[wp_show_posts name="Header"]

Le cinque ferite infantili con le rispettive maschere

La ferita risana, la cicatrice resta. Seneca

Seneca diceva: La ferita risana, la cicatrice resta.

La maschera in psicologia rappresenta un meccanismo di difesa, un imprinting che si innesca in seguito ad una situazione di forte dolore, che crea un vissuto di ferita emotiva profonda, avvenuto in tenera età. In sintesi la maschera è la parte strutturante della personalità, la parte più esterna e come tale, è costituita da modi di pensare, di agire, di sentire, di vedere le cose, ecc. Per approfondimento vi consiglio di leggere “Ferite infantili e rapporto di coppia, come guarire”.

Leggi tuttoLe cinque ferite infantili con le rispettive maschere

La trappola del ricatto emotivo

Ci sono relazioni che restano per tutta la loro durata dentro a canoni di eticità e di rispetto reciproco: anche in caso di difficoltà o di separazione, non viene mai meno il senso del valore personale e quello dell’altro. Ve ne sono altre in cui questi confini non esistono e i due soggetti reciprocamente entrano e violano in continuazione l’altro, le sue emozioni e i suoi sentimenti più profondi, agendo in modi assolutamente illeciti e procurando ferite molto profonde. E’ il caso del ricatto emotivo.

Leggi tuttoLa trappola del ricatto emotivo

Proiezioni psicologiche nella relazione sentimentale: il partner materno

partner materno
Esistono meccanismi inconsci per i quali un individuo è portato ad instaurare una relazione sentimentale con un partner materno, cioè un soggetto accondiscendente, affettivo e, soprattutto, rassicurante: in pratica, una persona in grado di interpretare con precisione certi tratti materni e di conseguenza, in grado di risolvere alcune dinamiche infantili mai superate nell’infanzia.

Leggi tuttoProiezioni psicologiche nella relazione sentimentale: il partner materno

Sindrome dell’abbandono: le fragilità nell’infanzia e ripercussioni in età adulta

Durante la crescita il bambino subisce un processo intrusivo transizionale: passaggio dalla dipendenza biologica a quella affettiva. In questo senso il bambino assume la totale dipendenza dal genitore da cui dipende la sua sopravvivenza; si innesca dunque un meccanismo emotivo che se non superato o canalizzato nel modo corretto, in età adulta risulterà invalidante per la crescita dell’autostima o della personalità.

Leggi tuttoSindrome dell’abbandono: le fragilità nell’infanzia e ripercussioni in età adulta

10 dinamiche di dipendenza affettiva

 

“Amare è come una droga: all’inizio viene la sensazione di euforia, di totale abbandono.
Poi il giorno dopo vuoi di più.
Non hai ancora preso il vizio, ma la sensazione ti è piaciuta e credi di poterla tenere sotto controllo.
Pensi alla persona amata per due minuti e te ne dimentichi per tre ore.
Ma, a poco a poco, ti abitui a quella persona e cominci a dipendere da lei in ogni cosa.
Allora la pensi per tre ore e te ne dimentichi per due minuti.
Se quella persona non ti è vicina, provi le stesse sensazioni dei drogati ai quali manca la droga.
A quel punto, come i drogati rubano e s’umiliano per ottenere ciò di cui hanno bisogno,
sei disposto a fare qualsiasi cosa per amore”
(Paulo Coelho)

Leggi tutto10 dinamiche di dipendenza affettiva

Cosa fare quando la cura per la depressione non funziona?

cura depressione non funziona

“Vi svegliate e aprite lentamente gli occhi, come se vi costasse uno sforzo sovrumano realizzare questo piccolo atto. Una volta ripreso coscienza di chi siete, la prima cosa che ricordate è come avete dormito male la notte. Immediatamente vi vengono in mente tutte le preoccupazioni che non vi hanno fatto chiudere occhio e vi convincete che la giornata che avete davanti non sarà molto meglio. Vi chiedi perché dovreste alzarvi e affrontare un nuovo giorno.  Allora emettete un sospiro, quel sospiro che conosciamo tutti e che, a forza di sentirlo, abbiamo imparato inesorabilmente ad associarlo con la tristezza e la disperazione.”

Leggi tuttoCosa fare quando la cura per la depressione non funziona?

Fame emotiva? Come imparare a smettere di mangiare troppo

fame nervosa
Quando sono preoccupata oppure quando sono nervosa, mi viene voglia di mangiare di più”. Di sicuro avrete sentito dire queste parole ed è anche possibile che siate stati proprio voi a pronunciarle. Sono processi che diventano, spesso, circoli viziosi. Quando siamo più in ansia, mangiamo di più, però, quando il nostro peso aumenta e il nostro corpo cambia, ci sentiamo perfino peggio.

Leggi tuttoFame emotiva? Come imparare a smettere di mangiare troppo

Tic e Manie, intervista per Donna Moderna

ana maria sepe donna moderna

La scorsa primavera ho rilasciato un’intervista per il settimanale Donna Moderna (editore Mondadori) in cui la giornalista mi interrogava su quelli che sono i tic e le manie più diffusi. L’intervista è stata pubblicata in versione ridotta sul numero 25 di Donna Moderna, in edicola lo scorso Giungo 2015, per voi lettori di Psicoadvisor proporrò la versione integrale dell’intervista.

Leggi tuttoTic e Manie, intervista per Donna Moderna

7 forme di pensiero che ci fanno essere infelici

infelice

Per essere felici…non occorre un grande portafogli, per comprare e possedere tante cose, ma una grande mente per apprezzare e amare poche cose” lo diceva Omar Falworth e ha perfettamente reso il concetto. Che cosa è dunque la felicità? Secondo il padre della psicologia positiva Martin Selingman il 60 per cento della felicità è determinata dai nostri geni e dall’ambiente, il restante 40 per cento dipende da noi.

Leggi tutto7 forme di pensiero che ci fanno essere infelici

Distruggere se stessi e le persone che ci circondano: il disturbo Borderline

“Nessuno mi vuole, sono inadeguata! Faccio proprio schifo!” “Dipendo dagli altri, da sola non farò mai nulla!” Queste sono le solite frasi di Maria. Ma chi è Maria? È una ragazza con tante reazioni rabbiose e sprezzanti nei confronti delle persone e di se stessa che costituiscono un aspetto problematico di non poco conto, visto che la portano a troncare facilmente (e anche per motivi banali) relazioni e contatti, alimentando un isolamento di cui poi Maria stessa ne soffre.

Leggi tuttoDistruggere se stessi e le persone che ci circondano: il disturbo Borderline

7 ladri che ci sottraggono la nostra energia

Ogni giorno quando ci svegliamo, disponiamo di una quantità limitata di energia. La nostra attenzione, la memoria e la percezione sono limitati, nello stesso modo in cui lo sono la forza fisica, la motivazione e l’autocontrollo. Tuttavia, ci sono dei giorni in cui arriviamo alla fine della giornata con dell’energia residua e altri in cui ci ritroviamo sfiniti a metà mattinata. Vi è mai capitato?

Leggi tutto7 ladri che ci sottraggono la nostra energia

Come superare l’ansia con il metodo “Autotraining day and night”

10-Negative-Effects-of-Anxiety-on-Your-Brain
Per tutti coloro che soffrono di disturbi d’ansia, a causa di una situazione familiare instabile o da una condizione autoindotta, ho elaborato una tecnica che ritengo molto valida ed efficace, il metodo “training day and night”; sono facili da attuare e portano ottimi risultati. A tal proposito vi illustrerò come superare l’ansia con questa nuova metodologia dell’autotraining.

Leggi tuttoCome superare l’ansia con il metodo “Autotraining day and night”