Psicoracconti

Mai più sottomessa al Manipolatore. Psicoracconto per riflettere

Illustrazione di Gastón Viñas

Beatrice era davanti allo specchio.
“Come ti sei permesso?” disse all’immagine davanti a sé. 
Quel suono salì al cuore, fino a farlo vibrare. Una voce, d’ora in avanti, l’avrebbe protetta da ogni sopruso. Una dignità ormai sepolta stava crescendo come una speranza.

Leggi tuttoMai più sottomessa al Manipolatore. Psicoracconto per riflettere

Lettera di un bambino mai nato a una mamma omosessuale

bambino-mai-nato

Cara mamma, sono io, il tuo bambino-mai-nato, quello che resterà sempre una stellina. Non diventerò mai un bambino vero, uno di quelli che piangono appena nascono, si attaccano alla tetta per mangiare, dormono beati nelle loro culle e i nonni se li guardano commossi immaginandoseli dottori, avvocati, imperatori del mondo e via dicendo.

Leggi tuttoLettera di un bambino mai nato a una mamma omosessuale

La leggenda del filo rosso

 

la leggenda del filo rosso

Una sera, mentre tornava a casa, un bambino incontrò un uomo anziano in piedi sotto il chiaro di luna. L’uomo disse al bambino che era legato alla sua futura moglie da un filo rosso, e gli indicò la donna alla quale era destinato.

Il bambino, al quale non interessava per nulla conoscere la sua “futura” sposa, lanciò una pietra alla bambina e fuggì.

Leggi tuttoLa leggenda del filo rosso