Che tipo di viaggiatore sei? 7 profili ricorrenti

Viaggiare è un modo per scoprire nuovi mondi, nuove culture, scoprire nuovi cibi da assaporare e nuove lingue da ascoltare. Ma ognuno di noi ha un’idea di vacanza differente, tanto che spesso la vacanza diventa un campo di battaglia ove mettere in atto tutte le proprie frustrazioni.

Sembrerà strano, ma andare in vacanza insieme non è affatto semplice poiché bisogna far combaciare stili di vacanza a volte totalmente diversi, riuscendo ad accontentare tutti e senza far prevalere gli obiettivi di uno a discapito di quelli dell’altro.

Ecco di seguito 7 tipi di viaggiatori:

Perché andare in vacanza insieme è così difficile? Perché ognuno di noi è un viaggiatore diverso! Ecco 7 tipi di viaggiatori.

1. L’avventuriero

Sceglie sempre mete sperdute nel mondo, ovviamente difficilissime da raggiungere, non meno di 3 mezzi di trasporto tutti differenti. Zaino enorme in spalla, sacco a pelo e colazione a sacco. Niente ristoranti, niente relax, camminare, sudare, fotografare e conoscere gente nuova, questi sono gli ingredienti della sua vacanza. Spesso è solitario perché sa che in pochi potrebbero sostenere il suo ritmo e non ha voglia di aspettare gli altri per organizzare la sua ambita vacanza, già decisa un anno prima.

2. Il romantico

Va sempre e solo in vacanza in coppia, niente amici, il leitmotiv è soddisfare i desideri dell’altro: mare o montagna non importa, relax, ristoranti o trattorie lussuose, lume di candela, spiagge da sogno e selfie a non finire. Spesso passa la maggior parte del tempo in stanza, stanza accuratamente scelta in base alla vicinanza ai luoghi d’interesse; la stanza non può mancare di una vista mare dove poter fare un’abbondante colazione su un balconcino pieno di fiori, riscaldamento a mille d’inverno e aria condizionata d’estate. Potrebbe anche capitare di trovarvi davanti ad una dichiarazione di matrimonio con un anello nascosto sotto il tovagliolo ricamato del ristorante o su in gondola a Venezia.

3. Il preciso

Dopo un’attenta analisi del volo più economico e più comodo da prendere di mesi e mesi prima, decide di andare in un posto non di certo perché gli piace, ma perché è il più conveniente. Seleziona con cura dal web i posti da visitare, i luoghi ove mangiare con annessi orari da rispettare rigorosamente. Avete presente Furio di Rosso Bianco e Verdone? Più o meno. Niente è abbandonato al caso, nulla può minimamente discostarsi dai piani, altrimenti va nel pallone e ovviamente voi non avete la benché minima considerazione nella condivisione e scelta dell’itinerario.

4. Il disorganizzato

Prende il primo volo che trova, sa a mala pena dove andrà e non ricorda affatto gli orari dell’aereo fino a un’ora prima quando percepisce di star per perdere l’aereo. Niente preoccupazioni, fa tutto con molta calma e serenità, cammina, non prenota nulla e si ferma nel primo posto abbordabile che trova casualmente sulla strada. Tripadvisor non sa neanche cosa sia, forse suppone una droga allucinogena, ha bisogno di compagni di viaggio come lui, altrimenti rischia di essere abbandonato dopo…1…2…3 secondi.

5. Il nottambulo

Va in vacanza non per le chiese e i musei, ma per fare vita notturna: la scelta della meta è sulla base del rapporto alcool prezzo e quantità di donne/uomini single da incontrare, Ibiza o Malta di solito le loro tappe obbligate. Vacanza di gruppo, nessuna sveglia e aperitivi a tutte le ore.

6. Il big family

Ama fare vacanze con la famiglia, famiglia inteso: genitori, figli, zii, pronipoti, cani e gatti. Ci si sposta in massa, non è ammesso dividersi in sottogruppi, si deve per forza fare tutto insieme, pena il litigio imminente. Il villaggio con pensione inclusa è il top. Niente visite ai posti limitrofi, niente passeggiate nelle stradine, niente perdersi per ore, ma cibo a profusione, miniclub dove abbandonare i bambini e discoteca fino a mezzanotte.

7. L’esperto

Si ferma in tutte, tutte le chiese che incontra, ore e ore a descrivere, commentare e ammirare i quadri, quadri anche a lui spesso sconosciuti, visita tutte le mostre, anche quelle ignote a tutti e vi ammorba le cene parlando solo ed esclusivamente di Storia, Arte o Politica.

Siamo tutti un po’ di questi personaggi, un po’ nottambuli e un po’ romantici, un po’ per la vacanza in famiglia senza disdegnare la vacanza avventuriera. Per cui scegliete con cura il vostro compagno di viaggio, che chi viaggia bene in vacanza, viaggia da Dio anche nella vita di tutti i giorni.

Miriam Cassandra, Psicoterapeuta cognitivo-interpersonale


Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor o nel nostro gruppo Dentro la PsichePuoi anche iscriverti alla nostra newsletterPuoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.


Psicologa Psicoterapeuta cognitivo-interpersonale Esperta in Psicodiagnostica

Nessun commento.

Lascia un commento