Anna De Simone

Accumulatore seriale: gli oggetti sono più affidabili delle persone

accumulatore seriale

Un accumulatore seriale si riconosce subito: basta entrargli in casa per constatare la marea di oggetti inutili che conserva. Bada bene, non parliamo dei classici vestiti che “li conservo perché non si sa mai”, questo comportamento non ha nulla a che vedere con gli accumulatori seriali. Un accumulatore seriale non si limita a conservare qualche paio di jeans perché magari in futuro potrà indossarli.

Leggi tuttoAccumulatore seriale: gli oggetti sono più affidabili delle persone

Alessitimia, un muro invisibile che isola e crea distanze

alessitimia
L’alessitimia crea un muro invisibile che interferisce in ogni rapporto, a partire da quello che hai con te stesso!

Se ti capita di stare giù di tono e non sapere il perché e, magari, non riuscire a spiegare neanche poi così bene come ti senti, probabilmente soffri di alessitimia.

L’alessitimia alexitimia, a- dal greco «mancanza», lexis «parola» e thymos «emozione», dunque: «mancanza di parole per [esprimere] emozioni» è un deficit molto serio che riguarda, in misura diversa, molte persone… soprattutto chi soffre d’ansia

Leggi tuttoAlessitimia, un muro invisibile che isola e crea distanze

Pistantrofobia, la paura di fidarsi dell’altro

Hai difficoltà a fidarti del prossimo? Potresti soffrire di pistantrofobia o pisantrofobia.

Questo termine è troppo giovane per figurare su wikipedia, ma se provi a spulciare su qualche dizionario americano troverai questa definizione:

Pistanthrophibiapaura di fidarsi delle persone a causa di passate esperienze negative o di relazioni sbagliate“. In pratica la pistantrofobia, tradotta anche come pisantrofobia o fiderefobia dal greco fidĕre (fiducia) e phobia (fobia, paura), pone dei forti limiti relazionali.

Leggi tuttoPistantrofobia, la paura di fidarsi dell’altro

13 strategie per accorciare le distanze con il partner evitante

partner evitante

Un partner con uno stile di attaccamento evitante può innalzare muri e creare distanze nella coppia, può mostrare grossi limiti comunicativi e minare la relazione romantica. L’atteggiamento distaccato del partner evitante può essere frustrante per l’altro che si ritroverà a sperimentare sentimenti di inutilità e/o trascuratezza, fino a sentirsi del tutto abbandonato. 

Leggi tutto13 strategie per accorciare le distanze con il partner evitante

5 doni che un figlio non amato dovrebbe farsi ogni giorno

Illustrazione: Agata Zarzycka

L’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce l’abuso minorile come un costrutto molto ampio che comprende maltrattamenti e disattenzione. Include tutte le forme di violenza fisica ed emotiva, abuso sessuale, incurianegligenza infantile… e qualsiasi comportamento che possa causare un danno reale o potenziale per la salute del bambino, la sua sopravvivenza, il suo sviluppo o la sua dignità nel contesto di una relazione di responsabilità, fiducia o potere (OMS, 2003).

Leggi tutto5 doni che un figlio non amato dovrebbe farsi ogni giorno

L’esatto opposto del narcisista: l’ecoista

Illustrazione: Roger Olmos

Stando allo psicologo americano Craig Malkin, puoi immaginare il narcisismo come un continuum alle estremità del quale sono posti due aspetti estremi della percezione del valore di sé. Più semplicemente, puoi immaginare il Narcisismo come un grosso stadio. All’estrema sinistra trovi il Narcisista maligno, calcolatore, controllante, manipolatore… man mano che ci spostiamo verso centro-campo troviamo persone dotate di un narcisismo funzionale (cioè una sana autostima), che sono in grado di amarsi, amare e empatizzare con il prossimo. E all’estremità opposta? Si trova l’Ecoismo.

Leggi tuttoL’esatto opposto del narcisista: l’ecoista

Il capro espiatorio: la pecora nera della famiglia

capro espiatorio

Secondo l’antica tradizione ebraica nel giorno dell’espiazione, quando al popolo ebraico toccava fare ammenda per i suoi peccati, il sommo sacerdote sceglieva una capra e la mandava a morire nel deserto caricandola “spiritualmente” di tutti i peccati compiuti. Il rito è descritto nel Levitico (Bibbia), nella Mishnah e nel Talmud (testi sacri dell’ebraismo). Questo rituale si consuma spesso in molte famiglie, così come nei luoghi di lavoro.

Leggi tuttoIl capro espiatorio: la pecora nera della famiglia

Prima di lamentarti degli altri, guarda bene chi hai fatto entrare nella tua vita

influenzare la vita
Versione rivisitata del “Circles of Influence” dello studioso Stephen Covey.

Nella tua vita e nella ricerca dell’appagamento hai più potere di quanto tu stesso possa immaginare.

Solo pochi giorni fa, sulla Pagina Facebook di Psicoadvisor, ho letto dei commenti molto allarmanti. In particolare, un gruppo di lettori affermava che nella società odierna non c’è più spazio per i rapporti autentici. Tutti tradiscono e non è più possibile fidarsi di nessuno. Non esistono più valori… e altre affermazioni davvero colme di sfiducia.

Leggi tuttoPrima di lamentarti degli altri, guarda bene chi hai fatto entrare nella tua vita

Test psicologico della sigaretta

Il modo in cui un uomo (o una donna!) regge la sigaretta rappresenta un “impronta personale“, proprio come gesticolare o camminare. Osservando le “impronte personali” si può capire molto di una persona e questo test della personalità ne è un esempio.

Il test psicologico in origine è stato elaborato dallo psicanalista di Los Angeles William Neutra che, per lungo tempo, ha osservato e analizzato il modo in cui i suoi pazienti impugnavano la sigaretta durante le fasi della seduta.

Leggi tuttoTest psicologico della sigaretta

Come ferire un narcisista

come ferire un narcisista
L’arma più potente che hai per ferire un narcisista è la tua forza interiore.

Se ti stai chiedendo come ferire un narcisista, non puoi che farlo sfruttando la tua forza interiore, qualsiasi altro metodo di vendetta sarebbe controindicato: il narcisista perverso si nutre della foga altrui. Il concetto è semplice: più ti concentri e focalizzi le tue forze su di lui, più alimenti il suo ego distorto. 

Leggi tuttoCome ferire un narcisista

Quale zona del parco è più sicura?

Ti proponiamo di simulare una situazione di pericolo percepito ma del tutto irreale. Il buio, i posti solitari, le stradine a vicolo cieco… sono luoghi in grado di evocare situazioni di potenziale pericolo anche se di fatto la strada è deserta e priva di malintenzionati. Per questa simulazione, chiudi gli occhi e immagina di essere in un parco di notte, in quale di questi luoghi ti sentiresti più al sicuro?

Leggi tuttoQuale zona del parco è più sicura?