Perché è importante imparare a tacere

benefici del silenzio

Ti sarà sicuramente capitato: un viaggio in aereo accanto a un passeggero che non smette di parlare, una serata con quella tua amica chiacchierona che non sa fermarsi per un secondo oppure, al contrario, sei proprio tu la chiacchierona, presa dall’entusiasmo del momento (o dall’ansia!) inizi a parlare a raffica! 

Eppure per la filosofia orientale la capacità di rimanere in silenzio è una grande forza, nonché il primo grado della saggezza… ma non è del buonsenso asiatico che ti voglio parlare. In questo articolo voglio parlarti del silenzio, quel silenzio profondo che impone una pausa per le tue orecchie e ti catapulta inevitabilmente in un momento di intensa riflessione.

I benefici del silenzio

C’è chi ama il silenzio e non vede l’ora di ritrovarsi solo per godere al pieno del relax offerto e chi, invece, proprio non lo sopporta e ascolta musica ininterrottamente per “non sentirsi solo“.

Molti studi si sono sforzati di analizzare quali sono i benefici del silenzio e perché è importante trascorrere del tempo in ambienti silenziosi. Tra i benefici fisiologici segnalo:

  • Regola la pressione sanguigna
  • Migliora le condizioni di salute dell’apparato cardio-vascolare
  • Migliora il sistema immunitario
  • Aumenta la plasticità del sistema nervoso centrale e, in particolare, dell’ippocampo
  • Abbassa i livelli di cortisolo nel sangue
  • Migliora la regolazione del senso di fame e sazietà
  • Allevia le tensioni muscolari
  • Promuove una buona regolazione ormonale
  • Previene la formazione di placche aterosclerotiche

L’avresti mai detto che trascorrere un paio d’ore in silenzio, in un ambiente tranquillo, potrebbe così giovare alla tua salute?

Perché è importante imparare a tacere

Colleghi, familiari, amici, telefoni che squillano, musica di sottofondo durante qualsiasi attività, dispositivi tecnologici, distrazioni pronte all’uso… Prenditi una pausa da tutto questo! La cosa migliore che puoi fare e provare a mantenere un ambiente silenzioso per ristabilire un equilibrio che l’uomo sembra aver perso.

Se i benefici elencati in precedenza non dovessero bastare, sappi che il silenzio è d’oro anche per la mente.

Stimola la creatività e la capacità di risolvere problemi

Quando il flusso di pensieri vaga in piena libertà, siamo più predisposti all’ispirazione. Forse si dice che la notte porta consiglio proprio perché sembra essere l’unico momento in cui riusciamo a tollerare il silenzio.

Se hai un problema, sappi che quando tutto tace, le idee si fanno più chiare e la tua mente potrebbe intraprendere direzioni inaspettate e aprirti nuovi orizzonti.

Stimola la capacità introspettiva e lo spirito di osservazione

Quando inizierai a sentirti a tuo agio con il silenzio, noterai un netto cambiamento nelle tue capacità introspettive. Sarai più consapevole delle tue scelte e anche il tuo spirito di osservazione si farà più intenso. Migliorando la riflessione, imparerai, di conseguenza, anche ad apprezzare meglio il presente e tutto ciò che è già in tuo possesso.

Stimola l’intelligenza intuitiva

L’intelligenza intuitiva è diversa dal ragionamento, è diversa dalla logica, dalle analisi o dall’intelletto. E’ qualcosa di molto più profondo e ancestrale. L’intelligenza intuitiva deriva dall’inconscio. Se impari a stare in silenzio, sola con te stessa, imparerai anche a dare senso alle cose. Per avere più informazioni su come stimolare l’intuito, ti invito a leggere l’articolo Persone intuitive, 10 caratteristiche che le differenziano dalle altre.

Ti protegge dallo stress

Il silenzio ti protegge dallo stress e, trascorrere diverse ore al giorno in silenzio, ti aiuta a dormire meglio.

Rispettare la sacralità del silenzio

Se non sei abituato a stare in silenzio, di certo, i primi tempi, potresti sentirti a disagio. Se, nel praticare il silenzio, ti viene ansia, prova a fare questo Esercizio di psicoterapia cognitiva comportamentale. Se invece non hai problemi d’ansia, puoi iniziare a praticare il silenzio seguendo questi semplici consigli.

Invita un amico per una passeggiata

Non bisogna necessariamente essere soli per praticare il silenzio. In questa tua impresa puoi coinvolgere anche un amico/a. Chiedigli di rispettare, per parte della passeggiata, la regola del silenzio. Puoi anche camminare da solo per raggiungere una maggiore armonia con la natura che ti circonda.

Rimani a letto 5 minuti in più prima di alzarti e/o vai a letto prima

So che lo fai già ma… poi finisci con lo smanettare con lo smartphone fino a quando non sopraggiunge un barlume di sonno. A fine giornata, regalati 10 minuti di silenzio per praticare gratitudine, accrescere la tua autostima e predisporti ad affrontare al meglio il giorno che verrà. Anche qui puoi dare spazio a un esercizio introspettivo: 5 minuti al giorno per costruirsi una vita felice.

Ascolta i tuoi pensieri

Fai qualsiasi cosa ma assicurati di farla in silenzio. Puoi partecipare a un corso di meditazione o respirazione profonda, oppure, nella tranquillità delle mura domestica, svolgi qualsiasi attività abituandoti a osservare, silenziosamente, i tuoi pensieri.

Se temi di non vivere in armonia con i tuoi reali bisogni, ti consiglio di leggere il mio articolo  Vi spiego perché amo la solitudine.


Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci su Facebook:
sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la PsichePuoi anche iscriverti alla nostra newsletterPuoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.

© Copyright, www.psicoadvisor.com – Tutti i diritti riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Bibliografia:
Effects of auditory stimuli and their absenceon adult hippocampal neurogenesi (Brain Struct Funct 2015)

JAMA Internal Medicine
Mindfulness Meditation and Improvement in Sleep Quality and Daytime Impairment Among Older Adults With Sleep Disturbances  A Randomized Clinical Trial (2015)

Aimone et al. 2010 Clelland et al. 2009


Anna De Simone, life e mental coach, scrittrice e admin di psicoadvisor.com

Nessun commento.

Lascia un commento