Imparando a sorridere internamente agli organi ed alle ghiandole, il corpo intero si sentirà amato ed apprezzato. In questo modo anche l’energia vitale avrà modo di fluire più facilmente e percorrerà il tutto il corpo come se fosse una cascata. Quando si sorride ai propri organi le energie negative gradualmente cambiano e si trasformano in energie vitali e positive.

Come sorridere agli organi

La tecnica del Sorriso Interiore ci propone di dirigere il sorriso a tutte le parti del corpo, compresi gli organi interni e il sistema nervoso. Questo sorriso trasmette energia positiva, che ha il potere di dare animo, calmare, guarire e generare benessere.
Di fatto, si tratta di una tecnica ideale se sperimentate malessere fisico o se siete stressati, tesi o turbati. Infatti, vi aiuterà a trasformare l’energia negativa in energia positiva e vitalità.

Fondamentalmente, si tratta di chiudere gli occhi, rilassare la mente e ricordare qualcosa di bello che vi faccia sentire in pace e generi un sorriso o una situazione in cui avete riso con tutto voi stessi. L’idea è quella di concentrarsi su quella sensazione di allegria, mettere a fuoco con l’occhio della mente quel sorriso e trasferirlo in tutto il corpo.

Così, con l’aiuto dell’attenzione e dell’immaginazione, potrete trasferire questa vitalità e la sensazione di gratitudine ad ognuno degli organi del corpo. A quel punto state creando ed emettendo una sensazione interiore che serve a rilassarsi, nutrire e rinfrescare gli organi. Saprete che la tecnica funziona quando proverete una sensazione diversa nella zona su cui vi concentrate, che può essere un formicolio, calore o una leggera pressione.

Se no avete mai praticato questa tecnica è probabile che abbiate bisogno di indicazioni precise. A tal proposito potete seguire passo per passo le indicazioni che trovate di seguito.
All’inizio, può essere necessario spendere vari minuti per completare questo esercizio, nel tempo la pratica quotidiana accorcerà questo periodo. Suggeriamo di avvalersi di un libro di anatomia e controllare il colore, la forma e l’ubicazione di ogni organo e ghiandola con cui verrà fatta l’esercitazione.

Per un miglior effetto di questo esercizio è bene che, dopo aver sorriso ad un organo, si immagini il medesimo che sorride a noi. Ricordiamo che i nostri organi non sono mai stati e non possono essere “nostri nemici”, siamo noi che ne disturbiamo il funzionamento con l’alimentazione innaturale, lo stress e le emozioni negative. Pertanto, lo stabilire un buon rapporto con essi può essere altamente benefico e produttivo ed aiuterà a dissipare le energie negative ad essi correlate.

Fai l’esercizio passo dopo passo

1. Siedi sull’orlo di un sedia dura o un panchetto, con la mano destra nella sinistra appoggiate nel grembo. Occhi chiusi, lingua contro il palato.

2. Inizia la meditazione immaginando una fonte di energia benefica e radiante proprio davanti al tuo volto. Questa fonte può essere il tuo stesso volto sorridente, o quello di qualcuno che tu ami e rispetti. Potrebbe anche essere l’immagine di un momento in cui ti sentisti profondamente in pace, forse un’alba radiosa, un caldo tramonto o la quiete di una foresta.

3. Diventa consapevole del centro tra le sopracciglia, rilassa la fronte ed attira l’energia immaginando che essa entri avvolgendosi a spirale; una spirale che tu vedi entrare nel senso contrario a quello delle lancette dell’orologio.

4. Manda un sorriso alla ghiandola timo ed al cuore. Senti come il cuore si apre con amore, gioia, e felicità. Resta a sorridere al tuo cuore tutto il tempo necessario per sentirlo rilassato ed espanso con amorevole energia.

5. Manda un sorriso a: polmoni, fegato, pancreas, milza, reni ed organi genitali. Ringraziali per il lavoro che fanno per te.

6. Ritorna la tua attenzione agli occhi. Crea un grande sorriso ed attira altra energia nel punto tra le sopracciglia.

7. Manda un sorriso verso il tratto intestinale: l’esofago, lo stomaco, l’intestino tenue, l’intestino crasso, la vescica e l’uretra.

8. Ritorna la tua attenzione agli occhi. Crea un grande sorriso ed attira altra energia nel punto tra le sopracciglia.

9. Manda un sorriso al cervello, alla pituitaria, al talamo ed alla ghiandola pineale. Sorridi anche verso il basso, alla colonna spinale.

10. Ritorna la tua attenzione agli occhi. Crea un grande sorriso ed attira altra energia nel punto tra le sopracciglia.

11. Manda un grande sorriso al corpo intero.

12. Raccogli l’energia nel centro dell’ombelico (un punto situato qualche centimetro sotto l’ombelico).

Per gli uomini

Copri l’ombelico con entrambe le mani, la sinistra sopra la destra. Espandi l’energia a spirale con 36 rotazioni delle mani nel senso delle lancette dell’orologio. Quindi attira l’energia con 24 rotazioni nel senso contrario a quello delle lancette dell’orologio.

Per le donne

Copri l’ombelico con entrambe le mani, la destra sopra la sinistra. Espandi l’energia a spirale con 36 rotazioni delle mani nel senso contrario a quello lancette dell’orologio. Quindi attira l’energia con 24 rotazioni nel senso uguale a quello delle lancette dell’orologio.

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sugli argomenti che salvaguardano la tua crescita emotiva, puoi seguirmi sulla mia pagina di facebook “Psicoadvisor“, aggiungermi su Facebook

Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze? Iscriviti al gruppo di Psicoadvisor “Dentro la psiche

Per ricevere ogni giorno i nuovi contenuti sulla tua posta elettronica, iscriviti alla news letter di Psicoadvisor: clicca qui per l’iscrizione

 

 


Dottoressa in psicologia, esperta e ricercatrice in psicoanalisi. Admin del sito

Nessun commento.

Lascia un commento