Sono una persona tossica! Come combattere la propria negatività

Fino a quando continuiamo ad avere paura che ci succeda qualcosa di brutto, fin quando continueremo a criticare il prossimo, a non essere grati di ciò che di buono ci è capitato, insomma fino a quando qualsiasi pensiero viene reinterpretato in chiave negativa, noi non guariremo dalla nostra tossicità.

Ecco come liberarsi dai cosiddetti automatismi inconsci distruttivi e sabotanti che ci portano ad essere persone tossiche!

Si tratta di metodi di facile applicazione da seguire regolarmente e tutti i giorni. Usando queste tecniche, percepirete un’incredibile quantità di energia rinnovata. Qualcuno vi ritiene una persona tossica?Cominciamo con l’individuare alcune caratteristiche della persona ”tossica”. Mi ci rivedo in queste caratteristiche?

Caratteristiche tipiche delle persone tossiche

  • Vedete sempre la parte vuota del bicchiere, fosse anche l’1% del volume totale, ma vede proprio quella.
  • Avete sempre una scusa pronta, raramente vi presentate con un successo o con una soluzione.
  • Siete incapaci di ascoltare l’altro; quando qualcuno vi parla, lo interrompete  e vi si sovrapponete iniziando tutt’altro discorso rispetto al suo; vi comportate come se foste l’unico protagonista della conversazione; al telefono, il dialogo si trasforma in un monologo: il vostro.
  • Vi piace manifestare un visibile ed esagerato pessimismo o un falso e apparente umile ottimismo.
  • Siete troppo critici e lamentosi con le persone a voi vicine: “non mi piace come hai.…”
  • Rifiutate qualsiasi proposta interessante con un secco ”NO”; direte sempre che non ci sono i presupposti ed elencherete’ tutti gli aspetti negativi di quella proposta
  • Avete il particolare dono di far sentire infelici, tristi, opachi, soffocati, sfiniti ogni persona che incontrate
  • Siete sempre pronti a criticare tutto e tutti; trovate difetti a chiunque tranne che a voi stessi: tutti sbagliano, voi mai; dispensate sempre consigli, persino in campi che non vi competono
  • Considerate e definite sempre gli altri come malvagi, egoisti, gelosi, incapaci
  • Pretendete sempre attenzione, attraverso lamenti o attraverso l’imposizione

Se avete la giusta umiltà di ammettere di essere una persona tossica, è già un primo passo per combattere la vostra negatività.

Come posso combattere la mia negatività?

1) Guardare la postura con attenzione

Quando pensate a qualcosa di negativo, prestate ben attenzione alla postura. Com’è il corpo? Avete la schiena dritta? Gli occhi guardano in basso o in alto? State sorridendo? Camminate velocemente o lentamente? Vi sudano le mani? La respirazione è calma e profonda? State sfiorando qualche parte del corpo (capelli, polso, spalle, naso, bocca…)? Si noterà che, quando ci si sente depressi, il proprio sguardo si volge verso il basso. Si cammina lentamente e si tende ad avere la schiena curva.

Nel proprio corpo si può sentire una tensione più alta del solito. E state certi che è una sensazione molto stressante, non è vero? Abituatevi a riconoscere quando il vostro corpo adotta questa posizione (e notate se vi sentite depressi o avete molti pensieri negativi per la mente). E’ necessario che vi ricordiate di fare spesso – durante la giornata – questo esame interiore, altrimenti l’esercizio non serve a nulla.

A volte sono proprio i pensieri negativi che vi portano ad adottare questa posizione scomoda. Teoricamente, cambiando la respirazione o la postura con una posizione più adeguata, potreste attenuare l’intensità dei pensieri negativi (è ovviamente un fenomeno soggettivo). Di certo ridurrete drasticamente lo stress psico-fisico.

Potrebbe aiutarvi l’alzarvi, il raddrizzare la vostra schiena e muovere il corpo (camminare, distendere la muscolatura, etc.). Camminare più lentamente o fare passi più lunghi. Guardare in alto, avanti di voi o tutto intorno a voi. Abbassare e rilassare le spalle. Ruotare la testa/gli occhi/la lingua.

Scuotere, sciogliere, massaggiare tutte le parti del proprio corpo (braccia, gambe, mani, piedi, viso, collo, etc.). Infine osservate la differenza nella vostra mentalità. L’esecuzione e i cambiamenti di solito non richiedono più di pochi secondi.

2) Imparare a ridere e sorridere regolarmente

Quando si è di fronte a un problema che sembra insormontabile, è probabile che ci si senta tristi, depressi o arrabbiati. Eppure è molto semplice sbarazzarsi di questo disagio. Ovviamente questo non cancella la vostra negatiività, ma renderà i vostri problemi meno dolorosi e più facili da controllare.

Fate così: quando un problema o un sentimento negativo si frappone nella vostra vita, mettetevi a ridere in maniera incontrollata. Ridendo più spesso si rilascia una dose di endorfine nel cervello, che ha l’effetto di calmare e farvi dimenticare i vostri pensieri negativi. Se per qualsiasi ragione non si può o non si vuole ridere ad alta voce, si può semplicemente sorridere.

Il sorriso produce esattamente lo stesso effetto di una risata. Inoltre, è importante sorridere con gli occhi. Sorridendo soltanto con la bocca, si corre il rischio che il proprio sorriso sia forzato. Se invece riusciamo a sorridere sia con la bocca che con gli occhi in maniera naturale, è come se il nostro viso si illuminasse di gioia e serenità. Un sorriso forzato non può migliorare la vostra mente ma può anzi avere l’effetto opposto.

3) Uscire dalla propria zona di comfort

Si dovrebbero moltiplicare le azioni volte a raggiungere uno dei vostri sogni o uno scopo importante. È possibile fornire una serie di scuse per non fare progetti, tuttavia, se non si prende a cuore un obiettivo – di solito – è perché la paura o la pigrizia vi impediscono di fare il primo passo.

Se pensate che uno dei vostri obiettivi non si possa realizzare può darsi che sia veramente irrealizzabile oppure può darsi che vi sentiate semplicemente troppo ansiosi, poiché temete di uscire dalla vostra zona di comfort. Questa preoccupazione è abbastanza normale, ma se non viene incanalata rapidamente in azioni efficaci, può trasformarsi in ansia. Questa tendenza negativa a lasciarsi sopraffare dall’ansia è la più grande fonte di tossicità.

Tuttavia, il semplice fatto di fare azioni e di prendere a cuore il proprio scopo (anche se si ha paura…), è più che sufficiente per eliminare la sensazione di ansia che era stata associata a queste azioni o a quel obiettivo. Inoltre, ogni progetto realizzato (piccolo o grande che sia), vi farà sentire meglio, più forti e più sicuri. in grado di organizzare attività che una volta vi terrorizzavano.

Convincersi di avere il potenziale per fare tutto ciò che si desidera raggiungere è l’unico modo conosciuto per ridurre in modo significativo lo stress nella propria vita. Con l’abitudine di lasciare la vostra zona di comfort e iniziare a fare cose nuove (creative, inaspettate, imprevedibili, misteriose…) potrete eliminare la vostra negatività legata alla paura del fallimento.

Può esserti di aiuto la lettura dell’articolo “Come superare la paura del cambiamento

4) Creare ancore positive ed efficaci

Che cosa è un ancoraggio? E’ una tecnica utilizzata per associare una risposta a uno stimolo. Ad esempio, avete paura dei ragni e volete superare questa paura. Un terapeuta potrebbe mettere una mano sulla spalla ogni volta che vi sentite particolarmente coraggiosi. Il gesto della mano sulla spalla è inconsciamente associato al vostro senso di coraggio.

Il terapeuta stesso potrebbe poi mettere la mano sulla spalla quando si è in presenza di ragni. Se l’associazione tra la risposta e lo stimolo è già in atto, si dovrebbe provare una sensazione di coraggio in presenza di ragni. Questo è solo un esempio e non necessariamente c’è bisogno di un terapeuta per innescare gli ancoraggi. Vediamo come questa tecnica può essere utilizzata per eliminare i vostri pensieri negativi.

Inizialmente, si può scegliere di schioccare le dita ogni volta che un pensiero positivo attraversa la tua mente. Quando l’associazione tra questo pensiero positivo e lo schiocco è costruito si può quindi rafforzare questo ancoraggio facendo in modo che ogniqualvolta scatta un pensiero negativo possa essere trasformato immediatamente in pensiero positivo con lo schiocco delle dita.

Ciò può richiedere diversi giorni perché prima che l’ancoraggio sia ben integrato nel subconscio sono necessari diversi tentativi. Esistono molti altri ancoraggi simili al precedente: potete associare il pensiero positivo toccandovi una specifica parte del corpo, guardando un oggetto, muovendo un dito, ascoltando una canzone, etc. In sintesi, si tratta di creare delle rapide abitudini positive che vi aiutino a distogliere il flusso dei pensieri dai problemi della quotidianità.

5) Sostituire i pensieri negativi con frasi positive

Un’altra tecnica efficace è quello di ripetere continuamente una frase positiva quando si ha un pensiero positivo. È tecnicamente impossibile per la mente accettare due affermazioni contraddittorie allo stesso tempo. La mente non si preoccupa di quale sia il pensiero dominante. Ripetere ad alta voce, sussurrare o semplicemente pensare ad una frase positiva, rafforza l’autostima e consente alla vostra mente di liberarvi del vostro pensiero ossessivo. E’ un metodo tanto semplice quanto efficace.

Ecco alcune frasi che potete ripetere durante il giorno:

  • Wow! Sono Fantastico, Magnifico, Stupendo, il Numero Uno, il Migliore
  • Giorno dopo giorno e da tutti i punti di vista, io sto migliorando
  • Nonostante ciò che pensano gli altri io mi amo emi accetto così come sono!
  • Perdono me stesso e gli altri per tutti gli errori che sono stati commessi
  • Rilascio e Abbandono tutti i miei sensi di colpa: Sono libero di essere me stesso
  • Sdrammatizzo e Alleggerisco immediatamente e definitivamente la mia vita
  • In ogni istante respiro abbondanza e rilascio abbondanza
  • Le mie prospettive sono davvero illimitate
  • etc… (tenete d’occhio l’area risorse per trovare altre frasi positive).

È possibile, ovviamente, usare altre frasi che stimolino la vostra ispirazione. Scegliete una frase o più frasi brevi ed efficaci. E’ molto importante che la frase scelta venga ripetuta costantemente. E’ sufficiente riformulare mentalmente la frase positiva due o tre volte al giorno per ottenere subito qualche beneficio. Pronunciando la frase è necessario concentrarsi sulla sensazione piacevole che si desidera vivere e non sui problemi, le difficoltà e le paure.

6) Migliorare la qualità della vostra dieta e il vostro sonno

Per godere di tutta l’energia di cui avete bisogno, devete dormire – di solito – 7 / 8 ore al giorno. In caso contrario, si rischia di rimanere a corto di energia al risveglio. Una persona che ha poca energia tende ad essere più facilmente stressata o depressa. Pertanto, una corretta gestione del sonno è veramente importante per dissipare i pensieri oscuri.

A lungo termine, la mancanza di sonno può portare a uno stato di profonda depressione. Se si desidera controllare la propria salute psico-fisiologica, si deve anche prestare attenzione alla propria dieta. Naturalmente vi consiglio di fare ogni giorno una buona scorpacciata di frutta e verdura, riducendo magari il consumo di carne.

Per concludere……
Gli atteggiamenti e i comportamenti che causano tossicità si possono correggere, distruggere e possono essere superati con la forza di volontà e, cosa ancor più importante, con il desiderio di essere propositivi e di conquistare giorno per giorno la propria felicità, condividendola con gli altri.

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sugli argomenti che salvaguardano la tua crescita emotiva, puoi seguirmi sulla mia pagina di facebook “Psicoadvisor“, aggiungermi su Facebook

Vuoi commentare e condividere con noi le tue esperienze? Iscriviti al gruppo di Psicoadvisor “Dentro la psiche


Dottoressa in psicologia, esperta e ricercatrice in psicoanalisi. Admin del sito

Nessun commento.

Lascia un commento